La Sicilia resta in bianco ma oggi si registrano altri 1134 positivi al Covid.

Il "declassamento" al momento non ci sarà. L'occupazione dei posti letto rimane ancora sotto la soglia minima consentita, dato questo che al momento permette alla Sicilia e di restare "in bianco". Alla luce dei parametri fissati, l'isola eviterà il passaggio al giallo

Domani l'Istituto Superiore di Sanità e il Ministero sanciranno la permanenza in zona bianca di tutta Italia almeno fino al 23 agosto. 

Nelle ultime 24 ore i nuovi positivi in Sicilia sono stati 1.134 su 16.602 tamponi processati e l'indice di positività è salito al 6,8% (ieri 6%). È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute. 

I decessi sono stati 12 ma, come comunica la Regione Siciliana, 5 vittime risalgono allo scorso 10 agosto, una al 6 agosto e 1 al 28 giugno. Sono 472 i guariti.
 La percentuale di posti occupati in area medica è al 14% La percentuale di posti occupati in terapia intensiva è all’8 % (+1% rispetto a ieri)

Loveral e Comune di Lipari ai ferri corti. Ditta ottiene decreto ingiuntivo dal Tribunale di Barcellona. Giorgianni incarica legale per opporsi

Un decreto ingiuntivo di euro 390.772,08 più interessi e spese varie, relativo a fatture non pagate, è stato emesso dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto nei confronti del Comune di Lipari e a favore della Loveral, la società aggiudicataria del servizio rsu nelle sei isole del Comune. 
Con determina sindacale 62/21, prodotta in data odierna, il sindaco Marco Giorgianni ha affidato un incarico legale all'avvocato Giampiero D'Alia per opporsi al decreto ingiuntivo. 
L'onorario da corrispondere al professionista è stato fissato in tremila euro, al lordo di ogni onere fiscale. Prevista anche la corresponsione di un acconto di millecinquecento euro.
Da quanto apprendiamo la liquidazione delle fatture non è avvenuta a seguito delle contestazioni in danno, avanzate dagli uffici comunali per servizi non resi dalla Loveral.  

Panarea. Locale chiuso in via preventiva e 4 positivi. A Lipari sarebbero in 7.

Un locale di Panarea è stato chiuso ieri, in via preventiva ed in attesa di sanificazione, per via della positività riscontrati in due dipendenti. 

Sull'isola, da quanto trapela, ci sarebbero altri due positivi: un turista ed un uomo che lavora momentaneamente sull'isola.

A Lipari i positivi sarebbero sette. Questo quanto trapela. 

Per il resto i numeri che circolano (15 - 20 positivi) non trovano conferme ufficiali.


Lipari: Malessere per due operatori ecologici. Per uno dei due interviene il 118

Due operatori ecologici, probabilmente per il troppo caldo ma anche per lo stress al quale sono sottoposti in questa tremenda stagione estiva, sono stati colti da malessere stamane a Lipari. 

Uno dei due è stato trasferito con l'ambulanza del 118 al pronto soccorso ma, per fortuna, le sue condizioni non destano preoccupazione.

Un secondo, dopo essersi ripreso, è stato accompagnato a casa dai famigliari. Anche per lui nessuna preoccupazione.

Per entrambi, ovviamente, solo una comprensibile paura sul momento

Il nostro augurio è che si rimettano presto

Oltre 15 chilometri di spadara intercettata e sequestrata al largo di Salina. Sea Sheperd: Il più importante sequestro degli ultimi 4 anni”

 L’equipaggio della motonave Conrad di Sea Sheperd Italia, impegnata nell’operazione Siso, ha reso noto in un post sulla propria pagina fb, che, al largo di Salina, ha individuato, nei giorni scorsi, quindici chilometri e ottocento metri di rete da posta derivante, tipo “spadara” e quindi illegale. 

L’imbarcazione ambientalista dopo aver verificato che la maglia della rete era di 20 centimetri, quindi si era in presenza di una spadara illegale, ha immediatamente avvisato la Guardia Costiera e da Napoli è giunta la nave“Gregoretti” che, successivamente, con gli appositi argani ha proceduto a rimuovere la rete dall’acqua, ponendola sotto sequestro. Non è stato, però, possibile risalire all’imbarcazione che ha calato in mare la rete, anche se si stanno effettuando delle verifiche affinchè si possa individuarla. 

“Si tratta – scrive in una nota l’equipaggio della  Conrad di Sea Sheperd Italia - del  più importante sequestro di tutti gli ultimi 4 anni di operazioni SISO.