Covid: in Sicilia contagio ancora in salita con 923 casi. Due decessi

Sono 923 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia a fronte di 17356 tamponi processati nell’isola. L’incidenza scende al 5,3% ieri era al 9%. L’isola resta al primo posto per nuovo contagio giornaliero. Gli attuali positivi sono 14.939 con un aumento di altri 862 casi. I guariti sono 59 mentre nelle ultime 24 ore si registrano altre 2 vittime e il totale dei decessi sale a 6.088. Sul fronte ospedaliero sono adesso 494 i ricoverati, 22 in più rispetto a ieri mentre in terapia intensiva adesso sono 52 i ricoverati, 2 in meno.

Estate sicura alle Eolie, grazie a sinergia tra Arma e territorio



“La forte collaborazione tra popolazione residente, commercianti ed i comandanti delle stazione carabinieri delle Isole Eolie – si legge in una nota del comando provinciale di Messina – ha consentito nel corso degli anni di creare una vera e propria rete di sicurezza partecipata sul territorio; in tal modo viene assicurato il corretto flusso informativo con l’Arma che, anche in considerazione delle segnalazioni ricevute, svolge attività di vigilanza sull’arcipelago garantendo un’estate sicura per tutti, residenti e turisti”.

Panarea, giovane arrestato per violenza a pubblico ufficiale. Denunciato un minorenne per resistenza

COMUNICATO COMANDO PROVINCIALE DI MESSINA
Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno arrestato in flagranza di reato un giovane, originario di Milano, e denunciato un minorenne di Roma, per i reati di resistenza e danneggiamento e, solo il primo, anche per violenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali. I Carabinieri del Posto Fisso Stagionale di Panarea, nel corso di un servizio notturno di controllo del territorio dell’isola, nei pressi del porto e dei locali frequentati dalla movida, hanno notato i due giovani, entrambi studenti, mentre si picchiavano reciprocamente e, durante la colluttazione, danneggiavano una motoape lì parcheggiata.

I militari, dopo averli separati non senza difficoltà, hanno subìto una forte resistenza da parte dei due giovani, che hanno tentato di divincolarsi energicamente per sottrarsi all'identificazione. Una volta bloccati, mentre venivano accompagnati negli uffici del Posto Fisso Carabinieri, il maggiorenne, già noto alle forze dell'ordine, ha colpito con violenza uno dei militari, facendolo rovinare a terra, e ha tenta la fuga, ma è stato subito rincorso e nuovamente fermato dai militari.

Entrambi i giovani sono stati condotti negli uffici dell’ Arma e sottoposti ad identificazione e formalità di rito. Il maggiorenne è stato arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e lesioni personali. Il minorenne dovrà rispondere della sua condotta presso l'Autorità Giudiziaria per i minorenni.