Stromboli, Produzione fiction: "Nessuna colpa per incendio, pronti ai ristori. Chiesta al sindaco valutazione del danno per aprire confronto"

(ANSA) - PALERMO, 08 SET - L'incendio divampato lo scorso 25 maggio a Stromboli ha avuto "natura accidentale" e "nessuna responsabilità" è "in concreto attribuibile a 11 Marzo Film", la società di produzione della fiction 'Protezione civile': a ribadire la sua posizione, in una nota, è la stessa società, spiegando di aver attivato "immediatamente tutte le coperture assicurative" ed esperti "per appurare la dinamica dei fatti e arrivare ad una corretta quantificazione tecnica del danno" e di aver aperto il confronto con il Comune per "una definizione bonaria dell'intera vicenda, al fine di consentire alla comunità di Stromboli di ottenere un rapido ristoro economico"

"Pur con il massimo rincrescimento per le conseguenze dell'incendio divampato lo scorso 25 maggio, si deve ritenere che esso abbia avuto natura accidentale e che nessuna responsabilità sia in concreto attribuibile a 11 Marzo Film", scrive la società, rivendicando di aver "tenuto fin dal principio un comportamento totalmente collaborativo con la comunità di Stromboli e con le Autorità che stanno procedendo alle indagini e ad ogni opportuno accertamento circa le responsabilità e l'entità dei danni causati dall'incendio.

11 Marzo Film ha provveduto infatti a fornire senza indugio tutti i documenti e le informazioni richieste dalla procura di Barcellona Pozzo di Gotto e contribuirà fattivamente alle verifiche tecniche tramite gli esperti che ha nelle more incaricato anche ai fini dell'individuazione delle più opportune misure di ripristino che possano essere attuate di concerto con gli enti preposti". "Come più volte confermato al Comune, si è naturalmente provveduto ad attivare immediatamente tutte le coperture assicurative che assistevano ed assistono la produzione - si legge ancora nella nota - i cui periti sono attualmente al lavoro, così come gli esperti incaricati autonomamente dalla Società, per appurare la dinamica dei fatti e arrivare ad una corretta quantificazione tecnica del danno effettivamente verificatosi sull'isola a causa dell'incendio". (ANSA).

Dal primo novembre un solo collegamento settimanale in nave da e per Napoli. Federalberghi perplessa sul ripristino della tratta Cefalù – Eolie

Dal primo novembre sino al 31 marzo del 2023, periodo considerato di bassa stagione, i collegamenti a mezzo nave sulla tratta Milazzo – Eolie - Napoli e viceversa, saranno effettuati da Caronte e Tourist isole minori solo una volta a settimana: il lunedì con partenza da Milazzo; il martedì con partenza da Napoli. 
Lo si evince dagli itinerari orari pubblicati dalla società di navigazione. Nel contempo, sulla stessa tratta, per quella che viene definita la media stagione (1° - 31 ottobre) sono previsti due collegamenti: il lunedì e il giovedì con partenza da Milazzo; il martedì e il venerdì con partenza da Napoli

Intanto con un comunicato "Federalberghi Isole Eolie esprime forti perplessità per la presa di posizione della Associazione Italia Nostra in relazione al “ripristino” della tratta Cefalù-Eolie.

Si tratterebbe - spiega il presidente Christian Del Bono - di una tratta che potrebbe, come di fatto avviene con le minicrociere, essere operata in regime di libero cabotaggio e per la quale non andrebbero impiegate risorse pubbliche.

Appare, inoltre, inopportuna e intempestiva la richiesta del Presidente di Italia Nostra, Edoardo Croci, che si aspetta una risposta prima delle prossime elezioni. Mentre il delegato per la sezione Eolie, Angelo Sidoti, ritiene che tale integrazione consentirebbe di ampliare ed incrementare l’offerta turistica nel territorio delle Eolie “senza per altro sacrificare le miglia già destinate ad altre tratte”.

Del Bono rammenta che il bando per i collegamenti marittimi integrativi della Regione Siciliana nasce con l’obiettivo di garantire un servizio alle isole minori, evidenziando come il drenaggio (inevitabile) di miglia e di risorse da altre tratte fondamentali per l’arcipelago, significherebbe impoverirne il grado di mobilità e di accessibilità per favorire mete della terra ferma non gravate dai disagi dell’insularità. Questa posizione è stata, per altro, condivisa formalmente in passato anche con altre Associazioni e Amministrazioni sin dalle fasi di consultazione pre-bando.

In definitiva, Federalberghi Isole Eolie non è contraria ad un’estensione della tratta Palermo – Eolie con scalo a Cefalù purché le extra miglia impiegate non comportino un maggiore onere per la Regione Siciliana a discapito di altre tratte strategicamente più rilevanti per l’arcipelago".

