Si chiamava Giovanni Denaro lo skipper deceduto a Filicudi, professionista serie e molto apprezzato

Si chiamava Giovanni Denaro, il 60enne skipper messinese, ma residente a Furnari, che è stato ritrovato privo di vita, stamane a Filicudi Pecorini, sulla barca a vela che alcuni turisti avevano noleggiato a Portorosa per una vacanza alle Eolie.
Era considerato un vero e proprio professionista del mare, dotato di grande capacità tecniche, oltre che d'umanità, era molto apprezzato nel suo campo

Coronavirus: in Sicilia contagi in calo ma ospedali sempre più pieni, ricoveri al 10%. Nessun decesso

Sono 581 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore su 9.282 tamponi, con un tasso di positività al 6,3%. 
Si conferma un rallentamento della velocità di crescita della curva dei contagi, ormai vicina al picco: +23,5% nell'ultima settimana, nei sette giorni precedenti la crescita era stata del 64%. Non si registrano nuove vittime del virus quest'oggi mentre i guariti sono 32.

Aumenta però la pressione sugli ospedali dell'isola: sono 295 i ricoverati in regime ordinario nei reparti Covid (+20 rispetto a ieri), con un tasso di occupazione del 9,9%. In terapia intensiva invece sono occupati 33 posti letto (+2), con tre nuovi ingressi in rianimazione nelle ultime 24 ore e un tasso di occupazione del 4,9%.

L’incendio al Raya. Il comunicato della direzione della struttura

Desideriamo comunicare a tutti i nostri ospiti e ai tantissimi che ci seguono che, a causa delle alte temperature o ad un possibile corto circuito, l'area tecnica adiacente al bar della terrazza del Raya è stata colpita questa mattina da un incendio.

L'inconveniente, che ha interessato esclusivamente il locale tecnico, è stato già risolto ed entro 48 ore le attività riprenderanno regolarmente, permettendo ai nostri ospiti di godere del suggestivo panorama della nostra terrazza.

Disservizio idrico a Ginostra. Rizzo e Gugliotta scrivono a Giorgianni e Orto

I sottoscritti Avv.ti Francesco Rizzo e Annarita Gugliotta, in qualità di Consiglieri del Comune di Lipari, Isole Eolie, Gruppo “Vento Eoliano”,

Stante le recenti segnalazioni pervenute all’indirizzo degli scriventi, riguardanti il rifornimento idrico presso la Frazione di Ginostra mediante nave cisterna e l’impossibilità di operare nei giorni festivi vista la mancanza dell’operatore addetto (vedi giornata del 01/08/2021),

CHIEDONO

Di provvedere celermente con gli atti di competenza per porre fine al disservizio de quo e di stabilire un adeguato calendario di approvvigionamento idrico idoneamente pubblicizzato.

Lipari, lì 02.08.2021

Avv. Francesco Rizzo

Avv. Annarita Gugliotta

Vulcano: Controlli straordinari dei Carabinieri sull’isola. Quattro persone denunciate e 2 segnalate quali assuntori di stupefacenti.

COMUNICATO CARABINIERI

Nel corso dell’ultimo week end, nell’ambito del piano dei servizi straordinari estivi, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo (ME) hanno svolto un servizio di controllo del territorio nell’Isola di Vulcano,finalizzato alla prevenzione ed al contrasto dell’illegalità diffusa, nonché al controllo della circolazione stradale.

Durante il servizio, i Carabinieri della locale Stazione, unitamente alla Squadra Motociclisti della Compagnia di Milazzo, sono intervenuti in via Porto Levante, a seguito della segnalazione di una lite tra due uomini. Giunti sul posto militari dell’Arma hanno fermato un 31enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, sottoponendolo ad un controllo di polizia all’esito del quale è stato trovato in possesso di un coltello tipo da macellaio. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo, durante un litigio, scaturito per futili motivi, aveva aggredito un 28enne del luogo colpendolo con un pugno al volto e poi minacciandolo di morte con lo stesso coltello rinvenuto dai Carabinieri. Pertanto, l’arma è stata sequestrata e l’uomo è stato deferito, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, poiché ritenuto responsabile di lesioni personali, minaccia aggravata e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.

