Vulcano: Nel pomeriggio vertice con il prefetto. Altre due abitazioni a Levante off- limits

Si è tenuto oggi pomeriggio a Vulcano un vertice al quale hnno preso parte i tecnici e vulcanologi dell’Ingv, la Protezione civile nazionale e regionale, il prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi e il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni.
E' stato fatto il punto della situazione anche alla luce della variazione di alcuni parametri che hanno portato alla chiusura delle scalate. E' stato deciso di non consentire l'accesso ad altre due villette situate a Porto Levante, in atto libere ma che vengono occupate da turisti e proprietari saltuariamente, in particolare d'estate.
Ricordiamo che, in precedenza, erano state evacuate due abitazioni nella stessa area.

Collegamenti con Ginostra: Amministrazione silente, a Giuffrè risposte direttamente da Palermo

 
REPUBBLICA ITALIANA

Regione Siciliana

Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità

Dipartimento delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti

Servizio 1 – Autotrasporto Persone - Trasporto

Regionale Aereo e Marittimo

Prot. n. 54780 del 18 ottobre 2021

Oggetto: Osservazioni bando continuità territoriale servizi di trasporto marittimo – Riscontro nota

28.9.2021

Al Sig. Gianluca Giuffrè

Gianluca.eolie@gmail.com

In relazione a quanto da Lei esposto, si ritiene necessario preliminarmente fare presente che questa Amministrazione Regionale, con Decreto n. 23/2021 ha approvato la Rete integrata dei servizi pubblici di collegamento marittimo con le isole minori, costituita dai servizi erogati con il Gestore Nazionale (SNS) e dai servizi regionali integrativi, effettuati ai sensi della L.r. 12/2002, oggetto del bando in relazione al quale sono stati da Lei mossi taluni rilievi.

Tale premessa è d’obbligo per evidenziare:
- da un canto, che la rete dei collegamenti dei servizi regionali, per la prima volta nella storia dei collegamenti marittimi tra la Sicilia e le isole minori, è costituita da un assetto unico in cui si sono eliminate sovrapposizioni e parallelismi di servizi,

- dall’altro per rilevare che i servizi previsti nel bando di che trattasi costituiscono soltanto una parte della rete dei collegamenti marittimi prevista per le isole minori.

Entrando ora nel merito, è dato evidenziare che nel nuovo assetto previsto, i collegamenti su Ginostra sono garantiti dai collegamenti con le Navi e con le Unità Veloci.

SERVIZIO NAVI. Sono previsti due linee di collegamento:
1. EO_N_01 “Milazzo-Vulcano-Lipari-S.M.Salina-Panarea-Ginostra Stromboli-Napoli”;
2. EO_N_03 “Milazzo-Vulcano-Lipari-S.M.Salina-Panarea-Ginostra Stromboli”.
Il primo servizio (EO_N_01) è garantito dalla società SNS con le partenze concordate con il Gestore attraverso l’Istanza di revisione della Convenzione, il cui percorso è in fase di completamento.
Nello specifico in Alta Stagione, sono previste 3 partenze settimanali per ciascuna direzione in luglio ed agosto e 2 in giugno e settembre, in Media Stagione 2 partenze/settimana ed in Bassa Stagione 1 partenza/settimana.

Il secondo servizio (EO_N_03) è garantito, sia da SNS sia dai servizi regionali, tutto l’anno con un’offerta su Ginostra pari a 6 partenze/settimana (4 SNS + 2 REG).

SERVIZIO UNITÀ VELOCI. Sono previsti due collegamenti:
1. EO_V_03 “Milazzo-Vulcano-Lipari-S.M.Salina-Panarea-Ginostra Stromboli”;
2. EO_V_08 “Messina-Stromboli-Panarea-S.M.Salina-Lipari”.

Per quanto attiene al rilievo in ordine alla cancellazione della “corsa serale estiva per Messina e Stromboli, con partenza da Ginostra alle 19.05” si fa presente che la previsione della corsa in partenza da Stromboli alle 18:10 con arrivo alle 21:00 a Vibo Valentia costituisce un refuso nell’indicazione “Destinazione”, in quanto l’arrivo è previsto a Milazzo anziché Vibo Valentia.
Di tale refuso è stata data anche pubblica evidenza nella pertinente sezione delle FAQ del bando.
Per cui nulla è cambiato rispetto allo stato attuale.

