Politica eoliana in fibrillazione. Lasciano “Il Faro” in tre ma…ci sono dei retroscena

Venga fatto dimettere Francesco Megna da consigliere comunale in quanto è all'opposizione della giunta Giorgianni della quale fa parte la dottoressa Ersilia Pajno (già candidata sindaco nelle amministrative del 2012 con la lista "Il Faro".) 
Sarebbe stato questo, in linea di massima, il cuore del dibattito in casa de "Il Faro" a conclusione del quale, ricevuto il netto diniego di  "dimettere" Megna da parte del movimento, l'assessore Ersilia Pajno,  l'avvocato Angelo Pajno e il geometra Gaetano Barca hanno deciso di lasciare.  
D'altronde era più che scontato che non si potesse accettare di "dimettere" Megna (fondatore, insieme a Fonti de "Il Faro)  ed anche perchè da sempre, è opportuno ribadirlo,  già  dai tempi in cui Gesuele Fonti era consigliere comunale, non si è condiviso l'operato dell'amministrazione Giorgianni. Non condivisione che è continuata ad esserci anche al momento dell'ingresso in giunta di Ersilia Pajno, avvenuto a titolo personale.
Come è ben chiaro la politica liparese in vista delle amministrative di Maggio è già in fermento. Si susseguono gli incontri sia nell'ambito dei seguaci di Giorgianni, sia tra coloro che saranno i suoi antagonisti per la carica di primo cittadino.
Incontri  vi sono già stati tra Gesuele Fonti, Alessandro La Cava, Nuccio Russo e Francesco Rizzo (non tutti insieme),  altri ve ne saranno, il primo dei quali domani, nell'ottica di individuare una possibile linea e candidatura comune. 
Domani sarà un vertice a tre tra Fonti, La Cava e Russo.