A Milano stamane i funerali del ragazzo deceduto a Panarea. L’isola in contemporanea lo ha salutato con il suono delle campane

Alle 11 di stamane, a Milano, si sono tenuti i funerali di Rocco Manusardi, il ragazzo milanese di 15 anni morto in mare nell'isola eoliana. 
In comunione di preghiera e di affetto, Panarea si è stretta intorno alla famiglia, che sull'isola possiede una villa,  anche attraverso un segno esterno al dolore che ha colpito ciascuno degli abitanti dell'isola. 
Allo stesso orario, infatti, Panarea ha fatto sentire la sua voce, attraverso il suono delle campane, insieme a quelle suonate nella Basilica di Sant'Ambrogio a Milano. Nello stesso tempo il parroco, padre Giovanni Longo, ha invitato la comunità a fare una brevissima pausa di silenzio in raccoglimento.


Controlli straordinari dei carabinieri a Lipari. Sequestrati oltre 40 veicoli privi di copertura assicurativa, alcuni in stato di abbandono.

(Comunicato Carabinieri) Nei giorni scorsi, nell’ambito del piano dei servizi straordinari estivi, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo (ME) hanno svolto un servizio di controllo del territorio nell’isola di Lipari, finalizzato alla prevenzione ed al contrasto dell’illegalità diffusa, nonché al controllo della circolazione stradale.

I Carabinieri della locale Stazione, unitamente alla Squadra Motociclisti della Sezione Radiomobile della Compagnia di Milazzo, hanno controllato 93 persone e 73 mezzi, sottoponendo a sequestro amministrativo 35 autoveicoli, 1 furgone e 7 motocicli privi di copertura assicurativa, tra cui diversi in stato di abbandono, situati lungo le arterie cittadine da molto tempo.

Inoltre, nel corso del servizio, i militari dell’Arma hanno effettuato cinque fermi amministrativi per circolazione con motoveicolo senza l’uso del casco protettivo ed elevato sanzioni al Codice della Strada per due mancate esibizioni di documenti di circolazione e di guida, una per l’uso del telefono cellulare durante la guida ed una per omessa revisione del veicolo.

Viabilità provinciale, il sindaco metropolitano De Luca ha incontrato i sindaci eoliani per fare il punto della situazione Effettuato sopralluogo all’istituto “Conti” dove saranno realizzati interventi per circa 5 milioni di euro