Deve sottolinearsi che:
 i servizi previsti in estate prevedono un significativo miglioramento, in quanto l’Alta Stagione ricopre un periodo più lungo (1/6 – 30/9) rispetto all’attuale, previsto dal 20/6 al 3/9;
 per qaunto attiene al collegamento EO_V_08 “Messina-Stromboli Panarea-S.M.Salina-Lipari” con passaggio a Stromboli, nulla osta che la proposta formulata dall’offerente possa prevedere la effettuazione anche lo scalo di Ginostra.

Per meglio evidenziare il miglioramento complessivo apportato attraverso la costruzione della nuova rete unitaria dei servizi sui collegamenti su Ginostra, si riporta di seguito un confronto tra i servizi offerti attualmente (si è preso a riferimento una settimana nelle tre diverse stagionalità) ed i servizi complessivi (SNS + REG).

Servizi attuali:
Sullo scalo di Ginostra, il seguente servizio settimanale è stato preso a riferimento come attuale:
 Bassa e Media Stagione : 24 corse/settimana;
 Alta Stagione : 47 corse/settimana.
Il Progetto di rete complessivo prevede su Ginostra la seguente offerta di servizi:

 Alta Stagione : sono previste complessivamente 112 corse/settimana di cui 56 effettuate da SNS.
Il restante servizio, 56 corse/settimana, sono previste nei servizi integrativi regionali e 28 corse/ settimana hanno l’obbligo di sostare nello scalo di Ginostra (le ulteriori 28 corse/settimana sono a discrezione dell’offerente farle transitare nello scalo di Ginostra).
Vi è da tenere conto che le 56 corse/settimana di SNS rientrano nell’ambito dell’offerta concordata con il Gestore SNS attraverso l’Istanza di revisione della Convenzione e per cui è previsto lo scalo di Ginostra per 49 corse/settimana, alle quali si sommano 28 corse/settimana del servizio regionale per un totale quindi di 77 corse/settimana.

Tale risultato rende evidente come il nuovo assetto dei servizi previsti risulti significativamente superiore a quanto offerto attualmente.
 Media Stagione : sono previste complessivamente 48 corse/settimana di cui 28 erogate da SNS.
Rispetto alle 20 corse/settimana effettuate con servizi regionali, il 50% (10 corse/settimana) ha l’obbligo di fermare a Ginostra.
Tenendo in considerazione l’assetto complessivo, il servizio garantito con 38 corse/settimana (28 SNS + 10 REG) serve obbligatoriamente lo scalo di Ginostra, per cui il servizio è significativamente superiore a quanto offerto attualmente.

 Bassa Stagione : sono previste complessivamente 38 corse/settimana di cui 28 erogate da SNS. Rispetto alle 10 corse/settimana effettuate con servizi regionali, il 50% (5 corse/settimana) ha l’obbligo di fermare a Ginostra.
Tenendo in considerazione l’assetto complessivo, 33 corse/settimana (28 SNS + 5 REG) fermano obbligatoriamente a Ginostra, per cui il servizio è superiore a quanto offerto attualmente.

Quanto sopra nell’auspicio di avere fornito adeguate rassicurazioni in ordine a quanto lamentato.

Il Dirigente Generale
Dott. F. Bellomo
Il dirigente del servizio
Dora Piazza

Collegamenti per Ginostra: Amministrazione silente a Giuffrè riceve risposte direttamente da Palermo

REPUBBLICA ITALIANA

Regione Siciliana

Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità

Dipartimento delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti

Servizio 1 – Autotrasporto Persone - Trasporto

Regionale Aereo e Marittimo

Prot. n. 54780 del 18 ottobre 2021

Oggetto: Osservazioni bando continuità territoriale servizi di trasporto marittimo – Riscontro nota

28.9.2021

Al Sig. Gianluca Giuffrè

Gianluca.eolie@gmail.com

In relazione a quanto da Lei esposto, si ritiene necessario preliminarmente fare presente che questa

Amministrazione Regionale, con Decreto n. 23/2021 ha approvato la Rete integrata dei servizi

pubblici di collegamento marittimo con le isole minori, costituita dai servizi erogati con il Gestore

Nazionale (SNS) e dai servizi regionali integrativi, effettuati ai sensi della L.r. 12/2002, oggetto del

bando in relazione al quale sono stati da Lei mossi taluni rilievi.

