Covid in Sicilia. Sono inferiori a 1.000 i nuovi positivi ma con un minor numero di tamponi. 10 le vittime

Torna sotto quota mille il numero di contagi da Coronavirus giornalieri in Sicilia: sono 875 i casi registrati nelle ultime 24 ore su 16.558 tamponi processati (tra molecolari e test rapidi), con un tasso di positività al 5,3%. Rispetto a domenica scorsa si registra un calo dei contagi del 22%, un primo segnale di miglioramento rispetto al trend delle ultime settimane. Torna a calare anche il numero delle vittime, quelle odierne sono 10 secondo il consueto bollettino.

S.P.181 “BAGNAMARE”: ADESSO INTERVENGA IL PREFETTO. L’ASSOCIAZIONE FUTUREOLIE SCRIVE ALLA DOTTORESSA DI STANI

Comunicato Stampa Associazione FuturEolie  n. 03/21.

STRADA S.P.181  “BAGNAMARE”:   ADESSO INTERVENGA IL PREFETTO.

L’Associazione FuturEolie, ha inviato al sig. Prefetto di Messina Dott.ssa Cosima DI STANI, una lettera in qualità di Autorità di Pubblica Sicurezza nella Provincia, con la quale si richiede un suo diretto intervento al fine di risolvere una volta per tutte l’annoso problema della sicurezza della SP181 meglio conosciuta come strada di Bagnamare.

La strada versa in condizioni di assoluto pericolo per la circolazione e l’Associazione non intende attendere inerte che un evento triste ed evitabile si verifichi.

Nonostante i ripetuti appelli, da parte delle varie associazioni locali, tra le quali anche questa associazione che ha recentemente chiesto risposte certe agli organi preposti, niente è successo e nessuna comunicazione ufficiale è arrivata da parte del Sindaco di Lipari, responsabile non solo della sicurezza pubblica in loco, ma anche concessionario della strada da parte dell’ente proprietario che è la provincia.

Pubblichiamo qui di seguito la lettera che FuturEolie ha inviato al sig. Prefetto di Messina.

MITTENTE: Associazione FuturEolie

Via Filippo Mancuso n.12

Palazzo Alaimo – scala A - piano primo

98055 Lipari (Me)

Presidente Dott.ssa Daniela Giuffrè

Vice Presidente Ing. Agostino Cassarà

Mail: futureolie@outlook.it

Pec: futureolie@postecert.it

Illustrissima

Sig. Prefetto di Messina

Dott.ssa Cosima Di Stani

 

Piazza dell’Unità d’Italia

98121 Messina

INVIATA TRAMITE MAIL : prefettura.messina@interno.it

Lipari (Me), 13 Aprile 2021

OGGETTO : LIPARI (ME), STRADA S.P. 181 - BAGNAMARE. GRAVI PROBLEMI DI SICUREZZA E CONTINUE CHIUSURE

Ill.ma Sig. Prefetto,

gli scriventi soci dell’Associazione FuturEolie, meglio indicata in epigrafe, con la presente sono a sottoporre alla sua attenzione, una questione di vitale importanza per la salvaguardia della sicurezza e dell’incolumità di tutti i cittadini eoliani e degli innumerevoli turisti che affollano la nota Strada Provinciale S.P. 181 denominata “Strada Bagnamare” a Lipari.

             Innanzitutto ci presentiamo. Siamo un’Associazione nata recentemente, allo scopo di creare sviluppo su tutto il territorio eoliano rappresentato dalle sette isole dell’arcipelago eoliano, a prescindere dalla competenza comunale.

I quattro soci fondatori, eoliani d’origine, hanno maturato, attraverso le loro esperienze professionali su tutto il territorio nazionale e anche all’estero, specifiche conoscenze e competenze in diversi settori (sicurezza, tecnico, turistico, amministrativo, finanziario ecc.) esperienze che gli stessi intendono mettere a disposizione gratuitamente per la comunità eoliana.

In merito all’eventuale approfondimento sulla Mission della nostra Associazione, e delle esperienze maturate da ogni componente del direttivo, rimandiamo alla lettera di presentazione della stessa Associazione, pubblicata recentemente sui canali informatici digitali e sui giornali locali e che abbiamo il piacere di allegarle alla presente lettera.  

