Stromboli, nuovo trabocco lavico, preceduto da frana

Foto: Miriam Saltalamacchia
Torna a farsi sentire lo Stromboli, dopo qualche giorno di relativa quiete. Sul vulcano è in corso un nuovo trabocco lavico dal cratere nord, il cui flusso resta confinato nella parte alta della Sciara. Qualche minuto dopo l’inizio del trabocco c’è stato uno scivolamento di materiale instabile, che ha raggiunto il mare alla base della Sciara del Fuoco

L’ingresso in mare del materiale non ha fatto scattare il meccanismo di allerta che entra in azione non appena le boe elastiche, posizionate in acqua, registrano parametri in linea con la generazione di onde di tsunami.

La densa nuvola nera, susseguente alla frana, alzatasi in aria per alcune centinaia di metri, è stata visibile anche da Lipari, Panarea e da Ginostra.
L’INGV – evidenzia – come in concomitanza con la frana, è stato registrato un segnale sismico legato a fenomeni di rotolamento della durata di circa 6 minuti