Panarea. Il 19 Agosto la Fonfazione Beltrami Tilche ed il Centro Studi presentano “Lei stava lì” di Francesca Sassano

Comunicato stampa
La Fondazione Raya Beltrami Tilche , unitamente al Centro Studi Eoliano di Lipari, quest’anno hanno messo in campo una lodevole iniziativa per sensibilizzare l’intera comunità scolastica su temi quanto mai attuali ed importanti.
In questo contesto, per un’ azione di formazione ed informazione il 19 agosto 2016 alle ore 18,00 sarà presentato il libro “Lei stava lì” di Francesca Sassano, nella Sala dell’Hotel Raya. L’incontro sarà moderato da Silvia Di Silvio , giornalista e direttore responsabile del programma televisivo 

WEEKEND&DINTORNI e vedrà la partecipazione oltre che della Presidente della Fondazione Raya Myriam Beltrami , del Presidente del Centro Studi Eoliano Antonino Saltalamacchia , e della Prof Enza Scalisi , dell’Autrice e della Consigliera della Fondazione Raya Rosetta Lo Manto.
Il libro è un lavoro sul tema dei desaparecidos, più precisamente sulle madri di Plaza de Mayo dell'Argentina e non intende proporsi come uno scritto storico, sebbene anche la narrazione intima abbia una indicazione di tempi e di fonti, esatte e verificate.
L’idea dell’Autrice del libro Sassano è di sollecitare in adozione il libro ed avviare all’interno delle scuole un percorso didattico di conoscenza e di approfondimenti sulla vicenda argentina che segnò il triste periodo a cavallo tra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80, in linea con l’indirizzo delle classi.
Il libro, che già sta riscuotendo enorme successo ed ha già ottenuto il patrocinio di Amnesty International, è uno spunto, un punto di partenza per un incrocio storico-legislativo che sicuramente gli studenti delle scuole medie superiori sapranno cogliere. Già in diverse Regioni d’Italia il Progetto della memoria è stato adottato da alcuni Istituti di Scuola Superiore, si auspica che ciò accada anche in Sicilia e nelle Isole Eolie.
“Ho traslato il testo in e-book per curare una somministrazione diretta e quasi gratuita all’interno dei circuiti scolastici delle due Nazioni - Argentina e Italia- realizzando una diffusione rapida ed informatizzata, finalizzata allo scambio a livello scolastico e universitario, di conoscenze storiche e legislative” ha dichiarato l’Autrice Francesca Sassano, che aggiunge “la memoria dei fatti – se correttamente somministrata – è il più utile strumento di comprensione e quindi di riconciliazione con gli eventi e con la storia, se non il più difficile”.