Tale premessa è d’obbligo per evidenziare:

- da un canto, che la rete dei collegamenti dei servizi regionali, per la prima volta nella storia dei

collegamenti marittimi tra la Sicilia e le isole minori, è costituita da un assetto unico in cui si

sono eliminate sovrapposizioni e parallelismi di servizi,

- dall’altro per rilevare che i servizi previsti nel bando di che trattasi costituiscono soltanto una

parte della rete dei collegamenti marittimi prevista per le isole minori.

Entrando ora nel merito, è dato evidenziare che nel nuovo assetto previsto, i collegamenti su

Ginostra sono garantiti dai collegamenti con le Navi e con le Unità Veloci.

SERVIZIO NAVI. Sono previsti due linee di collegamento:

1. EO_N_01 “Milazzo-Vulcano-Lipari-S.M.Salina-Panarea-Ginostra-Stromboli-Napoli”;

2. EO_N_03 “Milazzo-Vulcano-Lipari-S.M.Salina-Panarea-Ginostra-Stromboli”.

Il primo servizio (EO_N_01) è garantito dalla società SNS con le partenze concordate con il Gestore

attraverso l’Istanza di revisione della Convenzione, il cui percorso è in fase di completamento.

Nello specifico in Alta Stagione, sono previste 3 partenze settimanali per ciascuna direzione in

luglio ed agosto e 2 in giugno e settembre, in Media Stagione 2 partenze/settimana ed in Bassa

Stagione 1 partenza/settimana.

Il secondo servizio (EO_N_03) è garantito, sia da SNS sia dai servizi regionali, tutto l’anno con

un’offerta su Ginostra pari a 6 partenze/settimana (4 SNS + 2 REG).

SERVIZIO UNITÀ VELOCI. Sono previsti due collegamenti:

1. EO_V_03 “Milazzo-Vulcano-Lipari-S.M.Salina-Panarea-Ginostra-Stromboli”;

2. EO_V_08 “Messina-Stromboli-Panarea-S.M.Salina-Lipari”.

Per quanto attiene al rilievo in ordine alla cancellazione della “corsa serale estiva per Messina e

Stromboli, con partenza da Ginostra alle 19.05” si fa presente che la previsione della corsa in

partenza da Stromboli alle 18:10 con arrivo alle 21:00 a Vibo Valentia costituisce un refuso

nell’indicazione “Destinazione”, in quanto l’arrivo è previsto a Milazzo anziché Vibo Valentia.

Di tale refuso è stata data anche pubblica evidenza nella pertinente sezione delle FAQ del bando.

Per cui nulla è cambiato rispetto allo stato attuale.

Deve sottolinearsi che:

 i servizi previsti in estate prevedono un significativo miglioramento, in quanto l’Alta Stagione

ricopre un periodo più lungo (1/6 – 30/9) rispetto all’attuale, previsto dal 20/6 al 3/9;

 per qaunto attiene al collegamento EO_V_08 “Messina-Stromboli-Panarea-S.M.Salina-Lipari”

con passaggio a Stromboli, nulla osta che la proposta formulata dall’offerente possa prevedere la

effettuazione anche lo scalo di Ginostra.

Per meglio evidenziare il miglioramento complessivo apportato attraverso la costruzione della

nuova rete unitaria dei servizi sui collegamenti su Ginostra, si riporta di seguito un confronto tra i

servizi offerti attualmente (si è preso a riferimento una settimana nelle tre diverse stagionalità) ed i

servizi complessivi (SNS + REG).

Servizi attuali:

Sullo scalo di Ginostra, il seguente servizio settimanale è stato preso a riferimento come

attuale:

 Bassa e Media Stagione : 24 corse/settimana;

 Alta Stagione : 47 corse/settimana.

Il Progetto di rete complessivo prevede su Ginostra la seguente offerta di servizi:

 Alta Stagione : sono previste complessivamente 112 corse/settimana di cui 56 effettuate da SNS.

Il restante servizio, 56 corse/settimana, sono previste nei servizi integrativi regionali e 28 corse/

settimana hanno l’obbligo di sostare nello scalo di Ginostra (le ulteriori 28 corse/settimana sono a

discrezione dell’offerente farle transitare nello scalo di Ginostra).

