Sanità. Art.1 annuncia sostegno per giorno 15 …soltanto se si rema nella stessa direzione

COMUNICATO
Alla luce delle ultime dichiarazione ed in virtù delle nuove,improvvise, "chiamate" riteniamo,caro signor Sindaco,che la situazione le sia scappata di mano ed il famoso metodo utilizzato per la costituzione del tavolo tecnico,da lei tanto decantato, si è dimostrato un totale fallimento. 
Noi insistiamo nel ritenere che lei continui a sbagliare e che avrebbe dovuto chiamare esclusivamente il dott. Sirna e non i suoi dipendenti,per stabilire insieme ai consiglieri,i sindaci delle altre isole ed i rappresentati di categoria,la giusta linea da seguire per convincere la VI commissione sanità che alle Eolie,territorio svantaggiato,non si può prescindere dalla attivazione di un punto nascita perché molteplici sono le motivazioni peraltro eloquentemente già argomentate dal dott. De Gregorio. Comprendiamo che lei questo passaggio non lo ha potuto consumare perché in questi anni pare che nessuna sollecitazione concreta sia arrivata al dirigente dell'asp per frenare la composizione del nuovo atto aziendale. 
Con questo non vogliamo addossarle tutte le responsabilità ma è chiaro che davanti alla VI commissione non si può sottoporre qualunque tipo di soluzione prima ancora di avere affrontato l'argomento essenziale della rimodulazione del piano aziendale. 
Noi riteniamo che una analisi attenta sui numeri che riguardano le strutture ospedaliere di tutte le isole minori e quelle relative agli ospedali di Milazzo,patti e s. Agata certamente potrà dare alla VI commissione una panoramica più completa dei veri sprechi. 
Il tutto,unito ai regolamenti,le norme,i decreti e le deroghe che regolamentano la materia,potrà con assoluta certezza riaprire quello spiraglio che consentirà a tutti indistintamente di ottenere, come unico obiettivo comune,un PTE ed un punto nascita di primo livello in totale sicurezza. 
Noi,signor sindaco,assessori,consiglieri comunali,il 15 ci saremo e cercheremo, nel nostro piccolo, di darvi un sostegno solo e soltanto se siete disposi a remare nella stessa direzione e per l'obiettivo comune sopra esposto. Ulteriori "mistificazioni" della volontà popolare non saranno gradite. 
Art.1