Covid in Sicilia: Ancora un preoccupante lievitare dei contagi, più 77% rispetto alla scorsa settimana. Dieci i morti

Sono 1.384 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Sicilia. È quanto riportato nel bollettino del ministero della Salute. Dieci i decessi. 
Sono 27.618 i tamponi processati con il tasso di positività che sale al 5% 
Ancora in crescita i ricoveri, 25, di cui due in terapia intensiva. 412 sono i guariti. 
Quel che preoccupa è che, rispetto alla scorsa settimana, i casi di positività sono aumentati del 77%.

Covid, dalla Regione 7,2 milioni a 96 Comuni per le famiglie in difficoltà

Prosegue l'intervento di sostegno economico alle famiglie in crisi a causa della pandemia da Covid-19. Il governo Musumeci, su proposta dell'assessore regionale alla Famiglia, politiche sociali e lavoro, Antonio Scavone, ha liquidato 4,6 milioni di euro a 68 Comuni siciliani, da destinare alle famiglie in difficoltà per l'acquisto di beni di prima necessità. Un trasferimento che segue quello di 2,6 milioni avvenuto qualche giorno fa in 28 enti locali e che porta così il totale erogato a 7,2 milioni di euro. Si tratta solo di una parte della dotazione da 30 milioni stanziata quest'anno dalla Regione - in aggiunta agli ulteriori 30 milioni liquidati l'anno scorso - ed erogabili soltanto a quei Comuni che sono riusciti a caricare sulla piattaforma informatica la rendicontazione di almeno il 50 per cento delle somme ricevute nel 2020.
“Noi continuiamo ad esserci - afferma l'assessore Scavone - i Comuni però facciano in fretta”. Le somme erogate possono essere utilizzate dalle famiglie per l'acquisto di beni di prima necessità, come generi alimentari, ma anche per il pagamento delle utenze. “In un periodo di grave emergenza sociale causato dalla pandemia - prosegue l'assessore - si stima che sia aumentata almeno del 30 per cento la fascia di popolazione con gravi difficoltà economiche, i cosiddetti nuovi poveri. Con questa misura vogliamo alleviare i gravi problemi del quotidiano di queste persone e dare un aiuto concreto per fare la spesa o pagare la bolletta della luce. Non appena anche gli altri Comuni caricheranno sulla piattaforma i dati sulla spesa della prima tranche, trasferiremo immediatamente i restanti 23 milioni disponibili“.

Covid, sospetta variante sconosciuta in anziano a Lipari. Accertamenti in corso

“Stiamo verificando su un anziano di Lipari positivo al Covid, che tra l’altro mi dicono essere in buone condizioni di salute, l’eventualità di una variante differente da quelle che sono a noi note”. 
La dichiarazione la rilascia all'ANSA il direttore generale facente funzioni dell’Asp di Messina Bernardo Alagna, dopo che in mattinata era circolato un post nel quale si esprimeva preoccupazione per una “variante sconosciuta su un soggetto in quarantena".

“Dal tampone molecolare – spiega Alagna – è emersa una anomalia che ci ha fatto insospettire e pertanto si sta procedendo a esaminare la sequenza genetica”.

Cartour Delta, Caronte & Tourist: Avvicendato equipaggio, situazione costantemente monitorata

COMUNICATO STAMPA

Messina - 13/4/2021 - È stato interamente avvicendato l’equipaggio della Cartour Delta all’interno del quale si erano riscontrati casi di positività al Covid. La Società aveva comunque già provveduto ad assicurare un’adeguata sistemazione ai marittimi che erano risultati contagiati (collocati in strutture protette indicate dal’ASP) e a coloro che, essendovi stati a contatto, stanno affrontando il cosiddetto isolamento fiduciario in attesa di nuovi accertamenti diagnostici da parte delle autorità sanitarie.

L’evolversi della situazione è comunque costantemente monitorato dalle Autorità marittime e sanitarie con le quali sono state concordate le procedure di profilassi, che prevedono. l’effettuazione di due tornate di tamponi a settimana, all’arrivo della nave a Messina; l’invio quotidiano all’USMAF – a fini di tracciatura – degli elenchi dei passeggeri corredati di dati anagrafici e recapito telefonico; interventi straordinari di sanificazione in aggiunta a quelli, già ripetuti e puntuali, che venivano effettuati nelle scorse settimane.

Cittadinanzattiva Eolie progetta “Sportello per i diritti dei disabili”

COMUNICATO  STAMPA

 

Cittadinanzattiva Eolie, organizzazione per la tutela dei diritti e la promozione della partecipazione civica, impegnata negli ambiti della salute, dei servizi di pubblica utilità, della giustizia, della formazione e della scuola, si propone di attuare , nell’immediato futuro, in quanto oggi purtroppo non attuabile per ovvi motivi, il progetto: “Sportello per i Diritti dei Disabili”.