Vi è da tenere conto che le 56 corse/settimana di SNS rientrano nell’ambito dell’offerta concordata

con il Gestore SNS attraverso l’Istanza di revisione della Convenzione e per cui è previsto

lo scalo di Ginostra per 49 corse/settimana, alle quali si sommano 28 corse/settimana del servizio

regionale per un totale quindi di 77 corse/settimana.

Tale risultato rende evidente come il nuovo assetto dei servizi previsti risulti significativamente

superiore a quanto offerto attualmente.

 Media Stagione : sono previste complessivamente 48 corse/settimana di cui 28 erogate da SNS.

Rispetto alle 20 corse/settimana effettuate con servizi regionali, il 50% (10 corse/settimana) ha

l’obbligo di fermare a Ginostra.

Tenendo in considerazione l’assetto complessivo, il servizio garantito con 38 corse/settimana

(28 SNS + 10 REG) serve obbligatoriamente lo scalo di Ginostra, per cui il servizio è significativamente

superiore a quanto offerto attualmente.

 Bassa Stagione : sono previste complessivamente 38 corse/settimana di cui 28 erogate da SNS.

Rispetto alle 10 corse/settimana effettuate con servizi regionali, il 50% (5 corse/settimana) ha

l’obbligo di fermare a Ginostra.

Tenendo in considerazione l’assetto complessivo, 33 corse/settimana (28 SNS + 5 REG)

fermano obbligatoriamente a Ginostra, per cui il servizio è superiore a quanto offerto attualmente.

Quanto sopra nell’auspicio di avere fornito adeguate rassicurazioni in ordine a quanto lamentato.

Il Dirigente Generale

Dott. F. Bellomo

Il dirigente del servizio

Dora Piazza


Turismo, da domani al Marina di Capo d’Orlando la V BTE – Borsa del turismo extralberghiero

COMUNICATO STAMPA 

Palermo, 18 ottobre 2021. Da domani, 19 ottobre al 21 torna la BTE torna la Borsa del Turismo extralberghiero organizzata da Confesercenti Sicilia con il sostegno della Regione Siciliana e dedicata alle strutture alternative all’hotellerie: B&B, case vacanza, camping, agriturismi, locazioni turistiche, charter nautici. Oltre 120 i titolari di strutture presenti per presentare la propria offerta a 20 buyerprovenienti dall’Italia e dall’Estero. Una composizione di offerta ricettiva che conta circa 6000 strutture in Sicilia e che nel panorama delle Isole europee colloca l’Isola, per numero di imprese, al secondo posto, subito dopo il sistema insulare dell’Egeo Meridionale (7370 strutture). Un comparto in continua crescita negli anni pre-Covid e che ha saputo resistere alla pandemia, secondo lo studio elaborato dall’OTIE - Osservatorio turistico delle Isole europee per BTE che sarà presentato alla tavola rotonda di apertura (19 ottobre, ore 10) di questa V edizione dal titolo “L'offerta turistica siciliana al tempo del Covid e le dinamiche del turismo extra alberghiero”.

Dati, numeri e tendenze saranno il punto di partenza per il confronto che vedrà impegnati: il presidente di Assoturismo Confesercenti Vittorio Messina; gli assessori regionali, Savatore Cordaro(Territorio e dell’Ambiente), Mimmo Turano (Attività Produttive) e Manlio Messina (Turismo dello Sport e dello Spettacolo); e il presidente dell’Agenzia Nazionale del Turismo, Giorgio Palmucci. In apertura, porterà i saluti alla platea e alla BTE, il sindaco di Capo d’Orlando Francesco Ingrillì.

«La tavola rotonda - dice Vittorio Messina- è il primo di una serie di incontri pensati all’interno della BTE per affrontare in maniera ragionata i nodi e le opportunità del turismo extralberghiero. Una componente essenziale per la ricettività, per far crescere gli arrivi e soprattutto per promuovere nuovi territori, ricchi di tradizioni e beni culturali eppure ancora attenzionata. Abbiamo strutturato questa Borsa in modo da offrire momenti di analisi ma anche di formazione e di incontro tra gli operatori. La ricettività è intimamente legata ai servizi, alla ricchezza culturale dei luoghi, alle esperienze che è possibile praticare. Alla BTE tutto questo trova un punto di incontro».