COMUNICATO

Si è svolta stamane a Lipari l'ultima giornata di un intenso ciclo di incontri che ha visto il Sindaco Metropolitano di Messina, dott. Cateno De Luca, a confronto con i Sindaci di Lipari, S. Marina Salina, Leni e Malfa per un aggiornamento sulle criticità presenti sulle strade provinciali ricadenti nell'arcipelago eoliano.
I massimi rappresentanti dei Comuni eoliani hanno espresso apprezzamento per l'attività messa in campo da Palazzo dei Leoni ed hanno indicato nel rafforzamento della messa in sicurezza stradale un punto fondamentale per lo sviluppo economico e turistico dell'intero arcipelago.
In tal senso saranno recepiti gli indirizzi dei sindaci e saranno avviate delle perizie complementari per la segnaletica orizzontale e verticale utilizzando, se necessario, fondi della Città Metropolitana di Messina o quelli extra bilancio.
Alcuni interventi di messa in sicurezza sono stati già realizzati mentre altri sono in corso di appalto, di progettazione o in attesa di decreto di finanziamento anche se restano alcune criticità dovute all’assenza di interventi di manutenzione ordinaria nell’ultimo decennio ed alle quali sarà data una necessaria soluzione.
Particolare attenzione è stata posta alle prospettive legate al futuro Piano Strategico Metropolitano in cui sarà fondamentale la collaborazione dei Comuni che dovranno elaborare progetti cantierabili nell’ambito di una strategia che tenga conto delle peculiarità dell’area eoliana.
Successivamente il Sindaco Metropolitano Cateno De Luca, accompagnato dal Sindaco di Lipari Marco Giorgianni, dal Capo di Gabinetto dott. Francesco Roccaforte e dal Dirigente dott. Salvo Puccio, ha incontrato la Dirigente scolastica dell'istituto superiore “Isa Conti Eller Vainicher”, prof.ssa Tommasa Basile.
Nel corso del sopralluogo, il dott. Salvo Puccio ha comunicato che i lavori di ampliamento verranno appaltati nel prossimo mese di agosto ed avranno inizio nel mese di ottobre. Il finanziamento di 2.400.000 euro è stato messo a disposizione dalla Città Metropolitana di Messina nell'ambito del Masterplan.
Gli interventi prevedono la demolizione del corpo della palestra per la creazione di nuovi classi moderne ed efficienti e lo smantellamento delle vecchie aule per la ricostruzione della palestra nel complessivo adeguamento strutturale ed impiantistico.
Nel frattempo sono stati assegnati ulteriori lavori per 2.4 milioni di euro dalla programmazione ministeriale per i quali si sta concludendo la progettazione degli interventi di efficienza energetica, tecnica ed impiantistica.
Questi ulteriori lavori saranno avviati nel dicembre 2022.
Complessivamente i fondi destinati alla sistemazione del "Vainicher” saranno 4.800.00 di euro.
Infine, si è convenuto di poter utilizzare l'istituto anche nei mesi estivi per corsi alloggio per studenti stranieri.
“Oggi ho completato il tour con i Sindaci di tutta la provincia – ha dichiarato il Sindaco Metropolitano Cateno De Luca – e sono soddisfatto per l’ampia partecipazione complessiva che ha sfiorato il 90% di presenze. Dopo la riunione con i colleghi delle Eolie mi sono recato al liceo Vainicher per incontrare la dirigente prof.ssa Tommasa Basile con la quale ho effettuato un sopralluogo legato all’avvio dei tanto attesi lavori di ampliamento per i quali abbiamo destinato circa 5 milioni di euro. Tutto questo mi rende particolarmente soddisfatto perché è il frutto delle costanti interlocuzioni messe in atto con il Sindaco di Lipari e con la Dirigente dirigente prof.ssa Tommasa Basile e della riprogrammazione e dei piani di investimento che abbiamo messo in atto”.
Per ciò che riguarda gli interventi programmati nella zona Isole Eolie, l’importo dei lavori in corso di appalto ammonta a 1.400.000 di euro mentre 649.180 euro sono destinati alla progettazione in corso.
Viabilità - gli interventi programmati risultano così distribuiti:
- Progetto di sistemazione, consolidamento e protezione del piano viabile e delle relative pertinenze delle SS. PP. ricadenti nelle Isole Eolie, importo di euro 500.000;
- Opere consolidamento galleria e difesa costiera (richiesto finanziamento anche al Dipartimento Regionale Protezione Civile) S.P. 181 di Pignataro - Lipari, importo di euro 400.000;
- Consolidamento dei versanti a monte della carreggiata ed interventi strutturali di difesa costiera a protezione della strada S.P. 180 Canneto, importo di euro 500.000.
INTERVENTO IN CORSO DI PROGETTAZIONE
- Eliminazione frana, consolidamento pendii, opere di contenimento, raccolta e convogliamento acque, risagomatura piano viabile strada provinciale agricola Filicudi Porto-Pecorini a mare (isola di Filicudi) - Comune di Lipari, importo di euro 649.180;
Nell’elenco mancano gli interventi del MIT (Programma straordinario di manutenzione della rete viaria di Province e Città Metropolitane di cui al D.M. 49/2018) per le Isole Eolie in corso di esecuzione ed il cui finanziamento ammonta a complessivi 937.600 euro.
Edilizia scolastica Liceo Scientifico “Isa Conti Eller Vainicher” - gli interventi programmati risultano così distribuiti:
- Patto per la Città Metropolitana (Masterplan) progetto in corso di approvazione, importo di euro 2.500.000;
- Legge stabilità 2019 (L. 145/2018 art. 1 comma 883) in programma annualità 2024, importo di euro 2.455.300.

Cosa hanno chiesto amministratori a De Luca. Il sunto, il comunicato dell’amministrazione liparese e il video dell’intervento di Giorgianni

Come già da noi anticipato si è tenuto stamane l'incontro tra il sindaco metropolitano Cateno De Luca e le amministrazioni isolane. Per quanto concerne Salina i due sindaci Domenico Arabia (Santa Marina Salina) e Giacomo Montecristo (Leni), così come il rappresentante del Comune di Malfa, Bartolo Profilio, hanno evidenziato tutte le criticità inerenti la viabilità provinciale, tracciandone le priorità in un quadro completo ed esaustivo, a cominciare dalla segnaletica stradale. Si è anche parlato della Riserva naturale e De Luca ha annunciato che sarà ripristinato l'ufficio della ex Provincia, in quel sito.

