Segnali d’inciviltà. I propri rifiuti nei mastelli altrui: è accaduto a San Leonardo. Ci scrive il signor Favaloro

 Gentile direttore 

Vi scrivo nella speranza che il suo quotidiano d'informazione possa fare da megafono e dare risalto al degrado morale e civile in cui versa parte della comunità eoliana.
In data odierna, venerdì 29 luglio, giorno di raccolta dedicato a carta e cartone, una sottospecie di essere umano, ha pensato bene di fermarsi nello spiazzo che conduce all'abitazione della mia famiglia, in contrada San Leonardo, per "conferire" nel nostro mastello, un sacco di rifiuti costituiti da resti di rosticceria, unitamente a lattine e quant'altro fosse utile al consumo del pasto, il tutto accompagnato da abbondante olio e formiche al "pascolo".
Un'azione a cui non riesco a dare una giustificazione dal momento che poco più sopra la nostra abitazione esistono ancora dei cassonetti appositi per il conferimento di rifiuti, quindi, mi chiedo del perché rendersi protagonista di una bravata del genere.
Vorrei avvisare questo personaggio e quant'altri intendano imitarlo che l'intera azione di conferimento è stata filmata dal sistema di videosorveglianza attivo sia nella nostra proprietà che in quello dei vicini di casa.
La pacatezza che contraddistingue la mia famiglia, ci porterà per il momento a non sporgere alcun tipo di denuncia, nella speranza che questo episodio rimanga relegato nella categoria della "bravata", ma se dovessero verificarsi nuovamente azioni di questo tipo, sarà mia premura avvisare i carabinieri per verificare le ipotesi di reato e le eventuali sanzioni.
Nel ringraziare per l'attenzione prestatami, porgo i miei più cordiali saluti.

Gabriele Favaloro