Ambiente, Salina: assolta giornalista dall’accusa di diffamazione

                             È  stata depositata presso il Giudice di Pace di Lipari la sentenza afferente   il procedimento penale che si è svolto nei confronti   della  Sig,ra Cocuzza Simona,  giornalista catanese, difeso dall’Avv. Francesco Rizzo, del Foro di Messina, imputata del reato di diffamazione  previsto dall’art. 595 c. p. , per aver offeso la reputazione di un noto avvocato presso l’Isola di Salina- Frazione di Pollara.
Il Giudice di Pace Avv. La Rosa Davide ha ritenuto di assolvere l’imputata poiché insufficiente la prova che il fatto sia stato commesso.
Difatti,    dall’esito  dell’istruttoria dibattimentale  non è emersa  la  penale responsabilità della Sig.ra Cocuzza, infatti il comportamento della  succitata, non può qualificarsi quale reato di diffamazione non avendo la predetta,   offeso la reputazione di alcuno né tantomeno proferito a terzi espressioni ingiuriose riguardo la persona offesa.
 I fatti in ogni caso sono collegati alla rilevante attività ambientalista condotta dalla Cocuzza con sempre piena dedizione volta alla tutela delle bellezze eoliane.
  Avv. Francesco Rizzo