              Premesso quanto sopra, volevamo informarLa della grave situazione di pericolo attualmente presente sulla strada S.P. 181 di Bagnamare, nell’ Isola di Lipari.

Le condizioni strutturali e funzionali della strada, che costeggia il mare e che unisce le due più popolose frazioni dell’isola di Lipari e che conduce inoltre a molte spiagge e siti di interesse turistico, sono realmente critiche, ed è diventata un reale pericolo per la pubblica incolumità.

Da oltre trent’anni non si interviene su questa strada che ormai, non rispetta né le norme più elementari del Codice della Strada, né alcune importanti normative tecniche nazionali ed europee, diventando pertanto veramente pericolosa, anzi diremmo che è diventata ormai una “bomba ad orologeria”.

Tutta la comunità locale è ormai stanca di questa situazione. Infatti, dai giornali locali, ormai con una frequenza impressionante, si continua ad apprendere del continuo problema di questa strada S.P.181, delle sue continue chiusure per interventi di ripristino, mai definitive.

L’ultimo allagamento di acqua sulla sede stradale, per rottura di sottoservizi, si è verificato appena qualche giorno fa, esattamente il 02 aprile 2021, ma nei mesi precedenti si sono verificati continue chiusure della strada che hanno causato, per i cittadini eoliani, continui disservizi ed interruzione della viabilità.

Pertanto, gli utenti, per raggiungere il centro abitato di Canneto, partendo da Lipari (e viceversa), sono spesso costretti a fare la strada alternativa di Serra S.P.180, che non solo ha un percorso molto più lungo e tortuoso, ma è anch’essa una strada molto pericolosa, che necessita essa stessa di interventi di manutenzione straordinari. Il tutto, ovviamente complica e allunga i tempi per gli interventi delle ambulanze e dei servizi di emergenza in generale.

Vogliamo inoltre informarLa che sulla S.P. 181 di Bagnamare continuano ad esserci diversi incidenti di una certa gravità e non solo nel periodo estivo.

Ricordiamo ad esempio, il disastroso evento verificatasi sulla stessa strada giorno 15.08.2020 nel quale, un camion della nettezza urbana si è schiantato sul muretto di recinzione stradale, che dopo aver facilmente disintegrato il muro di contenimento lato mare (muro ormai fatiscente e non idoneo ad arrestare alcun veicolo, come dimostrano le innumerevoli foto e video ormai presenti su internet),  è caduto nella sottostante spiaggia di mare, nei pressi della rotonda dei Vigili del Fuoco, facendo un volo di oltre 10 metri !!! Solo per miracolo e per l’intervento di alcuni astanti che il conducente del veicolo non è annegato in mare.

Tutti gli interventi di natura provvisionale o meglio “rappezzi” eseguiti in oltre trenta anni non sono serviti a nulla, se non a sperperare soldi pubblici che certamente potevano essere investiti in un Progetto Esecutivo, che avrebbe senza alcun dubbio, offerto nel medio termine, i suoi frutti ed i suoi benefici.

Come più volte denunciato attraverso i giornali locali, dal nostro Vice Presidente Ing. Agostino Cassarà la “Strada di Bagnamare S.P.181”, non soddisfa più né requisiti strutturali, né funzionali.

Le reti idriche continuano a disperdere e sprecare acqua potabile, preziosissima per le nostre isole, gli strati superficiali continuano a degradarsi progredendo inesorabilmente anche in altri tratti, lo strato fondazionale è ormai al collasso, i vecchi muri di contenimento si sgretolano solo con l’utilizzo delle mani, la strada non è a norma essendo sprovvista di segnaletica verticale ed orizzontale!

I numerosi articoli tecnici pubblicati dal nostro Vice Presidente sui giornali locali, scritti da oltre un anno (date articoli : 03.03.2020-18.08.2020-11.10.2020 (intervista) - 21.10.2020 - 08.02.2021 - 02.03.2021) contengono  l’analisi dettagliata di tutte le criticità tecniche che la strada presenta e cosa deve essere fatto per ripristinare un minimo di sicurezza.

