Politica e…riflessioni (di Bartolo Pavone)

Ho letto in questi giorni su facebook e sui giornale online dichiarazioni da parte di autorevoli amici e figure istituzionali presenti nel nostro territorio che lamentano tanta confusione su comportamenti giusti o sbagliati da parte di quel consigliere o assessore ecc.
Nessuno però dice una cosa molto importante, secondo il mio modo di vedere o pensare: Chi sta oggi al governo in maggioranza o all’opposizione, alle prossime elezioni, ha l’obbligo morale di candidarsi come capolista al proprio partito o movimento. 
Qualcuno può dirmi: Bartolo perché’ si deve? Questa gente, oggi, ha la possibilità di dare un grosso contributo alla collettività’, la legge glielo consente. Ha una responsabilità verso tutti noi cittadini nel decidere cosa è giusto fare e non fare, per il bene della comunità. 
Questa gente, alla fine della legislatura, non può dire: Grazie mille di tutto! Ho deciso di non candidarmi più!
Sarebbe un comportamento scorretto verso chi anche con pochi voti di opinioni ha contribuito alla sua entrata in consiglio. 
 Penso di essere stato chiaro!
Bartolo Pavone