Ventisette anni fa sbarcava a Lipari…Monsignor Francesco Miccichè


Il 16 marzo del lontano 1989, una giornata primaverile accoglieva, con il popolo in festa, il Vescovo Francesco Miccichè, nominato dall'allora papa ed oggi San Giovanni Paolo II, con mandato speciale per le Isole Eolie. 
E' stata una giornata memorabile, visto che tale nomina seguiva la soppressione della datata Diocesi di Lipari che, accorpata alla Diocesi di Messina e di Santa Lucia del Mela, dava vita all'omonima Arcidiocesi.
Nel periodo in cui il Pastore Francesco ha svolto le sue funzioni in quelle che sono state da Egli definite "perle del Tirreno", tante sono state le iniziative prese, dallo stesso Pastore, con coraggio. 
Le Eolie si sono rilanciate anche grazie alle sollecitazioni indirizzate agli Amministratori del tempo. 
Tra le tante attività non si può non ricordare la prima "scuola di formazione socio -politica" che ha visto arrivare alle Eolie - al fine di dibattere sui temi più importanti di queste isole - personalità politiche - come l'attuale Presidente della Repubblica - ed ecclesiastiche.
Dopo ventisette anni, Lipari ricorda ancora con affetto il "Suo" Pastore.
Grazie, Eccellenza

Pubblichiamo uno scritto di Mons. Miccichè che ricorda il suo arrivo a Lipari

Delizia per l'anima è naufragare nei ricordi
di un tempo ormai lontano.
Splendido mattino
annuncio di primavera
cullato dalle onde del mare
approdo felice
tra folla festante
nel mio paradiso
mai dimenticato
incantevole scenario
delle perle del Tirreno.
Inizia l'avventura
al suono della banda musicale
né mancano i ciclamini
a dare colore e profumo
alla festa dei cuori.
La croce sul monte
splende luminosa
auspicio di un tempo in cui
timoniere e rematori
son chiamati a puntare
verso il porto sicuro
della fede vissuta
della carità sperimentata
della speranza invocata.
Rimane la nostalgia
il bisogno e il piacere
di dire ancora e sempre
Grazie, mio Dio!

 +Francesco Micciché
    Vescovo