Covid: A Leni situazione epidemiologica sotto attenzione. Sabato campagna straordinaria di screening. In Sicilia altri 1400 casi e ricoveri in aumento

Sono 1.409 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, con l'isola che resta la regione più colpita dai contagi in questa ondata estiva della pandemia. I tamponi processati sono stati 21.519, con un tasso di positività al 6,5%. Altre 9 le vittime (6.259 in totale) ma la Regione precisa che quattro di queste si riferiscono al 24 agosto, tre al 23 e due al 12 agosto. I guariti sono 841, per un totale di 236.808 mentre i casi complessivi hanno raggiunto quota 268.573.

Ancora in aumento il numero di pazienti ricoverati negli ospedali: sono 751 quelli in area medica, con un incremento di 11 unità rispetto a ieri. Restano stabili invece i numeri in terapia intensiva, con 102 posti letto occupati e 6 nuovi ingressi in rianimazione nelle ultime 24 ore

La Cava: “Avremmo dovuto continuare la protesta per l’ospedale e renderla dirompente”

di Alessandro La Cava
“L’uomo che non fa niente, non sbaglia mai.” 
Ho smesso di occuparmi della questione “ospedale di Lipari” non perché non mi interessava risolverla ma perché ho dovuto purtroppo costatare con i miei occhi, anche davanti ad una morte innocente, che i politici di ogni ordine e grado, di destra e di sinistra, nazionali, regionali e locali, hanno dimostrato totale insensibilità e totale disinteresse al l’argomento perché politicamente venduti ed asserviti a logiche che faccio ancora fatica a comprendere, sopratutto se anteposte alla salute dei cittadini.

Eppure l’ospedale dal punto di vista strutturale e strumentale è ben messo ed allora perché non si espletano i concorsi già scaduti a marzo?

Quando, il DG Alagna, intende istituire la commissione d’esame?

Ancora una volta è necessario soddisfare gli interessi politici, anteporli alla salute dei cittadini ed aspettare il prossimo turno elettorale

Sono stato criticato da alcuni amici, giustificati dalla poca esperienza, per aver deciso di non continuare questa “mediazione istituzionale con l’Asp” ma a distanza di altri 4 mesi da quella convinta decisione continuo a non vedere progressi e se questo da un lato mi sconforta, dall’altro lato conferma la validità della mia decisione.

Avremmo dovuto continuare la protesta (per onestà devo dare ragione a Corrieri) e renderla ancora più dirompente ma abbiamo ceduto, io per primo, alla mediazione istituzionale per non esasperare ancora di più gli animi.
Abbiamo sbagliato, ho sbagliato!

Ad un anno da quel tragico giorno che ci ha portato via Lorenza, l’ospedale è messo peggio e chiedo scusa a quanti mi hanno dato fiducia ed hanno creduto,come me, che qualcosa potesse cambiare.
Se tornassi indietro continuerei la protesta seguendo l’istinto, la rabbia che avevo nel cuore.

Alle volte,ad anteporre la razionalità ai sentimenti, si sbaglia!

“Scultura” moderna ad Acquacalda (di Francesco Coscione)

Riceviamo e pubblichiamo:
Scultura moderna in ferro all'ingresso della spiaggia di Acquacalda proprio accanto al pontile. Probabilmente parte della demolizione del vecchio pontile in ferro. La ditta che ha eseguito i lavori non esiste più, il Comune non è che può controllare ogni angolo del suo territorio, la provincia figuriamoci, forse lì per competenza territoriale dovrebbe essere interessata la capitaneria di Porto... No forse no perché è appoggiata al muretto di pertinenza della provincia. In ogni caso per prudenza consiglio di evitare di farsi male perché se morite di tetano i vostri eredi non prendono 1 centesimo.

Cocina (Protezione Civile Sicilia) scrive a Olga Mondello Franza: “Grazie per il supporto logistico offerto durante l’emergenza incendi”. Il presidente del Gruppo C&T: “Abbiamo solo fatto la nostra parte”.

COMUNICATO STAMPA

Messina - 25/8/2021 - “Sento il dovere istituzionale di porgere sentiti ringraziamenti, a nome di tutto il sistema regionale di Protezione Civile, per la fattiva collaborazione prestata per il passaggio dei numerosi volontari e dei mezzi provenienti dalle regioni del nord. Avete così consentito il libero, gratuito ed agevolato transito delle Colonne Mobili Regionali di Protezione Civile che ci hanno supportato con perizia e impegno durante il periodo dell’emergenza incendi. Tale vostra sensibilità, peraltro già manifestata in occasione dell'emergenza Covid vi inserisce a pieno titolo nel sistema nazionale di Protezione Civile, e consente a noi di poter continuare a contare sul vostro sostegno”.

È quanto si legge nella nota che Salvatore Cocina, capo del Dipartimento Regionale della Protezione Civile della Regione Siciliana, ha inviato al presidente del Gruppo Caronte & Tourist, Olga Mondello Franza.

“Abbiamo solo fatto la nostra parte” - scrive in risposta il presidente del Gruppo C&T. Che ha voluto a sua volta ringraziare “i volontari, i tecnici e tutti coloro che sotto il puntuale e sapiente coordinamento della Protezione Civile hanno generosamente e duramente lavorato per limitare i danni causati dalla irresponsabile e criminale azione di persone o gruppi organizzati che non amano la Sicilia”.

Ricordiamo che lo scorso 2 agosto, non appena decretato lo stato di mobilitazione del Servizio Nazionale della Protezione Civile in conseguenza della gravissima emergenza incendi in Sicilia, Caronte & Tourist aveva immediatamente messo a disposizione le proprie navi e predisposto una corsia preferenziale a Villa San Giovanni per facilitare l’imbarco dei 130 volontari e dei 58 mezzi al seguito provenienti da Emilia Romagna, Friuli, Lombardia, Piemonte, Veneto, Provincia autonoma di Bolzano e Provincia autonoma di Trento.