L’iniziativa è incentrata su una campagna di informazione e sensibilizzazione dei diritti dei Disabili, in tutti gli ambiti, costoro  possono e debbono far valere, al fine del raggiungimento di una eguaglianza  sostanziale  nella Scuola, nella Sanità, nel Sociale, nel mondo del Lavoro, ed inoltre per creare collegamenti stabili tra le varie Agenzie che, sul territorio, si occupano della gestione dei servizi destinati ai soggetti Disabili ed alle loro famiglie, per contribuire al radicamento della cultura della Solidarietà,  e della Salute.

Le persone con disabilità incontrano frequenti, per non dire quotidiane, difficoltà nell’accesso ai servizi, anche a quelli sanitari, rispetto alla rimanente popolazione, non soltanto sotto il profilo dell’accessibilità fisica, ma anche alle informazioni riguardanti gli istituti ed i mezzi che li riguardano .

Il progetto “Sportello peri Diritti dei Disabili” nasce per promuovere l’accessibilità delle persone con disabilità  sia alle informazioni  in materia di salute e di ogni altro diritto, ma anche per segnalare e far eliminare gli ostacoli fisici che impediscono l’accesso ad uffici ed ad altre istituzioni, anche sanitarie.

Lo sportello che si occuperà di fornire informazioni ai Disabili ed ai loro familiari, sarà a disposizione di tutti i cittadini gratuitamente, ai quali si porterà a conoscenza degli strumenti normativi che servono a tutelare i soggetti con disabilità,  CITTADINANZATTIVA  intende realizzare una campagna informativa sul campo e, per coinvolgere tutto il territorio comunale, chiederà la collaborazione delle Strutture politico-amministrative del Comune di Lipari che operano sul territorio (ad esempio Servizio Sociale), Ospedale con il servizio ADI e delle Parrocchie, Caritas, cioè di chi è più vicino alle famiglie ed ai cittadini.

Poiché la realizzazione di tale progetto, per la sua riuscita, abbisogna, anzitutto come si è avuto modo già di affermare, della disponibilità dei responsabili delle strutture politico-amministrative e religiose le quali operano a più diretto contatto con i cittadini, la scrivente Associazione si ripromette di contattarli per concordare tempi e modi per la realizzazione del progetto su tutto il territorio comunale.

 

Lipari, 13.04.2021   

          IL COORDINATORE                                               

Benedetto Marcello Tedros

Covid, in Sicilia vaccinato il 90% degli over 80 che si sono prenotati

In Sicilia è stato vaccinato il 90 per cento delle persone con più di 80 anni che si sono prenotate attraverso la piattaforma nazionale e il call center. L'obiettivo è quello di raggiungere gli oltre 130 mila super-anziani che non hanno ancora dato il proprio assenso al vaccino; per questo, proprio oggi, è stata varata la speciale "Operazione nonni".
Secondo l'Istat, in Sicilia quasi 316 mila cittadini superano gli 80 anni di età, ma solo il 57% di essi (181.392) ha prenotato il vaccino. Di coloro che hanno fissato l'appuntamento, il 90% ha ricevuto la prima somministrazione (164.363 persone), mentre il 62% (oltre 112 mila persone) ha completato il ciclo con la seconda dose.

Ricordando… Agostino Fichera


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito

Vicolo “trappola” a Canneto e si susseguono gli incidenti. Chiesto intervento

Riceviamo e pubblichiamo:
Gentile Direttore,
vorrei segnalare a chi di competenza, la via (definirei meglio vicolo), Francesco Baracca, sito a Canneto, nelle vicinanze dell’ex studio medico dr Giambò.E’ un vicolo, la cui pavimentazione (pietre e cemento), nasconde delle vere e proprie insidie o trappole, dovuti ai piccoli dislivelli e buche sparse che, nel tempo, si sono create.
Le persone anziane, e non, che lo percorrono, devono prestare sempre la massima attenzione per evitare storte o cadute. Capita però che il peggio possa succedere per davvero, e la gente si fa male. C’è, chi ha riportato ferite ed escoriazioni in varie parti del corpo, chi è dovuto ricorrere al ricovero in ospedale a Messina, chi, cadendo, ha perso qualche incisivo. Ieri mattina un altro caso. Mia madre 82enne è inciampata in uno di questi dislivelli, prontamente soccorsa si è dovuta recare in ospedale, per fortuna la radiografia non ha rilevato nulla di grave, si tratta di una donna over 80, come lei, anche altre si trovano nella medesima situazione. 
Non si chiede un vero e proprio restyling del vicolo , ma che l ufficio competente, mandi un tecnico, che prenda visione della situazione per gli opportuni provvedimenti, con raccomandazione di ispezionare il luogo, tenendo conto della mobilità di una signora anziana! Ne approfitto per un doveroso ringraziamento da parte mia e di mia sorella, al personale medico e paramedico del pronto soccorso e del reparto radiologia dell’ospedale di Lipari, compiacimento per la loro alta professionalità e sensibilità, sicuramente non secondi a nessuno.
Giuseppe (Pino) Portelli