Il turismo “mordi e fuggi” e i tanti quesiti delle associazioni

COMUNICATO

COMUNICATO
Come conciliare l'esigenza legittima di visitare le isole con l'esigenza della tutela del territorio, della salvaguardia dell'ambiente, della sicurezza, della salute, della economica delle isole questa è la richiesta e domanda che rivolgiamo alle Istituzioni, alle Associazioni, alle Popolazioni delle Isole. Cosa determina un turismo giornaliero senza adeguati servizi? La mancanza di servizi igienici pubblici, l'inefficienza del servizio di raccolta dei rifiuti, la mancanza di strutture sanitarie adeguate come si concilia con i dettami della Costituzione?

Come sarà assicurata la tutela della salute? Come sarà assicurata la sicurezza di abitanti ed ospiti delle isole? Come sarà assicurato il servizio dell'ordine pubblico? Come sarà garantito il buon funzionamento dei mezzi pubblici di linea, la cui attività viene intralciare dalle imbarcazioni private?

Come sarà assicurata la presenza di Vigili Urbani visto che non sono presenti nelle isole di cui stiamo parlando? Il Comune di Lipari è in grado di controllare se i ticket di sbarco sono davvero per numeri quelli che vengono introitati? Quali controlli vengono esercitati ed a cura di chi ? Ed i controlli fiscali? Quali e quanti controlli vengono esercitati sulla capienza delle imbarcazioni, il rispetto del distanziamento? Il Presidio della Capitaneria di Porto non è presente.
Le enunciazioni di turismo ecosostenibile diverranno traduzione di fatti concreti?

Vorremmo che qualcuno rispondesse a queste domande legittime e che i nostri appelli non cadessero nel vuoto.
Pro Loco Amo Stromboli - Insieme per Panarea - Noi di Panarea - Noi per Filicudi

CP- GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE

 
COMUNICATO

Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno dei principali obiettivi del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, che nell’ultimo periodo ha registrato un generale e deciso ridimensionamento grazie alla costante attività di controllo operata sia in acque territoriali sia al di fuori di esse.

Nel 2021, il Centro di Controllo Nazionale Pesca (CCNP) del Comando Generale della Guardia Costiera, ha pianificato un’operazione nazionale complessa diretta a contrastare la pesca con reti da posta derivanti irregolari, ancora utilizzate, seppur in maniera sporadica da parte di alcune marinerie.

Tali reti non vengono ancorate al fondo, ma sono lasciate libere di muoversi in balìa delle correnti grazie a dei galleggianti che permettono alla rete di posizionarsi sopra - o appena sotto - la superficie dell'acqua. Queste reti, quando irregolari, non garantendo la selettività, intrappolano specie marine protette e tra questi cetacei, mammiferi marini, uccelli e tartarughe, costituendo - di fatto - dei veri e propri muri della morte.

L’operazione “NO DRIFTNETS” (nessuna rete derivante), si è svolta sia all’interno che al di fuori delle acque territoriali nel periodo compreso tra il 15 aprile e il 15 luglio 2021, e ha previsto una serie di controlli volti a verificare l’uso e la presenza di reti irregolari a bordo delle unità da pesca in mare e a terra al momento dello sbarco dei prodotti ittici.

Nell’attività sono stati coinvolti i Centri di Controllo Area Pesca (CCAP), distribuiti capillarmente sul territorio. Nello specifico, le sedi di Palermo, Catania, Reggio Calabria, Napoli, Bari e Civitavecchia.

Nel corso dell’operazione sono stati impiegati diversi assetti aeronavali della Guardia Costiera sotto il coordinamento del Centro di controllo nazionale della pesca.

Tra i risultati di rilievo vanno segnalati:

-       l’attività di nave Gregoretti che nelle acque delle Eolie e del Tirreno Meridionale nel suddetto periodo ha sequestrato diversi attrezzi illegali e reti da posta derivanti irregolari per oltre 10km, garantendo nel contempo un controllo costante sulla regolarità della pesca del tonno sia all’interno che al di fuori delle acque territoriali, esercitata da navi italiane e di paesi terzi.

-       l’attività di Nave Cavallari, che ha portato al sequestro di una rete irregolare di oltre 2500 metri a largo di  Amantea (Calabria).  Nel corso dell’operazione, sono stati liberati due esemplari di manta, una delle quali stimata in 500 kg di peso. In merito, si ricorda che la manta rientra tra le specie per le quali è sancito il divieto di cattura ai sensi della normativa unionale;

-       l’attività svolta dal CCNP in collaborazione con il CCAP di Reggio Calabria, che in località San Lucido (Cetraro), ha portato al sequestro di 3 reti derivanti illegali della lunghezza totale di 3800 metri circa oltre a reti irregolari nascoste all’interno di natanti da diporto.

