Lipari, severe critiche al presidente dell’Aula. L’articolo di Salvatore Sarpi sulla Gazzetta del sud del 29 luglio 2022

Salvatore Sarpi - Lipari “A distanza di poche ore si manifesta la sua totale indifferenza nei confronti dei consiglieri comunali d’opposizione, fissando un consiglio comunale senza in alcun modo concordare, a differenza dei presidenti che l’hanno preceduta, la seduta con i consiglieri”. Il duro atto d’accusa nei confronti del presidente del  consiglio comunale di Lipari, Antonino Russo arriva dal consigliere comunale e capogruppo del gruppo Misto, Adolfo Sabatini, già presidente del civico consesso liparese. Il riferimento è alla convocazione urgente del consiglio comunale per oggi, alle 17,  per la modifica dell’articolo 54 del regolamento per il suolo pubblico. Convocazione inoltrata ai consiglieri comunali mercoledì pomeriggio. “Oltre al buon comportamento di un presidente -  continua Sabatini, nella nota inoltrata allo stesso Russo – l’anticipazione telefonica sarebbe stata utile per consentire ad  ognuno di noi la giusta organizzazione per poter essere presenti. Peraltro non ha avuto alcune sensibilità nei confronti dei consiglieri Santamaria e Rifici, rispettivamente di Filicudi e Vulcano, fissando la seduta alle 17”. Sabatini, infine, nell’esprimere amarezza per la determinazione del presidente Russo, ha evidenziato che non potrà prendere  parte alla seduta per impegni professionali già assunti. Il presidente del civico consesso liparese respinge le accuse ma appare chiaro, visto anche quanto accaduto nella scorsa seduta del consiglio comunale, quando la  minoranza abbandonò i lavori, ritenendo “mortificato il ruolo del consigliere comunale”, che tra le due parti dell’Aula e con la presidenza stessa il rapporto non sia proprio idilliaco.