Lipari, nel prospetto della Chiesa di S. Pietro scoperta la targa in ricordo di Luciano Siracusa (di Michele Giacomantonio)








Il  Parroco Mons. Gaetano Sardella va giustamente orgoglioso delle opere realizzate per il decoro delle chiese a lui affidate:a lui affidate: prima quella del Pozzo ed ora quella di San Pietro. L’interno in un primo momento ed ora anche l’esterno grazie alle donazioni dei fedeli. La ristrutturazione e riqualificazione dell’esterno è stata provvidenziale perché così si è potuto scoprire che il campanile era pericolosamente precario perché praticamente poggiava sul vuoto ed è un miracolo che abbia resistito a tante sollecitazioni (il terremoto degli anni ’70, il rifacimento della strada ad opera del comune, il traffico anche pesante che traversa il corso Vittorio Emanuele, ecc.). E la Provvidenza è arrivata grazie alla famiglia Siracusa che ha voluto fare una donazione alla Parrocchia in suffragio di Luciano frequentatore assiduo di questa chiesa. Inizialmente si era parlato di una donazione di 25 mila euro, che sono divenuti 35 mila quando si è scoperto che l’intervento era molto più impegnativo di quanto si riteneva in partenza.
Un intervento che fra 
prospetto e campanile è giunto praticamente ad 80 mila euro. Grazie alla donazione della famiglia Siracusa ed a quelle di diversi altri fedeli si è potuto coprire interamente il costo del prospetto che è risultato di 40 mila euro. Rimane da completare la sistemazione del campanile i cui lavori sono tutt’ora in corso. Si tratterà supergiù di altri 40 mila euro ma don Gaetano è sereno: “Affronteremo anche questo impegno confidando nella Provvidenza e nella generosità dei benefattori che in questi anni non sono mai mancati”.