Per quanto concerne le sei isole del Comune di Lipari affidiamo al comunicato dell'amministrazione comunale e al video dell'intervento del sindaco Marco Giorgianni l'enunciazione di quanto è stato trattato.


IL COMUNICATO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LIPARI

COMUNICATO STAMPA

            Si è tenuto questa mattina, al Palazzo Comunale, l’incontro convocato dal Sindaco Metropolitano Cateno De Luca con il Sindaco di Lipari Marco Giorgianni, il Dirigente del III Settore Mirko Ficarra e l’Assessore alla viabilità Daniele Orifici, i Sindaci dei Comuni di Santa Marina Salina e Leni e il responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Malfa, alla presenza dei tecnici e dirigenti della Città Metropolitana di Messina per trattare lo stato di attuazione degli interventi sulla rete viaria provinciale insistente sul territorio delle Isole Eolie.

            Sono stati illustrati gli interventi e le progettualità in essere da parte dell’Ente Metropolitano, con particolare riferimento a un finanziamento pari a 1.400.000, a valere sui fondi MIT, che riguarderà l’intero comprensorio eoliano in termini di sistemazione, consolidamento e protezione del piano viabile (realizzazione di muretti, cunette, pavimentazione, segnaletica, guardrail e regimentazione delle acque) e un finanziamento di circa 600.000,00 euro per lavori di sistemazione nella zona di Filicudi – Pecorini per la messa in sicurezza dei versanti.

            Il Sindaco Marco Giorgianni, nel suo intervento, ribadendo le continue interlocuzioni e corrispondenza tra Comune ed ex Provincia in merito,  ha sollecitato l’esigenza imprescindibile di una azione sistematica e risolutiva su tutte le isole su cui insiste la viabilità provinciale (Lipari, Vulcano e Filicudi) ponendo l’attenzione sulla necessità di una attività costante e programmatica di manutenzione di tutte le strade e le aree verdi di competenza metropolitana, tenendo conto della vivibilità del territorio sia nei mesi invernali come prevenzione del rischio allagamenti, frane o comunque dei rischi derivati dal maltempo, che nella stagione estiva per quel che riguarda la scerbatura, il decoro urbano e la prevenzione incendi, comprendendo altresì la sostituzione e manutenzione della segnaletica orizzontale e verticale ai fini della sicurezza stradale.

Si è trattata poi la problematica urgente relativa alla provinciale di Bagnamare, che necessita di un intervento strutturale e di sicurezza stradale. Si è trattato, in proposito, il progetto definitivo che riguarda la realizzazione di un percorso pedonale di collegamento tra Lipari- Marina Lunga e Pignataro, già prodotto dal Comune di Lipari e inviato alla Città Metropolitana lo scorso anno, per una maggiore sicurezza degli utenti ma anche per una più adeguata fruizione turistica.

Il Sindaco ha rappresentato poi l’urgenza di sbloccare l’iter relativo alla SP181 Canneto-Acquacalda per il ripristino definitivo e in sicurezza della viabilità, con particolare riferimento ai ponti di Porticello, dove insiste una limitazione alla circolazione ormai da numerosi anni e per cui sappiamo essere in corso la procedura di finanziamento delle opere.

            Il Sindaco Metropolitano Cateno De Luca, alla luce delle richieste, ha dato mandato ai propri dirigenti e uffici di effettuare nel breve tempo una ricognizione sullo stato attuale delle infrastrutture stradali e di quanto di competenza della Città Metropolitana sul territorio così da programmare interventi sia urgenti che di programmazione, e ha contestualmente chiesto alle Amministrazioni Eoliane di formulare delle proposte progettuali definitive ad alta strategicità da inserire nel redigendo Piano Strategico Metropolitano, riaggiornando i lavori al prossimo ottobre.

A seguire è stato effettuato un sopralluogo all’Istituto Superiore Isa Conti, sempre alla presenza del Sindaco Giorgianni e dell’Assessore Tiziana De Luca, unitamente alla Dirigente Scolastica Prof.ssa Tommasa Basile, visto il finanziamento di oltre 2 milioni di euro per interventi di adeguamento e ristrutturazione dell’Istituto, cui seguirà, nei prossimi anni, un ulteriore stanziamento di euro 2.400.000,00 che, di fatto, restituiranno ai nostri studenti e a tutta la comunità eoliana un nuovo polo scolastico moderno e funzionale.

