Area ex Pumex. Giorgianni dà i “60 giorni” al curatore fallimentare. Sidoti sul recupero e riqualificazione aree pomicifere “Avanti con determinazione”

Il curatore fallimentare della Pumex, avvocato Massimo Galletti, entro 60 giorni da ieri, dovrà provveda alla messa in sicurezza del sito e dei fabbricati della ex azienda pomicifera. Dovrà, inoltre, procedere allo sgombero degli impianti abbandonati, rimuovere il pontile a mare e i rifiuti presenti. In caso contrario interverrà il Comune operando “ in danno ai soggetti responsabili “ ovvero “ recuperando le somme anticipate mediante iscrizione al ruolo e riscossione coatta delle stesse”.
Lo ha disposto con propria ordinanza il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni

Intanto sul "Progetto di Riqualificazione e Recupero sostenibile delle aree di cava dell’Isola di Lipari" interviene con questa nota il consulente dell'amministrazione, Angelo Sidoti“Le linee guida del Progetto di Riqualificazione e Recupero sostenibile delle aree di cava dell’Isola di Lipari sono state tracciate e condivise con l’Amministrazione fin dal momento dell’accettazione del mio incarico di Consulente Volontario del Comune di Lipari. L’ordinanza del Sindaco Marco Giorgianni n. 5 del 21.03.2016 emessa nei confronti della Pumex Spa (oggi fallita) nella persona del Curatore Fallimentare Prof. Massimo Galletti, conferma la determinazione con cui si sta conducendo questo progetto. La priorità assoluta è la tutela del patrimonio dell’Arcipelago Eoliano e la Riqualificazione di una vasta area dell’Isola di Lipari che risulta abbandona a se stessa da quasi 10 anni e che potrebbe rappresentare un veicolo importante per lo sviluppo dell’economia dell’Arcipelago.
Il prossimo atto che l’Amministrazione si accinge a notificare alla Curatela nella persona del Prof. Massimo Galletti è l’azione di rivendica e/o possessoria dei terreni e/o fabbricati di proprietà comunale siti in località Porticello. Le stesse attività verranno successivamente replicate anche nei confronti della Società Italpomice, società controllata dalla stessa Pumex, dopo attenta valutazione con i legali dell’Ente.
Il progetto di riqualificazione sarà condotto con la massima trasparenza nei confronti della cittadinanza in quanto il patrimonio naturalistico delle Isole Eolie rappresenta un bene mondiale visto che le Eolie sono inserite nella lista dei siti UNESCO fin dal 2000.
Nel prossimo mese di aprile verrà resa pubblica dal sottoscritto la seconda relazione sulle attività svolte nella quale verranno esplicitate nel dettaglio le azioni intraprese in totale sinergia con l’Amministrazione Giorgianni”.