Al Marina di Capo d’Orlando, con vista sull’arcipelago delle Eolie (a cui l’indagine OTIE dedica un focus specifico), un’area sarà dedicata ai b2b: i titolari delle strutture ricettive potranno parlare a tu per tu, presentando la propria offerta, con una ventina di buyerprovenienti da Canada, Francia, Polonia Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Russia, Spagna. I tour operator insieme ad alcuni giornalisti della stampa specializzata sono arrivati ieri sera e questa mattina dal centro storico di Catania ha preso il via l’educational tour che proseguirà per tutta la giornata, proseguendo il 21 ottobre, alla fine della Bte. Un modo per conoscere il territorio ed entrare in contatto con il patrimonio di beni ambientali, culturali ed eno- gastronomici, raccogliendo impressioni utili a costruire pacchetti turistici verso l’Isola.

 Al Marina sarà allestita anche l’ExpòBTE, un’ampia area espositiva aperta a tutti: addetti ai lavori che potranno stringere rapporti commerciali per forniture e nuove partnership ma anche a curiosi, famiglie e giovani che potranno scoprire nuovi itinerari, percorsi esperienziali e produzioni artigianali. «Durante la due giorni orlandina – aggiunge Michele Sorbera, direttore di Confesercenti Sicilia -  abbiamo programmato vari momenti formativi a supporto degli imprenditori e del territorio. La strategia della Borsa è fermarsi ogni anno in un territorio diverso, dialogando con i protagonisti di quella parte dell’Isola. Capo d’Orlando, tra Messina e Palermo, è un luogo ricco di bellezze paesaggistiche e con una forte potenzialità turistica». Il via ai seminari il 19 ottobre con l’incontro “Il quadro legislativo del sistema ricettivo extralberghiero” tenuto dall’esperto di legislazione turistica Saverio Panzica (che lo replicherà il 20 ottobre alle 17,00 per venire incontro a tutte le richieste pervenute); mentre martedì 19,00 alle 17,00 si terrà il seminario “Le opportunità derivanti dalle agevolazioni regionali e statali rivolte alle diverse tipologie di strutture extralberghiere” con l’esperto di finanza agevolata Giuseppe Butticé.

Il 21 ottobre la BTE si sposta in provincia di Catania al Radice Pura horticultural parkdi Giarre per il Focus sull’enogastronomia con un networking dinner riservato ai buyer.

Azienda Papardo: Conferite 15 direzioni di unità operative semplici e dipartimentali. Il dg Paino: “Prosegue attività di riqualificazione del nostro ospedale”

L'Azienda ospedaliera Papardo, ha conferito nella giornata di oggi quindici direzioni di unità operative semplici e dipartimentali. Nello specifico il nuovo assetto organizzativo riguarda undici unità operative semplici e tre unità semplici dipartimentali. A queste si aggiunge l’incarico di facente funzione per la direzione di neonatologia. Si tratta della direzione delle:

-    U.O.S. di Chirurgia mini-invasiva del rachide presso la U.O.C. di Ortopedia e tramuatologia (Dr. Aliberti Claudio)

-    U.O.S. di Cardiochirurgia mininvasiva e strutturale presso l’U.O.C. di Cardiochirurgia (Dr. Ceresa Fabrizio)

-    U.O.S. di Sistema informativo statistico presso la U.O.C. di Coordinamento Staff Aziendale (dr.ssa Causini Loredana)

-    U.O.S.D. di Reumatologia presso il Dipartimento Medico (Dr. Molica Colella Aldo Biagio)

-    U.O.S.D. di Nefrologia con dialisi presso il dipartimento medico (Dr. Monardo Paolo)

-    U.O.S. di Ingegneria clinica presso la U.O.C. di Coordinamento Staff Aziendale (Dr. Morello Giovanni)

-    U.O.S. di Rischio Clinico presso l’U.O.C. di Coordinamento Staff Aziendale (Dr. Franciò Giuseppe)

-    U.O.S. di Microbiologia e virologia presso l’U.O.C. di Laboratorio Analisi (Dr.ssa Giunta Elena)

-    U.O.S. di Diagnosi prenatale ed ecografia operativa presso l’U.O.C. di Ostetricia e ginecologia (Dr. Arbuse Silvestro)

-    U.O.S.D. di Medicina Nucleare presso il dipartimento di Oncoematologia (Dr. Lipari Renato)

-    U.O.S. di Utic presso l’U.O.C. di Cardiologia (Dr. Paleologo Giuseppe)

-    U.O.S. di Internazionalizzazione e ricerca sanitaria presso l’U.O.C. di Coordinamento Staff Aziendale (Dr.ssa Paratore Francesca)

-    U.O.S. di Angiologia Medica presso l’U.O.C. di Medicina (Dr. Quartuccio Sergio)

-    U.O.S.D. di Radioterapia presso il dipartimento di oncoematologia (Dr.ssa Santacaterina Anna)

-    Conferimento di incarico di sostituzione temporanea del Direttore di Struttura Complessa di Neonatologia al Dr. Angelo Daneri.

