VULCANO: IL NUOVO BOLLETTINO DELL’INGV DI CATANIA

Foto di Silvia Sarpi
1) Temperatura delle fumarole crateriche: Le temperature registrate sull'orlo craterico e sul fianco interno del cono, sono state disturbate da intense precipitazioni nell'arco della settimana che ne hanno modificato la validità del segnale sull'orlo craterico (T_2, T_3). Sul fianco interno (T_0), i valori rimangono stazionari, in linea con il precedente bollettino.
2) Flusso di CO2 in area craterica: Valori in diminuzione ma ancora su livelli molto alti ed anomali (10000 g/m2/day)
3) Flusso SO2 in area craterica: Il flusso di SO2 si pone su un livello elevato di degassamento
4) Geochimica dei gas fumarolici: Il campionamento dei gas fumarolici è programmato per il 18/11/2021
5) Flusso di CO2 alla base del cono di La Fossa e nell’area di Vulcano Porto: Le misure di flusso alla base del cono acquisite in automatico dalla rete VULCANOGAS, continuano a mostrare valori elevati.
6) Geochimica degli acquiferi termali: Valori di temperatura e conducibilità in lieve crescita nel pozzo C. Sicilia; le temperature registrate si attestano comunque su valori molto elevati mentre la conducibilità su valori molto bassi.
7) Sismicità locale: Prosegue la fase di decremento della sismicità locale, con particolare riferimento agli eventi di più bassa frequenza (VLP).
8) Sismicità regionale: sismicità da fratturazione di livello basso: solo 1 terremoto con Ml=1.2
9) Deformazioni - GNSS: La dilatazione areale del triangolo IVCR-IVLT-IVUG non mostra sostanziali variazioni. Nella componente NS della stazione di IVCR si nota una ancora estremamente modesta ripresa
10) Deformazioni - Clinometria: Nessuna variazione significativa da segnalare
11) Altre osservazioni: Flussi di CO2: L'ultima prospezione dei flussi di CO2 ha mostrato una modesta estensione areale dell'area anomala di Camping Sicilia, un'intensificazione dell'anomalia presente nell'area di Grotta dei Palizzi ed un modesto aumento del flusso nell'area di Vulcano Porto.
Gravimetria: Le misure in continuo e e discrete evidenziano la presenza solo di variazioni gravimetriche locali escludendo ridistribuzioni di masse in profondità.

2. SCENARI ATTESI
Scenari attesi del bollettino settimanale del 16/11/2021 Vulcano
I possibili fenomeni attesi nel breve/medio termine sono di seguito elencati:
- ulteriore aumento del degassamento fumarolico e diffuso;
- incrementi della temperatura dei gas e dei loro flussi, con variazioni della falda termale;
- incremento della sismicità legata alla attività idrotermale e comparsa di sismicità vulcano-tettonica;
- incremento delle deformazioni;
- movimenti di versante;
- possono avvenire in maniera improvvisa fenomeni esplosivi impulsivi quali esplosioni freatiche.

N.B. Eventuali variazioni dei parametri monitorati possono comportare una diversa evoluzione degli scenari sopra descritti. Si sottolinea che, per le loro intrinseche e peculiari caratteristiche, alcune fenomenologie vulcaniche possono verificarsi senza preannuncio o evolvere in maniera imprevista e rapida, implicando quindi un livello di pericolosità mai null
o.