Cimitero di Lipari (e non solo) nel degrado totale. Duro “attacco frontale” di Giacomantonio all’assessore D’Auria

” Le condizioni del cimitero di Lipari sono ormai intollerabili” esordisce così il dottor Michele Giacomantonio in una nuova nota inviata al sindaco e all’sssessore ai servizi cimiteriali.
"L’acqua – prosegue - l’ex primo cittadino- manca sempre più spesso ed anche due volte in una settimana, l’erba che nasconde il pascolo di serpi e topi cresce a dismisura, i cestini si vuotano irregolarmente ed un odore nauseabondo ricopre tutto il complesso. Non so se questa è la condizione di tutti i cimiteri del Comune ma sono in molti a lamentarsi per quello di Canneto e di altre località”.
Giacomantonio continua la sua nota con un vero "attacco frontale" all'assessore Massimo D'Auria, al suo modo di sovrintendere ad un servizio così importante (i toni della lettera sono decisamente più pesanti). 
Giacomantonio richiede anche che sia "sollevato dall'incarico".
"Non credo che questo risolverà tutti i problemi che trasformano questo ultimo anno di amministrazione in un desolante tramonto ma una prova di fermezza è sicuramente quando i cittadini, sempre più sconfortati, si attendono"
Replicherà l'assessore D'Auria?