In tutti i casi, oltre al sequestro degli attrezzi da pesca irregolari, si è proceduto nei confronti dei trasgressori ad applicare le previste sanzioni pecuniarie.

In totale l’operazione “No Driftnets” ha raggiunto i seguenti risultati:

-       circa 40 Km di reti sequestrate;

-       221 ispezioni e 1198 controlli effettuati

-       136 illeciti amministrativi e 7 illeciti penali elevati, per un importo di sanzioni pari a € 195.115,00;

-       più di 11 tonnellate di prodotto ittico sequestrato.

-       200 militari, 10 mezzi navali e un mezzo aereo della Guardia Costiera impiegati nell’operazione

Milazzo, 30.07.2021

Centro riabilitazione di Canneto: CittadinanzAttiva c’è

Al Sig. Direttore generale pianificazione Strategica
Assessorato Regionale alla Salute Dott. La Rocca

SEDE

Al Sig. Assessore alla Salute Dott.R. Razza

SEDE

Al Sig. Direttore Generale ASP 5 Dott. B. Alagna

SEDE

Al Dipartimento delle Attività Socio Sanitarie Dott. N. Molonia

SEDE

All’UOC Riabilitazione adulti e minori della Provincia Dott. G. Quattrocchi

SEDE

Al Sig. Sindaco del Comune di Lipari Rag. M. Giorgianni

SEDE

Alla Segreteria Regionale di CITTADINANZATTIVA

SEDE


Agli Organi di Stampa


OGGETTO:   Centro di Riabilitazione di Canneto  Lipari.

 

Gentili Signori dello Spontaneo Comitato Cittadino.

E’ con grande tristezza e indignazione  che prendiamo atto di quanto da Voi espostoci, riguardo il mancato ripristino delle attività del Centro di Riabilitazione di Canneto, non solo come Associazione, ma soprattutto come Cittadini Eoliani.

Antica piaga quella del nostro Centro di Riabilitazione, che in passato ci ha visto più volte coinvolti per svariate problematiche, che purtroppo, ancora oggi si ripropongono.

La civiltà di un paese si basa, in fatti, e  si dimostra, sull’attenzione e la cura di coloro che sono preposti alla gestione delle comunità, nei riguardi delle categorie più fragili della popolazione.

La privazione di questi servizi importanti, e per molti nostri concittadini assolutamente indispensabili, e nella maggior parte dei casi, purtroppo, si tratta di BAMBINI !!!

E’ INTOLLERABILE E VERGOGNOSO!!!

CITTADINANZATTIVA, come sempre,  sarà al Vostro fianco in questa battaglia di DIRITTI e di CIVILTA’ ci troverete pronti per tutte le iniziative possibili, e per il ripristino immediato dei nostri DIRITTI e quelli dei NOSTRI FIGLI con tutti gli strumenti a nostra disposizione.

Con il piacere della reciproca collaborazione, cogliamo l’occasione per porgerVi

Distinti Saluti.

Firmato

IL COORDINATORE

Benedetto Marcello Tedros

Il 3 agosto intervento di disinfestazione a Vulcano

AVVISO ALLA CITTADINANZA

Il servizio di disinfestazione sul territorio comunale prosegue con un ulteriore intervento che verrà effettuato sull’isola di Vulcano, martedì 3 agosto 2021 a partire dalle ore 23:00.

Al fine di una buona riuscita degli interventi, si invita la cittadinanza a:

·         Chiudere le finestre a partire dall'orario programmato;

·         Non intralciare le operazioni con soste su vie/piazze scarsamente accessibili;

·         Custodire derrate e contenitori destinati all’alimentazione umana ed animale, evitando il contatto con i prodotti usati per la disinfestazione;

·         Non stendere i panni durante il periodo di esecuzione dell’intervento;

·        Svuotare qualunque tipo di ristagno d’acqua (es. sottovasi, secchi e contenitori, barche in disuso, ecc..-) in quanto risultano fonte e focolai di zanzare.

Gli interventi verranno effettuati solo in condizioni atmosferiche favorevoli (in assenza di pioggia e vento).