L’Amministrazione Comunale

IL VIDEO DELL'INTERVENTO DEL SINDACO MARCO GIORGIANNI

Pesca, in pubblicazione tre nuovi bandi per 5 milioni di euro Scilla: “Aiuti al settore ittico per la crisi economica da Covid 19”

Cinque milioni di euro a sostegno della pesca siciliana per attutire i danni causati dall'emergenza Covid-19.
L'assessorato regionale alla Pesca pubblicherà nelle prossime ore tre nuovi bandi riservati alle imprese ittiche e a tutta la filiera che va dalla pesca all’acquacoltura passando per il comparto della trasformazione. L'intervento è finanziato con le risorse del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp), attraverso una riprogrammazione del piano finanziario del Programma operativo regionale 2014-2020.

«La Sicilia - afferma l'assessore alla Pesca mediterranea Toni Scilla - mette a disposizione oltre 4 milioni di euro per le imbarcazioni che hanno sospeso temporaneamente l’attività di pesca a causa del blocco dei mercati e del crollo della domanda di prodotti ittici, somme che andranno alle imprese armatrici in base alla stazza della barca e ai giorni di sospensione. Con la stessa riprogrammazione finanziaria il governo Musumeci sosterrà anche le imprese dell’acquacoltura e della trasformazione, con rispettivamente 500 mila euro per ciascun settore, al fine di mitigare la perdita di reddito».

Nel dettaglio, i tre bandi riguardano la misura 1.33 "Arresto temporaneo delle imbarcazioni da pesca", la misura 2.55 "Misure sanitarie per l’acquacoltura" e la misura 5.69 "Trasformazione".

Questa dotazione economica si aggiunge ai 15 milioni già stanziati un anno fa dal governo regionale con la legge di stabilità, attraverso il rifinanziamento del Fondo di solidarietà della pesca e dell’acquacoltura istituito dall’art. 39 della Legge regionale n. 9/2020, provenienti dalla riprogrammazione del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020 e messi a bando lo scorso novembre.
Somme che adesso potranno essere liquidate a quasi duemila imbarcazioni, cinquemila pescatori e a tutte le imprese siciliane dell’acquacoltura.

I sindaci eoliani hanno incontrato il sindaco metropolitano De Luca.

Le amministrazioni eoliane hanno incontrato quest'oggi, nella sala di rappresentanza del Comune di Lipari, il sindaco metropolitano Cateno De Luca, accompagnato nella trasferta dai tecnici di Palazzo dei Leoni. 

Erano presenti i sindaci Marco Giorgianni (Lipari), Domenico Arabia (Santa Marina Salina), Giacomo Montecristo (Leni) ed in rappresentanza del sindaco di Malfa, l'ingegner Bartolo Profilio.

Sul tavolo il piano strategico, la viabilità provinciale e quanto ad esso connessa, la sede della Riserva naturale di Salina, l'Istituto Conti.


A seguire proporremo il video con l'intervento di De Luca e quello, successivo, del sindaco Marco Giorgianni, così come le priorità messe sul tavolo dagli amministratori di Salina


Coronavirus: Sicilia ancora sopra i 700 casi, quattro morti

In aumento i nuovi casi di Coronavirus in Sicilia: sono 724 quelli registrati nelle ultime 24 ore su 13.233 tamponi, con un tasso di positività al 5,5%. Quattro le nuove vittime del Covid mentre si registrano anche 200 nuovi guariti. Rispetto a venerdì scorso i contagi sono aumentati del 50% e con un numero di test inferiore.

Il turismo “mordi e fuggi” e i tanti quesiti delle associazioni

COMUNICATO

COMUNICATO
Come conciliare l'esigenza legittima di visitare le isole con l'esigenza della tutela del territorio, della salvaguardia dell'ambiente, della sicurezza, della salute, della economica delle isole questa è la richiesta e domanda che rivolgiamo alle Istituzioni, alle Associazioni, alle Popolazioni delle Isole. Cosa determina un turismo giornaliero senza adeguati servizi? La mancanza di servizi igienici pubblici, l'inefficienza del servizio di raccolta dei rifiuti, la mancanza di strutture sanitarie adeguate come si concilia con i dettami della Costituzione?

Come sarà assicurata la tutela della salute? Come sarà assicurata la sicurezza di abitanti ed ospiti delle isole? Come sarà assicurato il servizio dell'ordine pubblico? Come sarà garantito il buon funzionamento dei mezzi pubblici di linea, la cui attività viene intralciare dalle imbarcazioni private?

