Geoterme e Nesos avviano iniziative di tutela per il pantano dell’Istmo di Vulcano

COMUNICATO STAMPA.
Nei giorni scorsi, la società Geoterme Vulcano ha provveduto a collocare alcuni cartelli lungo il perimetro del Pantano dell’Istmo, che rappresentano il primo passo di un più vasto progetto finalizzato alla valorizzazione e alla fruizione dell’area, realizzato con la consulenza scientifica dell’Associazione Nesos.
I cartelli chiariscono come si tratti di un’area privata di elevata valenza naturalistica, e non di una discarica, errata percezione di chi la utilizza per depositare illegalmente le più fantasiose tipologie di rifiuti.
Oltre ad essere un habitat prioritario ai sensi della direttiva 43/92, il pantano è infatti l’unica area umida di una certa importanza esistente nell’arcipelago e pertanto rappresenta un luogo strategico per l’avifauna migratoria.
Da qui è nata l’esigenza, condivisa dalla Geoterme e grazie al supporto di Nesos, di mettere a punto azioni mirate alla concreta tutela delle sue caratteristiche ambientali e faunistiche, che possono inoltre rappresentare un’ulteriore, interessante offerta per il turismo naturalistico e l’ecoturismo in stagioni diverse da quella estiva.

Società Geoterme Vulcano & Associazione Nesos