Bilancio di previsione 2022 – 2024: Interrogazione dei cinque consiglieri di minoranza

Gruppo Consiliare “Misto”

Gruppo Consiliare “Siamo Eolie”

 

Lipari, 10/08/2022

 

Al Sindaco del Comune di Lipari

Dott. Riccardo Gullo

 

E, p.c.

 

Al Dirigente del II Settore Economico Finanziario

Dott. Carmelo Calabrese

 

Al collegio dei Revisori dei Conti

 

Al Segretario Generale

Dott. Giuseppe Torre

 

Al Presidente del Consiglio Comunale

Rag. Antonio Russo

 

 

Oggetto: Interrogazione con risposta scritta –Bilancio di previsione 2022-2024

 

Da recenti notizie di stampa, tra cui un intervista rilasciata dl Sindaco Gullo, abbiamo appreso che il Bilancio di previsione 2022/2024, per i quali i termini di approvazione, più volte prorogati, verranno a scadere il 31 Agosto 2022, verrà approvato in Giunta il prossimo mese di settembre.

Nella convinzione che l’impegno preso verrà portato a conclusione e per il contestuale soddisfacimento del principio contabile di correttezza e di chiarezza,

 

I sottoscritti consiglieri comunali, la interrogano per sapere

 

-         Con quali entrate l’Amministrazione comunale ha intenzione di coprire per gli anni 2023 e 2024 l’assenza dei fondi regionali previsti per il trasferimento dei rifiuti per mezzo nave, attualmente stanziati solo per l’anno 2022?

 

-         Verranno utilizzati i fondi della tassa di sbarco?

 

-         Verrà incrementata la tassa dei rifiuti (TARSU)?

 

-         In alternativa, quali altre soluzioni l’Amministrazione comunale intende portare avanti?

 

-         Con quali entrate l’Amministrazione ha intenzione di colmare per l’annualità 2024 l’assenza degli aiuti economici riconosciuti per l’approvvigionamento idrico in favore dei Comuni delle isole minori inferiori a 15.000 abitanti (Legge 30 dicembre 2020 n. 178) per gli anni 2021, 2022 e 2023 che per il Comune di Lipari ammontano a circa €.1.230.000 l’anno?

 

-         Considerato che, attualmente, per l’annualità 2024 non è previsto alcun aiuto economico per l’approvvigionamento idrico è fondamentale sapere, anche qui, se l’amministrazione intende, e ci auguriamo di no, procedere alla copertura intera dei costiattraverso un incremento per l’annualità 2024del costo del servizio idrico a carico dei cittadini.

 

-         Quali azioni l’amministrazione sta portando avanti affinchè il Governo nazionale rinnovi, anche nel 2024, gli aiuti economi per l’approvvigionamento idrico richiesti e ottenuti dalla scorsa Amministrazione che hanno consentito l’approvazione, se pur in ritardo, del Bilancio di Previsione 2021-2023?

 

-         In alternativa, quali altre soluzioni l’Amministrazione comunale intende portare avanti?

 

Se pur scontato, è bene ricordare che il bilancio finanziario mantiene una valenza autorizzatoria della spesa, pertanto, il principio contabile della prudenza, che si allaccia a quello della veridicità, non consente di appostare un’entrata che non sia effettivamente positiva e realizzabile nel periodo considerato. Dunque, è possibile appostare entrate relative solo a risorse e trasferimenti già assegnati o comunque, al limite, previste da norme regionali e/o statali. Non è possibile, infatti, appostare somme ipotetiche o auspicabili solo perché concesse negli anni passati. In caso contrario, si determinerebbe una grave violazione dei principi contabili tale da determinare un possibile intervento delle autorità preposte al controllo, quali la Suprema Corte dei Conti.

 

Si richiede risposta scritta.

 

 

I Consiglieri Comunali

 

F.to Gaetano Orto

F.to Cristina Dante

F.to Adolfo Sabatini

F.to Giorgia Santamaria

F.to Raffaele Rifici