Come sarà assicurata la presenza di Vigili Urbani visto che non sono presenti nelle isole di cui stiamo parlando? Il Comune di Lipari è in grado di controllare se i ticket di sbarco sono davvero per numeri quelli che vengono introitati? Quali controlli vengono esercitati ed a cura di chi ? Ed i controlli fiscali? Quali e quanti controlli vengono esercitati sulla capienza delle imbarcazioni, il rispetto del distanziamento? Il Presidio della Capitaneria di Porto non è presente.
Le enunciazioni di turismo ecosostenibile diverranno traduzione di fatti concreti?

Vorremmo che qualcuno rispondesse a queste domande legittime e che i nostri appelli non cadessero nel vuoto.
Pro Loco Amo Stromboli - Insieme per Panarea - Noi di Panarea - Noi per Filicudi

CP- GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE

 
COMUNICATO

Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno dei principali obiettivi del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, che nell’ultimo periodo ha registrato un generale e deciso ridimensionamento grazie alla costante attività di controllo operata sia in acque territoriali sia al di fuori di esse.

Nel 2021, il Centro di Controllo Nazionale Pesca (CCNP) del Comando Generale della Guardia Costiera, ha pianificato un’operazione nazionale complessa diretta a contrastare la pesca con reti da posta derivanti irregolari, ancora utilizzate, seppur in maniera sporadica da parte di alcune marinerie.

Tali reti non vengono ancorate al fondo, ma sono lasciate libere di muoversi in balìa delle correnti grazie a dei galleggianti che permettono alla rete di posizionarsi sopra - o appena sotto - la superficie dell'acqua. Queste reti, quando irregolari, non garantendo la selettività, intrappolano specie marine protette e tra questi cetacei, mammiferi marini, uccelli e tartarughe, costituendo - di fatto - dei veri e propri muri della morte.

L’operazione “NO DRIFTNETS” (nessuna rete derivante), si è svolta sia all’interno che al di fuori delle acque territoriali nel periodo compreso tra il 15 aprile e il 15 luglio 2021, e ha previsto una serie di controlli volti a verificare l’uso e la presenza di reti irregolari a bordo delle unità da pesca in mare e a terra al momento dello sbarco dei prodotti ittici.

Nell’attività sono stati coinvolti i Centri di Controllo Area Pesca (CCAP), distribuiti capillarmente sul territorio. Nello specifico, le sedi di Palermo, Catania, Reggio Calabria, Napoli, Bari e Civitavecchia.

Nel corso dell’operazione sono stati impiegati diversi assetti aeronavali della Guardia Costiera sotto il coordinamento del Centro di controllo nazionale della pesca.

Tra i risultati di rilievo vanno segnalati:

-       l’attività di nave Gregoretti che nelle acque delle Eolie e del Tirreno Meridionale nel suddetto periodo ha sequestrato diversi attrezzi illegali e reti da posta derivanti irregolari per oltre 10km, garantendo nel contempo un controllo costante sulla regolarità della pesca del tonno sia all’interno che al di fuori delle acque territoriali, esercitata da navi italiane e di paesi terzi.

-       l’attività di Nave Cavallari, che ha portato al sequestro di una rete irregolare di oltre 2500 metri a largo di  Amantea (Calabria).  Nel corso dell’operazione, sono stati liberati due esemplari di manta, una delle quali stimata in 500 kg di peso. In merito, si ricorda che la manta rientra tra le specie per le quali è sancito il divieto di cattura ai sensi della normativa unionale;

-       l’attività svolta dal CCNP in collaborazione con il CCAP di Reggio Calabria, che in località San Lucido (Cetraro), ha portato al sequestro di 3 reti derivanti illegali della lunghezza totale di 3800 metri circa oltre a reti irregolari nascoste all’interno di natanti da diporto.

In tutti i casi, oltre al sequestro degli attrezzi da pesca irregolari, si è proceduto nei confronti dei trasgressori ad applicare le previste sanzioni pecuniarie.

In totale l’operazione “No Driftnets” ha raggiunto i seguenti risultati:

-       circa 40 Km di reti sequestrate;

-       221 ispezioni e 1198 controlli effettuati

-       136 illeciti amministrativi e 7 illeciti penali elevati, per un importo di sanzioni pari a € 195.115,00;

-       più di 11 tonnellate di prodotto ittico sequestrato.

-       200 militari, 10 mezzi navali e un mezzo aereo della Guardia Costiera impiegati nell’operazione

Milazzo, 30.07.2021