Ancora senza esito le ricerche del giovane sub napoletano disperso nel mare di Filicudi

Dopo il falso allarme che voleva fosse stato ritrovato il corpo del sub disperso, proseguono nel mare di Filicudi (l'area interessata è quella della Canna) le ricerche di L.I., 24 anni, napoletano del quale non si hanno più notizie da ieri pomeriggio da quando con un gommone, a bordo del quale c'era anche il suo cane, era uscito in mare per una battuta di pesca. 
Il giovane, habituè dell'isola eoliana da diversi anni, era un appassionato di pesca subacquea e nel mare filicudaro aveva catturato più volte le pregiate cernie, alcune delle quali di una certa consistenza. 
A fare scattare l'allarme il suo mancato rientro in porto. 
I soccorsi, portati, in un primo momento, da alcuni volontari e dalle unità, anche aree, della Guardia Costiera, hanno consentito di individuare, nella tarda serata di ieri, il gommone a bordo del quale c'era il cane. Il peggiorare delle condizioni meteo non ha consentito il recupero del mezzo e dell'animale e stamane, quando le ricerche sono riprese, anche con il supporto della motovedetta dell'Arma di stanza a Lipari, è stato ritrovato il gommone vuoto. L'animale potrebbe essere finito in mare a causa del mare alquanto agitato.
Sul posto nella tarda mattinata sono giunti i sommozzatori della Marina Militare da Messina che - nel momento in cui scriviamo - si stanno immergendo nella zona alla ricerca del giovane.
Purtroppo ogni ora che passa diventano sempre più flebili la speranza di ritrovarlo in vita. 
Sull'isola stanno per giungere anche i genitori che da circa un mese avevano concluso la loro abituale vacanza a Filicudi. Il giovane era invece rimasto per coltivare la sua passione e, nello stesso tempo, studiare.