Una marea di gente dietro il Patrono San Bartolomeo. Una perturbazione ha messo a rischio serata finale in piazza.

Una vera e propria marea umana (residenti e non ) ha accompagnato ieri il Patrono San Bartolomeo e il Vascelluzzo nella Processione lungo le vie della città di Lipari.
Alla Processione, oltre ai fedeli, hanno preso parte le autorità civili e militari dell'arcipelago. Tra queste i quattro Sindaci delle Eolie (Giorgianni, Gullo, Longhitano, Lo Schiavo) e il Presidente del consiglio comunale, Adolfo Sabatini.
Notevole anche la partecipazione dietro la statua del Santo di fedeli scalzi (per voto). Tra questi abbiamo notato un buon numero di cittadini extracomunitari, segno tangibile della loro integrazione nell'isola.
Particolarmente toccante è stato il momento in cui il Simulacro di San Bartolo si è fermato, quasi alla fine del Corso Vittorio Emanuele, ed avvicinato sotto il balcone di una nonnina di 107 anni che si è sporta per baciarlo.
Il sipario sui festeggiamenti per il Patrono è sceso con il concerto di Michele Zarrillo, in forse sino all'ultimo momento per una perturbazione che ha investito l'isola nelle immediatezze dell'inizio.
Motivo per cui si è deciso di anticipare i fuochi d'artificio (da plauso) di circa 30 minuti e, subito dopo, è salito sul palco l'ottimo cantante italiano.
Al di là delle solite immancabili polemiche c'è da dire che l'edizione 2016 dei festeggiamenti per il Patrono è ben riuscita.