Vento Eoliano rilancia candidatura Eolie a capitale europea della gioventù

Caro Sindaco,
ad oggi le ultime notizie sulla città di Palermo, divenuta Capitale italiana della cultura per l’anno 2018, mostrano a tutta la nazione un meccanismo di aggregazione e di partecipazione condivisa.
La candidatura della predetta città, sostenuta da un progetto originale- termine a Lei molto caro in riferimento alla piattaforma elettorale elaborata cinque anni orsono- di elevato valore culturale e sociale, consentirà alla medesima di lavorare soprattutto in termini di progettazione e promozione.
Nel 2012 il vento Eoliano aveva già presentato delle linee guida per la candidatura a “Capitale Europea della gioventù” offrendo anche una prima bozza di progetti e iniziative, invitando, indipendentemente dal risultato finale l’amministrazione “vincente” a portare avanti la proposta.
L’iniziativa avrebbe avuto come primo obbiettivo, quello di “valorizzare i beni culturali e paesaggistici” oltre a migliorare i servizi rivolti ai turisti il tutto finanziato a valere sulla quota nazionale del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, di cui all’articolo1, comma 6 della legge 27 Dicembre 2013, n 147 di circa e non oltre 1 milione di Euro.
Orbene, pur in clima generale di campagna elettorale La invitiamo di concerto con la giunta e con gli uffici competenti a proporre l’Arcipelago Eoliano, quale referente per questi imponenti progetti Europei che ci rilancerebbero clamorosamente all’attenzione internazionale, restituendo alla comunità la sua spiccata vocazione di epicentro di arte, cultura e bellezza.
Dott. Giulio Lucio Salpietro
Avv. Francesco Rizzo