Nel corso dei servizi i Carabinieri hanno altresì proceduto, segnalandoli alla competente Autorità Giudiziaria, nei confronti di:

-        un 18enne, per rifiuto dell’accertamento tossicologico,poiché, controllato alla guida di un motociclo, avendo il sospetto che potesse trovarsi sotto l’effetto di stupefacenti, ha rifiutato di sottoporsi alle previste analisi;

-        un 49enne, per maltrattamento di animali, poiché, durante un controllo alla circolazione stradale, sul proprio veicolo è stato rinvenuto un piccolo suino sofferente. L’animale è stato trovato all’interno di un angusto sacco in nylon, chiuso con un cavo metallico, in condizioni di evidente sofferenza dovuta alla carente areazione. Il suino è stato pertanto sequestrato ed affidato in custodia giudiziale ad un allevatore del posto;

-        un 42enne, per furto aggravato, poiché, sottoposto a controllo, è stato trovato in possesso di un telefono cellulare che da accertamenti risultava rubato poco prima ad una cuoca in un ristorante dell’Isola.

Inoltre, durante il servizio che ha consentito di controllare più di 40 autovetture e 68 persone, con la contestazione di 11 sanzioni al Codice della Strada, i militari dell’Arma hanno posto sotto sequestro amministrativo un bus privato, utilizzato come navetta, per mancata copertura assicurativa e posto sotto fermo amministrativo un motociclo per circolazione senza l’uso del casco protettivo. Infine 2 persone sono state segnalate alla Prefettura di Messina quali assuntori di stupefacenti, poiché trovate in possesso di modiche quantità di sostanza stupefacente tipo marijuana, detenute per uso personale. La droga è stata sequestrata ed inviata al Reparto Investigazioni Scientifiche Carabinieri per le analisi di laboratorio.

Pesca, pubblicato decreto per il fermo temporaneo. Scilla “Imprese potranno scegliere il periodo di arresto”

Pubblicato dal governo Musumeci il decreto che dispone il fermo pesca temporaneo, misura obbligatoria per il 2021.
«Si tratta di un fermo biologico - spiega l'assessore regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea Toni Scilla - che cerca di aderire quanto più possibile al periodo emergenziale che le marinerie siciliane stanno attraversando a causa della pandemia e che consente alle imprese di pesca di scegliere il periodo di arresto in relazione all'andamento dei mercati.
La novità saliente di quest'anno - aggiunge - riguarda l'ampia forchetta temporale in cui le unità da pesca abilitate allo strascico potranno fermarsi per 30 giorni continuativi, da oggi al 31 dicembre 2021».
Il fermo mira anche alla salvaguardia degli stock ittici demersali, che si avvantaggiano in questo caso di una pausa, anche se parziale, ad autunno inoltrato, periodo di maggiore reclutamento tra gli individui giovanili di una stessa specie.

Skipper ritrovato cadavere in barca a Filicudi

Uno skipper di una unità da diporto, noleggiata a Portorosa, è stato ritrovato cadavere stamane, intorno alle 5 e 30, nell'imbarcazione ormeggiata al largo di Pecorini a Filicudi. A fare la tragica scoperta i turisti che avevano noleggiato il natante.

Scattato l'allarme è intervenuto, con l'ausilio dei carabinieri di Filucudi, il sanitario di turno alla guardia medica ma non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell'uomo, un sessantunenne che sarebbe residente nella provincia di Messina. 

Il corpo dello sfortunato skipper è stato trasferito con la motovedetta della Guardia costiera di Lipari, prontamente inviata a Filicudi dal comandante Donato Scolozzi, all'obitorio del cimitero di Lipari a disposizione dell'Autorità giudiziaria. 