“Prosegue l’attività di riqualificazione del nostro ospedale. Queste nomine dirigenziali arricchiscono il nostro livello di specializzazione - ha dichiarato il Direttore Generale dell’AO Papardo Dr. Mario Paino - che pertanto si inquadrano quindi nel percorso già tracciato di miglioramento dell’efficienza sia organizzativa che gestionale dell’intera azienda ospedaliera. A tutti i nuovi responsabili delle unità operative vanno i miei migliori auguri di buon lavoro.

Restituiti i 38 reperti sottratti dal relitto di Capistello. L’auspicio è che ora tornino “a casa” al Bernabò Brea

Si è conclusa oggi a Palermo, con la restituzione di 38 reperti archeologici, da parte del direttore dell’Allard Pierson Museum di Amsterdam, Wim Hupperez, alla Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana, la vicenda relativa alla sottrazione illecita di questi cimeli da un relitto affondato nella Secca di Capistello a Lipari. 

 Presenti alla cerimonia di consegna, oltre al direttore del museo olandese, l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà, la soprintendente del mare, Valeria Li Vigni e il comandante del Nucleo tutela del patrimonio culturale dei carabinieri, maggiore Giangluigi Marmora.


I reperti, tutti provenienti da quello che è stato soprannominato il “relitto maledetto” (per via di incidenti, anche mortali che hanno interessato sub e studiosi), furono individuati dal professor Sebastiano Tusa, in occasione di una mostra tenutasi ad Amsterdam, che non ebbe dubbi sul fatto che provenissero dai fondali eoliani. 
 “I nostri tesori - ha sottolineato l'assessore Samonà - tornano finalmente a casa, grazie alla competenza di Sebastiano Tusa e all’intervento del Nucleo di tutela del patrimonio culturale dei carabinieri. Un prezioso pezzo di storia, illecitamente sottratto, rientrato in Sicilia e che sarà restituito alla collettività”. 
 
La restituzione di oggi, è stata definita nel 2020 a seguito di un accordo tra la direzione del museo olandese e la Soprintendenza del mare. 
L’auspicio, adesso, è che i preziosi reperti possano tornare realmente “a casa” e cioè al museo “Bernabò Brea” di Lipari.

INGV effettua monitoraggio delle fumarole a Vulcano (testo, foto e video da INGV vulcani)

Il 12 ottobre 2021, alcuni ricercatori della Sezione di Palermo dell’INGV hanno effettuato il campionamento delle fumarole dell’Isola di Vulcano. Questo campionamento viene effettuato periodicamente per valutare lo stato di attività del vulcano, anche quando il livello di allerta è verde. In caso di anomalie persistenti, la frequenza del campionamento viene aumentata.
Da anni, il campionamento avviene con cadenza bimestrale. A causa del recente passaggio del livello di allerta da Verde a Giallo disposto dal Dipartimento della Protezione Civile per l’Isola di Vulcano, la frequenza è ora mensile. 
Sono stati prelevati campioni di gas secco, gas arricchito (Metodo di Giggenbach) e campioni di vapore condensato. I siti di campionamento sono 4 fumarole di alta temperatura poste sul bordo e sul fianco interno del Cratere de La Fossa e una fumarola di bassa temperatura sulla spiaggia di Levante.
I campioni prelevati sono stati consegnati ai laboratori della Sezione di Palermo per le successive analisi chimiche ed isotopiche. Contestualmente al campionamento sono state effettuate misure di temperatura. Le temperature raggiunte dai gas emessi dalle fumarole superano facilmente i 100°C e non possono essere misurate con normali termometri. Lo strumento che adoperiamo (che si vede in foto) è una termocoppia di tipo K. I valori misurati cambiano nel tempo e possono essere molto diversi nelle varie fumarole. Quella monitorata nelle immagini aveva una temperatura di 344°C.


(Testo di Alessandro Gattuso, Fausto Grassa, Franco Italiano e Leonardo La Pica) - Foto e Video di Fausto Grassa