Comitato "Amici dell’ospedale" chiede ripristino sala operatoria per interventi chirurgici programmati e seconda equipe chirurgica completa.

Al Commissario Straordinario dell’ASP di Messina Dr. Ferdinando Alagna

e.p.c. All’Assessore alla Sanità

Dott. Ruggero Razza
Oggetto: Richiesta ripristino sala operatoria per interventi chirurgici programmati in elezione e potenziamento personale con seconda equipe chirurgica completa.

Il sottoscritto Danilo Conti nato a Messina il 19/02/1973 e residente a Lipari (Me) in Via Agliozzo Snc portavoce del Comitato spontaneo denominato “Amici dell’Ospedale”

CHIEDE
Premesso che a dispetto delle notizie negative spesso diffuse a mezzo stampa, l’attività chirurgica di routine dell’ospedale di Lipari prosegue da sempre, anche lontano dai riflettori, grazie anche alla turnazione e presenza costante di due anestesisti dagli ospedali di Milazzo, Patti, Sant’Agata e soprattutto Taormina,
Premesso che l’attività chirurgica è svolta sia grazie all’equipe eoliana che alla rotazione di chirurghi da Milazzo,
Siamo venuti a conoscenza del problema, correttamente posto, dal teem anestesiologico in merito alla garanzia delle urgenze ed alla necessità di lasciare sempre libera ed operativa l’unica sala operatoria completamente attrezzata,
Il problema nascerebbe nel caso in cui anestesisti e chirurghi fossero impegnati in interventi programmati e dovesse verificarsi un’urgenza, come recentemente accaduto in un caso grave favorevolmente risolto grazie all’intervento del primo operatore dell’ospedale di Lipari e salvata la vita del paziente.
Sappiamo altresì che dal punto di vista strumentale la seconda sala necessiti solo di qualche piccola attrezzatura, nello specifico un letto operatorio, problema risolvibile in brevissimo tempo vista l’urgenza.
Si pone però il problema che i chirurghi in rotazione da Milazzo perché sembra siano solo inviati “secondo operatore” e quindi impossibilitati ad intervenire, se non come assistenza al primo operatore di Lipari. Servirebbe quindi una seconda equipe anche in rotazione, alla presenza degli anestesisti e dopo il completamento strumentale della seconda sala.
Sembrerebbe ingiustificata invece l’interruzione di gastroscopie e colonscopie in quanto vi è una sala appositamente dedicata e l’attività non intralcerebbe le urgenze, visto che l’attività non viene svolta nella sala dove abitualmente si opera.
Il problema principale rimarrebbe quindi la mancanza di un secondo chirurgo primo operatore e quindi una seconda equipe che possa garantire le urgenze contemporaneamente agli interventi programmati in elezione e da due giorni e senza congruo preavviso all’utenza rimandati a data da destinarsi, salvo spostamento dei pazienti e degenza fuori Lipari con i relativi costi e disagi.
Siamo certi che come nel caso dell’ambulatorio di oncologia, prenderete in carico urgentemente il problema di che trattasi, anche alla luce della nota del Commissario letta sui giornali on-line, attrezzando la seconda sala operatoria con le piccole attrezzature mancanti, già alla consegna dei lavori, e promuovendo bando per secondo chirurgo primo operatore e un chirurgo secondo operatore o facendo ruotare personale con idonee qualifiche per formare una seconda equipe per continuare a svolgere gli interventi programmati e garantire le urgenze.

Certo del favorevole accoglimento della richiesta, ringrazio anticipatamente

Lipari 02/09/2022

Distinti Saluti

Danilo Conti (Portavoce)

Comitato spontaneo Amici dell’Ospedale