       L’Amministrazione Comunale

Coronavirus: oltre 600 casi in Sicilia, l’isola prima per decessi

Sono 627 i nuovi casi di Coronavirus registrati oggi in Sicilia su 22.766 tamponi, con un tasso di positività al 2,8%. Rispetto a 7 giorni fa l'isola fa registrare un lieve aumento dei contagi ma con molti più tamponi e la curva dei contagi cresce sempre più lentamente: nell'ultima settimana si registra un +24% contro il più 111% dei sette giorni precedenti.

Le cattive notizie arrivano però dai decessi: dei 15 morti di Covid registrati oggi in Italia, ben 6 sono siciliani.

Auto in disuso abbandonate: In corso a Lipari la rimozione. In arrivo “salassi”

E' in corso a Lipari da stamane la rimozione delle diverse decine di auto in disuso, abbandonate ovunque. 
La "rimozione" viene effettuata alla presenza della polizia municipale, coordinata dall'ispettore Cataliotti,  e dei carabinieri, coordinati dal maresciallo Le Donne

Per i proprietari in arrivo sanzioni e conto spese rimozione. Anche per le auto senza targa, attraverso il numero di matricola, si riesce molte volte a risalire al proprietario.

 


Stromboli: L’esplosione maggiore nel comunicato e nelle foto di LGS (Laboratorio di Geofisica Sperimentale dell’Università di Firenze)


Si comunica che alle ore 14:47 UTC (16:47 locali) di oggi 28 Luglio la rete di monitoraggio geofisica del Laboratorio di Geofisica Sperimentale #LGS del Dipartimento di Scienze della Terra #DSTUNIFI di #UNIFI ha registrato un evento esplosivo superiore alla norma, associato a un segnale sismico nella banda VLP di 4.1x10-5 m (in spostamento) e una deformazione del suolo di circa 0.7 microradianti (registrata al tiltmetro OHO).

Questo evento supera di quasi un ordine di grandezza l'attività ordinaria.ed è compatibile con un evento esplosivo Maggiore.

La rete infrasonica indica che l'esplosione ha generato un onda di shock con pressioni di circa 244 Pa a 450 m di distanza, localizzato nel settore craterico di SW. Dalle immagini delle telecamere visibili e termiche si osserva una significativa emissione di materiale caldo con ricadute oltre la terrazza craterica .

L'evento esplosivo è stato seguito da rotolamenti di materiale caldo lungo la Sciara del Fuoco per circa 5 minuti

L’esplosione è avvenuta a seguito di una prolungata fase di incremento del rapporto c/s , precedentemente segnalata nei bollettini settimanali del 15/7 e 22/7. Tale aumento del rapporto C/S, registrato anche prima di altre esplosioni maggiori del vulcano, è indicativa di un aumento dell’apporto di fluidi da parte del sistema magmatico profondo.
A seguito dell'evento esplosivo non si registra una variazione significativa dell'attività esplosiva e dei parametri monitorati.
L'esplosione Maggiore ha fatto superare solo uno dei due parametri del sistema di Early Warning che ha raggiunto la soglia di pre-allarme .

Stromboli: INGV conferma esplesione energeticamente maggiore

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che alle ore 16:47 la rete di monitoraggio ha registrato un evento esplosivo energeticamente più intenso rispetto all'ordinario nel settore della terrazza craterica Centrale/Centro-Sud. 

I prodotti dell'attività esplosiva si sono dispersi radialmente nell'area della terrazza craterica con ricaduta lungo la Sciara del Fuoco ed l'area del Pizzo. 

Dal punto di vista sismico l'evento esplosivo delle 16:47 è ben visibile a tutte le stazioni sismiche di Stromboli. 

Per quanto riguarda l'ampiezza del tremore vulcanico si è osservato un incremento a partire dalle 16:00. Attualmente l'ampiezza del tremore è su valori medio-alti. 

Non si osserva alcuna variazione significativa nei segnali di deformazione delle reti GPS e clinometrica di Stromboli.

NINNI BRUSCHETTA E CETTINA DONATO, JAZZ E POESIA AL SALINA FESTIVAL

Nella piazza di Rinella ieri il Salina Festival ha dato voce al poeta Caldarella, con lo spettacolo “I Siciliani”.  Stasera l'omaggio al Rock  con la Proiezione a Malfa di “WE ARE THOUSAND” e domani sera a Santa Marina Salina il Premio CineMareMusica a Letizia Battaglia

Giro di boa per il Salina Festival 2021, che ieri con Ninni Bruschetta e Cettina Donato ha vissuto uno dei momenti più attesti di questa quattordicesima edizione.

