SPORT, TRADIZIONE E FOLCLORE STASERA A STROMBOLI PER LA “RICATA”. ALLE 18 LA GARA TRA GOZZI IN LEGNO

COMUNICATO STAMPA 
SPORT, TRADIZIONE E FOLCLORE STASERA A STROMBOLI PER LA “RICATA”
ALLE 18 IL VIA DALLO STROMBOLICCHIO PER LA GARA TRA GOZZI IN LEGNO

Si rinnova anche quest'anno l'appuntamento con la "Ricata", la spettacolarissima regata tra gozzi a remi prevista per oggi alle 18  al largo di Stromboli, Eolie, in concomitanza con la festa di San Bartolo, patrono dell'isola. 
Fedeli alla tradizione che prevedeva una competizione tra pescatori locali  su barche in legno da loro stessi realizzate, anche stavolta isolani e non solo si sono dati appuntamento lungo la spiaggia del porto di Scari per il sorteggio delle imbarcazioni da abbinare agli equipaggi iscritti, operato come sempre dai pescatori più anziani. Una tradizione nella tradizione visto che la kermesse organizzata dalla cooperativa “Stromboli pesca società cooperativa” (pescatori professionisti di Stromboli) e dall'associazione “Stromboli Blu” (pescatori amatoriali di Stromboli) e patrocinata dall' "Associazione Nazionale Circoli delle università italiane"  vuole ricordare la gara per la “presa della posta” che si svolgeva tra le cosiddette palamitare (a remi o a vela) quando andavano a prendere posizione per calare le reti e si svolge il giorno della festa di S. Bartolomeo, ogni  24 agosto. Gli equipaggi sono quindi tradizionalmente formati da quattro componenti, tre vogatori ed un timoniere, così disposti: un  vogatore (con due remi) seduto a prua, due  vogatori (con un remo l'uno), un  timoniere a poppa (con un remo “all'antica”, paledda). Il timoniere, stando al regolamento concordato, deve avere compiuto almeno 55 anni di età al momento della regata. Le barche utilizzate  sono invece gozzi tipici strombolani in legno, dotati di timone (inteso come paledda) e  con carene di lunghezza compresa tra i 480 ed i 580 centimetri mentre i remi sono diversi a seconda che si tratti della coppia di prua (lunghezza minima 220, massima 280) o dei singoli (330 o 410).
Un mix appassionante di storia, mare e tecnica insomma che ogni anno appassiona centinaia di turisti e residenti che si riversano tanto nelle acque antistanti lo Strombolicchio, da dove partono le imbarcazioni trainate da barche a motore, quanto lungo la spiaggia di Scari, dove infine si conclude la gara tra il clamore e le incitazioni della folla per poi ritrovarsi tutti insieme nella consueta festa sul molo organizzata dalle stesse associazioni di Stromboli in collaborazione con sezione di Lipari della Lega Navale Italiana, nel corso della quale gli strombolani offriranno a tutti i presenti grigliate di pesce, dolci e bevande.
 Ai vincitori ed all’armatore della barca prima classificata spetterà quindi l'onore di poter vedere apposto il proprio nome sulla base del trofeo challenge perpetuo realizzato con un'ascia dell'800 donata da Domenico Cusolito ed installata su un pezzo di tartana a sua volta regalo di Ahimèe Camoz, che sarà poi esposta presso il bar Amore Mio di Scari. 
L'anno scorso, a vincere fu l'equipaggio composto da Stefano Oliva, Carlo Caccetta, Federico Cusolito ed il timoniere Franco Caccetta a bordo di Salvatore dell'armatore Salvatore Cusolito.

EQUIPAGGI:
1. Valentino Cincotta, Francesco La Macchia, Stefano Cincotta, Tindaro Giorgianni (timoniere)
2. Giuseppe Utano, Vincenzo Cincotta, Gaetano Cincotta, Francesco Utano (timoniere)
3. Carlo Caccetta, Federico Cusolito, Antonio Cincotta, Franco Caccetta (timoniere)
4. Gaetano Cusolito, Michele Cusolito, Laurent Cusolito, Bartolo Cusolito (timoniere)
5. Domenico Cusolito, Antonino Caccetta, Mario Cusolito, Vincenzo Utano (timoniere)
6. Bryan La Macchia, Giorgio Cusolito, Simone Cincotta, Mario Cusolito (timoniere)

IMBARCAZIONI DA ABBINARE AGLI EQUIPAGGI
1.U ZU PEPPINO: ARM. GIUSEPPE UTANO
2.FALCO REALE: ARM. FRANCESCO UTANO
3.APACHE: ARM. STEFANO OLIVA    
4.TORPEDINE: ARM. GAETANO CUSOLITO
5.OLUTORIA : ARM. DOMENICO CUSOLITO
6.SALVATORE: ARM. SALVATORE CUSOLITO