Messaggio elettorale autogestito

𝗗𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗶𝘀𝗼𝗹𝗲, 𝗮𝗹𝗹’𝗜𝘀𝗼𝗹𝗮 | 𝗮𝗽𝗽𝘂𝗻𝘁𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗶 𝗱𝗮 𝗻𝗼𝗻 𝗽𝗲𝗿𝗱𝗲𝗿𝗲

🗳 Il 25 settembre, le 𝗲𝗹𝗲𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗿𝗲𝗴𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗶. La nostra missione 𝗽𝗲𝗿 𝗹𝗮 𝗴𝗲𝗻𝘁𝗲 𝗶𝗻𝗶𝘇𝗶𝗮 𝗳𝗿𝗮 𝗹𝗮 𝗴𝗲𝗻𝘁𝗲. Ecco gli appuntamenti:
𝗚𝗶𝗼𝗿𝗻𝗼 𝟭𝟬/𝟬𝟵/𝟮𝟮
ore 9.00 a Stromboli, Piazza San Vincenzo
• ore 11.50 a Panarea, Piazza del porto
• ore 14.30 a Filicudi, Piazza al porto
• ore 16.00 a Santa Marina Salina, in piazza
• ore 21 Lipari, Piazza Marina Corta | comizio in piazza in cui interverrà anche il candidato alla presidenza 𝗖𝗮𝘁𝗲𝗻𝗼 𝗗𝗲 𝗟𝘂𝗰𝗮.
𝗚𝗶𝗼𝗿𝗻𝗼 𝟭𝟭/𝟬𝟵/𝟮𝟮
• ore 10.00 a Lipari, un caffè al Corso Vittorio Emanuele
• ore 11.00 a Vulcano, piazzetta (davanti tabacchino Muscarà).
Non ci siamo dimenticati di 𝗔𝗹𝗶𝗰𝘂𝗱𝗶. Per ragioni di tempo siamo, però, costretti a rinviare l’appuntamento a dopo le elezioni. Quando, con il vostro sostegno, porteremo le questioni di 𝘁𝘂𝘁𝘁𝗲 le isole al parlamento siciliano.
➡️ Accorrete numerosi. Il cambiamento è vicino!

Stromboli: Castalia bonificherò Spiaggia lunga e il mare antistante. Il "focus" della delegata del sindaco sull’incontro – riunione di ieri

In attesa dell’ordinanza del Dipartimento nazionale di Protezione civile con la quale sarà nominato commissario straordinario per l’emergenza Stromboli, dichiarata dopo l’alluvione del 12 agosto scorso, il sindaco di Lipari, Riccardo Gullo ha proceduto a formalizzare alla Castalia, consorzio accreditato presso il Ministero dell’Ambiente, l’incarico per procedere alla bonifica della “Spiaggia lunga” e del tratto di mare antistante, dove, a seguito del cedimento della vecchia discarica, si sono riversati tutta una serie di rifiuti anche pericolosi ed inquinanti. La ditta, proprio adesso, sta effettuando un sopralluogo nell’area.
A proposito della riunione - incontro di ieri a Stromboli, riportiamo, a seguire, un post pubblicato su fb dalla delegata del sindaco, Carolina Barnao, che illustra, ai propri concittadini, chiaramente, cosa è stato evidenziato: 

Il sindaco ha dichiarato l’avvio ufficiale della seconda fase dell’emergenza Stromboli. La prima, quella degli interventi immediati di sgombero case, strade e attività, ha comportato un grande lavoro che, con la sinergia di tutte le autorità competenti, è stato concluso con successo.
Curcio ha quindi esposto i prossimi passi di questa nuova fase: approvato da pochi giorni il Decreto del Consiglio dei Ministri che ha sancito lo stato di emergenza nazionale, è già pronta l’ordinanza di Protezione Civile che nominerà il Commissario dell’emergenza nella persona del Sindaco Gullo.
I suoi compiti, secondo la legge, sono: l’attuazione di azioni di somma urgenza (già realizzate), il ripristino di tutte le condizioni di funzionalità pubblica e la definizione del rischio residuo (individuazione delle opere di protezione civile che vanno realizzate per limitare il rischio).
Si tratta, ha chiarito Curcio, di una “prima” Ordinanza che conterrà tutte le indicazioni di spesa del primo stanziamento di 1 milione di euro. Lo strumento operativo di tale ordinanza sarà un “Piano di protezione Civile” che sarà predisposto dal Commissario (quindi dal sindaco) e che sarà successivamente approvato dal Dipartimento.
Accanto a questo Piano che, per sua stessa natura, essendo collegato a uno stato di emergenza, non può essere sufficiente per “mettere tutto in sicurezza”, ne sarà predisposto un altro, più ampio, che comprenderà l’azione di tutte le altre strutture competenti sul territorio.
Lo schema seguito dall’Ordinanza è lo stesso che vale per qualunque altra alluvione.
Non sono previsti, in questa fase, interventi nei terreni di proprietà privata che, dopo un attento monitoraggio, potranno essere oggetto di successive ordinanze.
In chiusura, il sindaco ha ricordato il lavoro in corso da parte dell’Autorità di Bacino che sta progettando interventi strutturali per la messa in sicurezza di tutti i 12 torrenti di Stromboli; e quello della Forestale (Ente gestore della Riserva Naturale) che, a partire dal mese di ottobre, procederà con interventi di idrosemina di piante di leccio e, tra febbraio e marzo, metterà a dimora piantine di ginestra e erica. Saranno inoltre ripristinati i Sentieri Natura e Vallonazzo.