“Cara” Loveral ci voleva la video – denunzia per l’effettuazione di un servizio dovuto?

 Ci scrive Eliana Mollica, consigliere comunale e docente: 

Dopo due ore dalla video denunzia, la ditta ha provveduto a raccogliere tutto. 
Ma possibile che si debba arrivare a questo per avere un servizio che ci spetta? 
Ringrazio comunque perché l'intervento ha riportato pulizia in un luogo (la scuola) frequentata da bambini e famiglie.
Eliana Mollica

Nota del direttore di Eolienews : Oltre al titolo preferisco e quanto scritto da Eliana, preferisco non aggiungere nulla. Meglio stendere un velo pietoso "biodegradabile"

Ci crogioliamo nel fango di una porcilaia incancrenita (di Francesco C

Vedere la propria terra calpestata, sfruttata, derisa e svenduta dovrebbe provocare dolore o almeno indignazione. Ci riempiamo la bocca di proclami sul porta a porta, sul Covidfree, sul patrimonio dell’umanità, sulla storia millenaria, sulle bandiere blù, sui lungomari da sogno e viviamo una realtà vergognosa. Siamo campioni del mondo a mettere la polvere, anzi il marciume e la puzza nauseabonda di quei cassonetti, sotto il tappeto. “Non pubblichiamo foto della spazzatura, è un danno d’immagine per le Eolie”.
Quando i turisti sono già qui li abbiamo già spolpati, chi se ne frega se non tornano e ci fanno cattiva pubblicità. Il fatto è che quel marciume e quella puzza ce l’abbiamo dentro, radicata nel nostro dna che ci consente di riempire le strade e le piazze di rifiuti di tutti i tipi.
Il marciume e la puzza di quei cassonetti è solo la punta dell’iceberg di ciò che esiste nella nostra società e che non vogliamo che sia curato. Ci crogioliamo nel fango di una porcilaia incancrenita. L’Amministrazione comunale ha rinnovato l’appalto ad una azienda già nel passato palesemente inadeguata ( ndd. L’appalto è stato affidato dall’Urega ) . Perchè? E perchè, nonostante questa situazione sia sotto gli occhi di tutti, la ditta appaltatrice non viene obbligata a tenere fede al contratto?Il contratto a favore di chi è stato redatto? Quando il territorio è abbandonato dallo Stato il vuoto lasciato viene riempito da altro, spero che ce ne siamo accorti. Ci siamo assuefatti al brutto, al disservizio, all’incapacità gestionale. Sono disfattista? Un malato di tumore deve capire la gravità della malattia o non si curerà. Già ma a noi non interessa curare una malattia che crediamo di non avere. Qui va tutto bene, scusate il disturbo. 
Benvenuti alle Eolie e buone vacanze.
Francesco Coscione

Premio Massimo Troisi a Paolo Ruffini: sarà ospite della serata finale del Decennale

Conta oltre 3 milioni di follower sui social network, attore, regista, conduttore e autore brillante e poliedrico, uno straordinario carisma unito ad una comicità irriverente: Paolo Ruffini, toscano doc, sarà ospite della serata finale del Decennale di Marefestival, dall’1 al 3 luglio, per ricevere il premio in ricordo di Massimo Troisi nell'incantevole scenario della piazza di Malfa, a Salina, a pochi passi dal set del film capolavoro “Il Postino” che ha reso celebre l’isola nel mondo. 

Ruffini è uno dei volti più noti del panorama artistico italiano: sul grande schermo è tra i protagonisti in commedie e pellicole d’autore – dalla tradizione dei cinepanettoni alla regia di successi che sbancano al botteghino - in Tv nella conduzione di programmi cult da prima serata, come Colorado e La Pupa e il Secchione, e a teatro spazia dalla prosa ai format di varietà come UP&Down, dove è in scena con attori disabili. È da sempre impegnato nel sociale e si definisce un “nerd” del cinema. La sua grande forza risiede nella disobbedienza, propria dell’arte, che gli permette di coniugare il classico al pop, superando qualunque categoria. Racconterà la sua carriera e i suoi prossimi progetti nelle interviste curate dalle conduttrici del Festival Nadia La Malfa Marika Micalizzi, pronte ad accogliere sul palco altri importanti nomi del mondo dello spettacolo, già annunciati nelle scorse settimane, tra cui la madrina della rassegna Maria Grazia Cucinotta, Pif, Claudio Gioè e Barbara De Rossi

La conferenza stampa d'apertura, giovedì 1° luglio alle ore 18, si terrà in una location privilegiata: il suggestivo porto turistico "Marina di Salina", quest'anno al centro del rilancio turistico delle Isole Eolie, che verrà rappresentato dalla direttrice Anna de Arena. Marefestival Salina Premio Troisi, promosso da Massimiliano CavaleriPatrizia Casale  e Francesco Cappello ha come partner il Premio Paladino d’Oro SportFilmFestival (storica rassegna cinematografica internazionale di Palermo) diretta da Roberto Oddo, che quest'anno assegnerà il 41esimo “Paladino Speciale” per la sezione “L’altro Cinema” ad uno degli ospiti del festival: il nome sarà svelato a sorpresa durante la serata finale. 

Durante la kermesse verranno consegnate anche alcune Targhe Argento del Decennale: al regista Eros Salonia per il film “Scusate avete visto Massimo Troisi?”, che sarà proiettato giovedì 1° e rappresenta un omaggio al grande attore e regista napoletano; alla documentarista Alessia Bottone per “La Napoli di mio padre” ispirato ad una storia vera (con Giuseppe Bottone e Valentina Billè, in proiezione venerdì 2); al regista Piergiorgio Seidita che celebrerà a Salina i suoi primi 10 anni di carriera, già vincitore nelle passate edizioni del Premio Troisi sezione “Emergenti”, il quale porterà a Salina in anteprima l'ultimo lavoro inedito “Verso Casa” (con Francesco Venerando, Davide Lepore e Sara Labidi); all’attrice siciliana Giulia Guastella che proporrà venerdì sera al pubblico una sintesi del suo One Woman Show di successo dal titolo “Idonea ma non ammessa”.

Ricordando… Angelo Peluso


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito