Salvini, proporremo una legge per le isole minori. Leader Lega a Lampedusa, ‘serve premialità per chi vive qui’

(ANSA) - LAMPEDUSA, 05 AGO - "La Lega riproporrà, nella nuova legislatura, una legge nazionale per tutelare le isole minori: Lampedusa, Pantelleria e centinaia di isole dove il carburante costa di più e dove è difficile trovare chi viene a fare il medico, il vigile del fuoco, l'insegnante.

Ecco perché i sindaci delle isole chiedono che possa essere data una premialità, una precedenza ai residenti.

Perché difficilmente a Lampedusa si arriva da 500 chilometri per fare il medico, l'infermiere, l'insegnante". Lo ha spiegato il leader della Lega Matteo Salvini che, nel primo pomeriggio, lascerà villa Berlusconi a Lampedusa per fare ritorno in Lombardia. "Aggiungo la richiesta, fatta come Lega, dell'azzeramento delle accise sui carburanti e gas per le isole, visto che quello che costa 2 euro al litro sulla terraferma, qua costa 2,50 euro. Chi vive su un'isola non è un italiano di serie B" - ha spiegato il senatore - . (ANSA).

"Regala un battito" iniziativa del Rotary di Lipari e della dottoressa Addamo per l’acquisto di defibrillatori per la comunità


COMUNICATO
Il Rotary Club di Lipari, in collaborazione con la Dott.ssa Federica Addamo, promuovono il progetto "Regala un battito": una raccolta fondi grazie alla quale si potranno fornire alla Cittadinanza defibrillatori, fondamentali nella gestione degli arresti cardiaci. 
Questo progetto mira all'acquisto ... 
Leggi di più e dona qui - https://gofund.me/8bededef

La maggioranza vota la non urgenza per la tematica "biciclette". In apertura dei lavori minoranza lascia l’aula per protesta

Il consiglio comunale di Lipari, autoconvocato in sessione urgente per oggi e che doveva trattare l'ordinanza che vieta, tra l'altro, a partire dal primo agosto, l'accesso alle biciclette nel centro storico, durante le ore in cui vige l'area pedonale, dovrà essere riconvocato in sessione ordinaria. 
Gli otto consiglieri comunali di maggioranza, presenti in aula, non hanno riconosciuto l'urgenza, votando contro. I
l regolamento comunale, prevede, che, a questo punto, l'argomento che era all'ordine del giorno, dovrà essere inserito in un consiglio comunale ordinario, da tenersi entro venti giorni da quando era stata richiesta l'autoconvocazione urgente: in questo caso dai cinque consiglieri comunali di minoranza. 
Prima del voto della maggioranza si è consumato l'ennesimo strappo tra il presidente del consiglio Antonino Russo e i quattro consiglieri d'opposizione presenti in Aula. 
Attraverso il capogruppo del misto, Adolfo Sabatini è stata contestata la procedura che si stava mettendo in atto e, subito dopo, la minoranza ha abbandonato il lavori.
In rappresentanza dell'amministrazione comunale era presente il vice - sindaco Saverio Merlino.