Panarea: In fiamme uno dei bar sulla terrazza del Raya. Tempestivo intervento del vigile Ferrara scongiura danni maggiori


Incendio, stamane, intorno alle otto, nella terrazza dell'hotel Raya di Panarea. Le fiamme, presumibilmente, per un corto circuito si sono sviluppate in uno dei due bar, utilizzati per la somministrazione di aperitivi.
Le fiamme hanno investito in pieno la struttura e solo l'intervento del vigile del fuoco Maurizio Ferrara, che seppure libero dal servizio, ha evitato potessero estendersi al secondo bar. 
Ferrara, supportato dal personale dell'albergo che ha attivato gli estintori, si è lanciato tra le fiamme e utilizzando l'impianto idrico dell'albergo è riuscito, dopo trenta minuti circa, a domarle. Sul posto anche i carabinieri ed alcuni volontari.
I danni sono di una certa rilevanza in quanto la struttura bar è andata letteralmente distrutta, così come i quattro frigoriferi e altri elettrodomestici che vi erano all'interno. 
Senza il tempestivo intervento di Ferrara sarebbe potuta andare decisamente peggio


Stromboli, che vivacità. Nuova “esplosione maggiore” nella notte. La terza in meno di 20 giorni

Alle 22 e 01 di ieri, ora locale, nuova "esplosione maggiore" nella notte sullo Stromboli, così come "certificato" da Ingv e Lgs (dei quali riportiamo i comunicati). Si tratta della terza "esplosione maggiore" in meno di 20 giorni: 14 e 28 luglio e ieri. 

Nessun problema per gli isolani e i turisti. 

I parametri dell'attività vulcanica sono già rientrati nella norma

COMUNICATO INGV - OSSERVATORIO ETNEO

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che alle ore 20:01 UTC la rete di monitoraggio ha registrato un evento esplosivo maggiore rispetto all'ordinario nel settore della terrazza craterica Centrale/Centro-Sud. 

L'analisi delle immagini ha indicato che l'attività eruttiva ha prodotto una significativa emissione di materiale che ha raggiunto altezze superiori ai 150 metri sulla bocca e che si è disperso oltre la terrazza craterica interessando l'area del Pizzo e con rotolamento lungo la Sciara del Fuoco. 

A seguito dell'evento esplosivo non è stata registrata variazione dell'attività esplosiva. Dal punto di vista sismico l'evento esplosivo delle 20:01 UTC è ben visibile a tutte le stazioni sismiche di Stromboli. 

Per quanto riguarda l'ampiezza del tremore vulcanico si è osservato un repentino incremento a partire dalle 19:50 UTC con picco massimo su valori alti intorno alle 20:00 UTC. Attualmente l'ampiezza del tremore è tornata su valori medio-bassi. 

I segnali di deformazione dalle reti GNSS e clinometrica di Stromboli non mostrano alcuna variazione significativa associata all'evento esplosivo.

COMUNICATO LGS (LABORATORIO GEOFISICO SPERIMENTALE DELL'UNIVERSITA" DI FIRENZE)

Si comunica che alle ore 20:01 UTC (22:01 locali) di oggi 1 Agosto la rete di monitoraggio geofisica del Laboratorio di Geofisica Sperimentale #LGS del Dipartimento di Scienze della Terra #DSTUNIFI di #UNIFI ha registrato un evento esplosivo superiore alla norma , associato a un segnale sismico nella banda VLP di 4.1x10-5 m (in spostamento) e una deformazione del suolo di circa 0.7 microradianti (registrata al tiltmetro OHO).
Questo evento supera di quasi un ordine di grandezza l'attività ordinaria ed è compatibile con un evento esplosivo Maggiore .
La rete infrasonica indica che l'esplosione ha generato un onda di shock con pressioni di circa 600 Pa a 450 m di distanza, localizzato nel settore craterico di SW. Dalle immagini delle telecamere visibili e termiche si osserva una significativa emissione di materiale caldo con ricadute oltre la terrazza craterica .
A seguito dell'evento esplosivo non si registra una variazione significativa dell'attività esplosiva e dei parametri monitorati.
L'esplosione Maggiore ha fatto superare solo uno dei due parametri del sistema di Early Warning che ha raggiunto la soglia di pre-allarme