Pubblico incantato nella Piazza di Rinella, dove il pianoforte e la voce sono stati gli strumenti per raggiungere l'anima del poeta Antonio Caldarella, lo scrittore siciliano che ha ispirato questo spettacolo. Un “amico fragile” per Ninni Bruschetta, un “fruscio d'uomo” sulla cui eredità artistica non è stato detto ancora tutto, a cui certamente questo lavoro può contribuire. Momenti intensi, come “Alcol” il primo singolo di questo fortunato progetto, che vede una straordinaria Cettina Donato, con la sua femminilità potente al pianoforte, che ha arricchito di una malinconica versione di “Vitti Na Crozza” questa terza serata di luna eoliana.

Questa sera alle 22.00, il Salina Festival prosegue con la proiezione nella piazza di Malfa di “We are thousand”, il docufilm di Anita Rivaroli che racconta la straordinaria impresa di mille musicisti che nel maggio 2014 si sono ritrovati a Cesena per suonare “Learn To Fly” dei Foo Fighters. Un inno al sognare concretamente, ad osare nel nome del Rock.

Il Salina Festival chiuderà il 29 luglio a Santa Marina di Salina, con la consegna in piazza del Premio CineMareMusica alla fotografa Letizia Battaglia. E a seguire la proiezione del documentario “Letizia Battaglia - Shooting The Mafia” di Kim Longilotto, per ripercorrere una vita vissuta senza schemi, dalla fotografia di strada all'impegno politico.

Anche quest'anno la sensibilità verso l'ambiente è in primo piano, grazie alla certificazione “100% energia pulita Dolomiti Energia”: tutta l’energia elettrica utilizzata è certificata da fonti rinnovabili.

Lo Stromboli torna a far sentire la sua voce. Nuovo “botto” dieci minuti fa (pezzo in aggiornamento)

Lo Stromboli continua a dimostrarsi alquanto irrequieto e circa dieci minuti fa ha generato una nuova forte esplosione, nettamente avvertita negli abitati. 

Dovrebbe trattarsi, vista l'entità di energia che l'ha caratterizzata una delle esplosioni, che gli addetti ai lavori, definiscono maggiore.

Maggiori particolari li forniremo a seguire con notizie che arrivano dai Centri di competenza.

Non si segnalano danni

1° aggiornamento: L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che le reti di monitoraggio hanno registrato alle ore 16:58 (14:58 UTC), una variazione dei parametri monitorati. In particolare si osserva un'anomalia termica dalle telecamere di sorveglianza

Vaccini, fino al 3 agosto proseguono gli “Open Days” in Sicilia per tutta la popolazione dai 12 anni in su

Proseguono fino a martedì 3 agosto (compreso) gli “Open Days” organizzati dalla Regione Siciliana per promuovere ulteriormente la campagna vaccinale nell'Isola. Tutta la popolazione, dai 12 anni compiuti in su, potrà vaccinarsi senza prenotazione presso tutti i punti vaccinali delle province siciliane. Saranno somministrati i sieri Pfizer e Moderna. Lo comunica l’assessorato regionale alla Salute.L’obiettivo dell’iniziativa, che si affianca alle tante altre avviate dalle Asp e dai commissari per l’emergenza Covid, è immunizzare quanti più cittadini possibile e contrastare le “varianti virali” su tutto il territorio regionale.

Comitato “L’ospedale di Lipari non si tocca” a fianco del gruppo che lotta per il Centro di riabilitazione

Riceviamo e pubblichiamo:


Anche il comitato''L'OSPEDALE DI LIPARI NON SI TOCCA''vuole dare solidarietà e sostegno al gruppo che si sta occupando del centro di riabilitazione di Canneto,dopo la grave sospensione dei servizi al cittadino.
Riteniamo che sia urgente la riapertura del centro perché chiunque sul territorio nazionale ha diritto ad accedere facilmente ai servizi senza spostarsi su altri territori.
Non vogliamo essere sempre penalizzati solo perché viviamo su un'isola e non vogliamo ricevere servizi dai privati.
La medicina riabilitativa è l'unica arma per ritardare o compensare parzialmente l'evoluzione clinica della malattia neuromuscolare permettendo di recuperare il paziente anche dal punto di vista psicologico-educativo, consentendogli di conservare una sufficiente autonomia e una soddisfacente integrazione sociale. 
Uniti, per ripristinare un diritto negato.