Punto e virgola a cura di Giovanni Rosa: Il rispetto

Il Rispetto
Il rispetto è un atteggiamento e un comportamento improntato alla consapevolezza dei diritti e dei meriti altrui, dell'importanza e del valore morale e culturale di qualcuno.
In psicologia, con il termine consapevolezza (awareness in inglese) si intende la percezione e la reazione cognitiva di un animale al verificarsi di una certa condizione o di un evento. La consapevolezza non implica necessariamente la comprensione.
Il termine "rispetto " richiama dunque nella accezione semantica atteggiamenti e comportamenti improntati alla consapevolezza dei diritti e dei meriti altrui.
In questa prima parte occorre segnalare che a livello sociale negli ultimi anni si è verificata una perdita di consapevolezza dei diritti e meriti altrui con un aumento di consapevolezza dei diritti e dei meriti personali.
Come fattore concasusale nel contempo si è determinata per evidenti problemi sociali e politici, un disconoscimento del termine" valore morale e culturale "da parte di coloro che a livello direttivo od istituzionale dovrebbero essere i primi a rispettare le regole  ben evidenziate  da una Etica millenaria.
Cercherò di essere più chiaro...
il pensiero va ai primi periodi professionali...giovane medico al titolo di dottore veniva anticipato il "signor" ..così avveniva per il parroco, il farmacista, il sindaco...e così via...quando finivo la visita nel bagno trovavo una saponetta nuova e un asciugamano pulito....ecco profondi segni di rispetto oggi in genere desueti.
così vale per i diritti e i meriti  che erano ben riconosciuti...oggi invece con la assistenza pubblica tutto è dovuto e i doveri forse un pò dimenticati.
In contemporanea gli organi di stampa segnalano quotidianamente immagini di personaggi "altolocati" politici o amministrativi che...sono ben llontani dal rispetto delle regole.
Morale...proteste ..accuse e rivendicazioni dei diritti, dall'altra parte  giustificazioni e promesse ..una situazione di difficile gestione,  soprattutto perchè in ogni caso risulta difficile comprendere da che parte stia la ragione o  il torto.
Nei tempi andati si ricorreva ad un Giudizio Salomonico...oggi sembra che l'unico giudizio sia delegato al Magistrato...non è il meglio per un confacente RISPETTO di fondamentali Diritti.

Giovanni Rosa