Punto nascite. Comitati spontanei e petizioni. L’articolo sulla Gazzetta del sud di oggi

Le Eolie tornano a mobilitarsi per dire no alla soppressione del Punto nascite presso l’ospedale di Lipari. 
Le ultime iniziative in ordine di tempo sono: la nascita del comitato “Nasciamo a Lipari” e una doppia raccolta di firme (online e attraverso banchetti posizionati in luoghi strategici a Lipari). 
“Dato il fattore emergenziale delle vicende relative al nostro Punto nascite – si legge in un comunicato-, si è giunti alla formazione di un comitato spontaneo dal nome “Nasciamo a Lipari”, unendosi alle voci di altre comunità che, come la nostra, hanno assistito al deterioramento e allo smantellamento dei diritti fondamentali del cittadino. L’obiettivo è quello di raccogliere consensi e firme dei cittadini eoliani, attraverso la sottoscrizione di un documento indirizzato al Ministro della Salute del Governo italiano e all’Assessore regionale alla Sanità, dove si chiede la sospensione della chiusura del punto nascita dell’ospedale di Lipari”. 
Il comitato si è messo già al lavoro ed ha attivato ieri a Lipari centro il primo punto di raccolta firme. Si proseguirà oggi quando il “banchetto” si trasferirà nella frazione di Canneto dove è prevista la raccolta firme dalle 10 alle 13.  Mobilitazione anche sulla rete con una petizione online da sottoscrivere per essere poi inviata al Ministro della Salute e al Presidente della Regione. Se ne è fatto promotore l’eoliano Eduardo Mandarano del Movimento 5stelle. 
Si sta muovendo anche l’amministrazione comunale di Lipari: il sindaco Marco Giorgianni, già nella settimana a venire, potrebbe incontrare il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Ribadirà la necessità per la popolazione eoliana di avere un “Punto nascite” ben attrezzato, sia a livello di strumentazione che di personale medico e paramedico.