Per dare un’idea della gravità e criticità della situazione in cui versa la strada in questione, le sue condizioni tecniche vengono sintetizzate nei seguenti punti:

1) strada non sicura per la viabilità a causa degli strati superficiali, distorti e sgranati;

2) criticità fondazionale e la conseguenza perdita di portanza degli strati più profondi che si evidenziano con la formazione di continue buche;

3) assenza di sicurezza dei pedoni, in quanto non ci sono percorsi dedicati e protetti;

4) criticità dei muri che contengono la sede stradale lato mare, muri che presentano evidenti situazioni di sgrottamento causato dall’ impatto devastante dei marosi;

5) sistemi di ritenuta (muri di contenimento) non conformi alle vigenti norme UNI EN 1317-5:2012;

6) strada non conforme al codice della strada in quanto la segnaletica stradale sia verticale che orizzontale risulta assente.

Lo stesso professionista, Ing. Agostino Cassarà,  ha formalizzato una lettera via PEC in data 02.03.2021 congiuntamente con altra associazione presente sul territorio (Associazione Giovani Eoliani), inviata al Sindaco ed ai Dirigenti del Comune di Lipari, ed ai Dirigenti della III° Direzione della Città Metropolitana di Messina, nella quale, a nome di tutti i cittadini eoliani, è stato richiesto di conoscere (sempre qualora sia stato avviato), lo stato d’avanzamento, ed i tempi di attuazione del Progetto d’Intervento.

Nella stessa comunicazione si è ribadito che il Progetto deve prevedere interventi radicali e non più provvisionali, che ripetiamo in oltre trent’anni non sono serviti a nulla, se non a lasciar degradare ancora di più quel tratto di strada.                      

In merito ai tempi di attuazione si è chiesta la massima urgenza in considerazione che è da decenni che non si interviene in modo radicale. Questa lettera non ha ancora ricevuto risposta, né formale, né informale.

Sig. Prefetto, l’interesse e la garanzia della sicurezza della Comunità Locale non può più attendere. La Strada S.P.181, nelle situazioni in cui attualmente si trova, presagisce inequivocabilmente, un incidente grave e certamente evitabile. La tutela della sicurezza dei cittadini è un bene supremo, sul quale anche la Corte dei Conti si è espressa chiarendo che “l’eventuale intervento economico del Comune destinato a finanziare lavori manutentivi su beni di proprietà di altro soggetto (peraltro pubblico) dovrebbe comunque trovare puntuale giustificazione nella dimostrazione del perseguimento di un inequivoco e indifferibile interesse della comunità locale”. Quindi il Comune può intervenire, anche con propri fondi, per tutelare un interesse della comunità.

Stante tutti gli sforzi e le numerose segnalazioni fatte finora e constatando che nessun risultato veramente risolutivo del problema si è ottenuto, l’Associazione FuturEolie, a questo punto, ha ritenuto di investire della questione direttamente la Sua Persona in quanto Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, chiedendo un suo autorevole intervento.

La situazione della strada S.P. 181 di Bagnamare, è diventato un problema di sicurezza pubblica, e come tale va affrontato. 

La scrivente Associazione, così come tutta la cittadinanza delle Isole Eolie, chiede provvedimenti immediati e radicali e possibilmente prima dell'inizio della stagione turistica, quando il via vai di mezzi pesanti, spesso in sovraccarico e di autobus turistici e di linea, comprometteranno oltremodo la sicurezza di quel tratto di strada. 

  Non vogliamo aspettare a braccia conserte che accada l’evento irreparabile!

Qualora ritenesse necessario un maggior approfondimento e/o confronto, saremo ben lieti di accettare un suo invito in videoconferenza, con le modalità che eventualmente concorderemo con il Suo ufficio. Siamo disponibili a metterci a Sua disposizione, nei modi che Lei riterrà opportuni.

La ringraziamo in anticipo per l’attenzione che la S.S.Ill.ma vorrà dare alla questione e Le porgiamo i nostri più cordiali saluti.

      Dott.ssa Daniela Giuffrè

  Presidente dell’Associazione FuturEolie 

   

Vice Presidente e Referente Tecnico FuturEolie

Prof. Ing. Agostino Cassarà

Ricordando… Alessandro Bivacqua


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito