Scuola. Comune mette a disposizione dell’Istituto Conti l’ex asilo nido di San Giorgio

Trovata una soluzione "tampone" dopo la chiusura del primo piano dell'Istituto Superiore "Isa Conti" di Lipari, a causa delle infiltrazioni d’acqua dal tetto e del conseguente pericolo per l’incolumità di studenti, docenti e personale scolastico. Motivo per cui il Consiglio d’Istituto aveva deliberato il doppio turno non condiviso da genitori e studenti con questi ultimi che hanno, di conseguenza, deliberato lo stato di agitazione permanente autogestito. 
Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, così come da noi anticipato ieri, ha messo a disposizione l'immobile ex asilo di contrada San Giorgio, rinnovato lo scorso anno. 
L'immobile si è reso disponibile poichè la gara per l’affidamento di questi locali, per i servizi integrativi di riabilitazione psicomotoria, è andata deserta. 
L'edificio oggi è stato oggetto di un sopralluogo, con esito favorevole, da parte dei tecnici della ex Provincia Regionale, del dirigente scolastico Tommasa Basile e dell'assessore comunale alla Pubblica Istruzione, Fabiola Centurrino.
Il via libera all'occupazione momentanea del sito da parte di alcune classi del Conti , onde scongiurare il doppio turno delle lezioni, potrebbe arrivare già domani, dopo un incontro che si terrà tra dirigente scolastico, studenti e genitori. 
La reale immissione in possesso potrebbe avvenire, invece, tra qualche giorno. Cioè dopo il trasferimento di quanto necessario per l’attività scolastica, qualche piccola modifica e la pulizia dell’area esterna.
In una nota il Comitato studentesco del Conti annuncia che "nel prendere atto e confortato dalla disponibilità data dal Comune a concedere i locali dell'ex asilo nido, in forma temporanea e transitoria per ospitare le classi dell'Istituto, e del parere favorevole espresso ieri dai tecnici provinciali, in attesa di un atto ufficiale, mantiene lo stato di agitazione". L'utilizzo dell'ex asilo nido avverrà solo per il lasso di tempo necessario affinchè l'ex Provincia regionale di Messina intervenga con somma urgenza nei locali dell’Istituto "Conti" per eliminare le problematiche esistenti e ripristinare le condizioni di sicurezza.