Il liparoto Simone Lo Schiavo vola a Torino per il Master Nazionale di tennis

C'è grande attesa a Lipari e in particolare allo Snoopy Club per Simone Lo Schiavo, tennista liparota che si è aggiudicato un posto nell'ambito del Master Nazionale di Torino. 
Un risultato eccezionale, considerando anche che gli è bastato partecipare (uscendo il più delle volte vittorioso) ai primi tornei validi per le qualificazioni. 
Difatti, i tornei in tutta la provincia di Messina si sono disputati dal 1 giugno al 30 settembre. 
Nei primi sette tornei, Lo Schiavo si è aggiudicato 4 vittorie, 1 finale e 2 semifinali, tanto che non è stato necessario partecipare ai restanti, né tantomeno disputare le eliminatorie svoltesi a Catania dal 22 al 24 settembre. Il liparoto ha infatti stabilmente mantenuto il primo posto nella classifica regionale, che garantiva per l'appunto l'accesso diretto per il Master Nazionale. 
Entusiasta ed orgogliosa la presidente di Snoopy, Martina Villanti, che attende ora gli esiti delle Epic Finals, che si svolgeranno dal 9 al 13 novembre. "Un ottimo risultato per Simone che ha da sempre dimostrato di poter competere a livelli importanti", le parole di M. Villanti, "sono sicura che questo sia solo uno dei suoi tanti successi. Tifiamo tutti per lui"

Scuola, dalla Regione 1,8 milioni per sperimentazione dell’intelligenza artificiale in classe

Utilizzare l’intelligenza artificiale al fianco degli insegnanti per aiutare e sostenere i ragazzi nello studio. Con questo obiettivo la Regione Siciliana, attraverso l’assessorato dell’Istruzione e della formazione professionale, mette a disposizione 1,8 milioni di euro per i bienni delle scuole superiori.

I progetti, presentati dagli istituti, potranno essere finanziati fino a un massimo di 80 mila euro ciascuno e dovranno essere realizzati negli anni scolastici 2023/2024 e 2024/2025, coinvolgendo almeno due classi prime per almeno tre o più materie del corso di studi.

«Per i nostri ragazzi, l’intelligenza artificiale è già realtà – dichiara l’assessore regionale al ramo, Mimmo Turano –. La scuola deve gestire questo cambiamento, non per sostituire la didattica tradizionale con le nuove tecnologie ma per integrarla. L’elemento umano è imprescindibile, come lo è il ruolo degli insegnanti. L’IA, tra l'altro, può anche aiutare contro la dispersione scolastica, che caratterizza i primi due anni delle scuole superiori, offrendo ai ragazzi un sostegno nella comprensione degli argomenti e un aiuto virtuale sempre disponibile».

L’intelligenza artificiale potrà essere utilizzata per proporre esercizi, apportare correzioni e generare esempi, informando allo stesso tempo gli insegnanti dei progressi degli studenti. Il funzionamento dell’IA dovrà basarsi, inoltre, su materiali didattici come lezioni, esercitazioni e libri, in modo da offrire contenuti attendibili che possano essere gestiti dagli stessi insegnanti anche in base alle esigenze dei singoli studenti.

Un requisito indispensabile dei progetti dovrà essere la collaborazione con università o enti di ricerca italiani, cui spetterà anche il compito di garantire la formazione dei docenti. In aggiunta, gli istituti, che potranno presentare una sola proposta progettuale, avranno facoltà di scegliere come partner pure enti internazionali con esperienza nel settore. Nel caso di risultati positivi, le applicazioni dovranno poter essere adottate anche dalle altre scuole.

Gli istituti avranno tempo fino al 30 novembre per presentare la domanda di partecipazione. Il modello per la presentazione dei progetti e i relativi allegati sono disponibili sul portale istituzionale della Regione Siciliana a questo indirizzo.

Auguri di…

 Buon Compleanno a Guglielmo Sardella, Michele Quadara, Maura Lavilli, Connie Santospirito Pirera, Claudio De Salvo, Rodica Daraban, Francesco Giuliano, Chaminda Gamini, Rita Cincotta, Giovanni Leonardo MariaGroffedo Tavilla, Francesco Cincotta, Mary Taranto, Mary Natoli, Rita Mandarano, Giovanna Taviani


Ricordando… Angela Finocchiaro


Nella rubrica "Ricordando" sarà pubblicata, in modo casuale, una foto degli Eoliani o amici delle Eolie che non ci sono più. Ovviamente tra quelle presenti nel nostro archivio.
La pubblicazione di foto a vostra richiesta, anche per commemorazioni, ricorrenze ecc., potrà, invece, avvenire previo contributo da erogare ad Eolienews.
Per tale tipo di pubblicazioni contattare il 3395798235 (preferibilmente whatsapp)