Immobile ex Capitaneria di Lipari: Il Demanio lo dà ai carabinieri, lo stesso Demanio autorizza attività di ristorazione e resort

Se la questione non fosse maledettamente seria ci sarebbe da ridere sull'atteggiamento del Dipartimento Regionale dell'Ambiente - Area 2° “Demanio marittimo” e la sua “inversione di rotta” sulla destinazione di un manufatto di proprietà dello Stato (vedi foto) e di un’area demaniale ubicati sul porto di Marina Corta a Lipari. Manufatto che una cooperazione istituzionale, con il Ministero dell’Interno e con l’Agenzia del Demanio della Regione siciliana, aveva consentito di consegnare, attraverso apposito verbale, all’Arma dei carabinieri, per adibirlo ai servizi di competenza. 

Nel verbale di consegna era stato espressamente precisato, tra l'altro, che l’immobile era destinabile, esclusivamente, ad uso governativo, con esclusione, quindi, di ogni possibilità di concessione a privati.

Ebbene , nonostante questo accordo e, quindi, la destinazione dell’immobile all’Arma, il Dipartimento regionale dell’Ambiente ha comunicato, nei giorni scorsi, al Comune di Lipari la consegna del manufatto a privati, per una superficie complessiva di 353 mq, oltre ad un ulteriore area demaniale ad esso adiacente, di mq. 400, per la realizzazione di una ''attività di ristorazione e resort”. 

E' ovvio che c’è una palese contraddizione essendo l’immobile già stato consegnato all’Arma e che il finanziamento, per la realizzazione delle opere di ristrutturazione e rifunzionalizzazione del complesso esistente, sarebbe stato concesso, direttamente dalla stessa Agenzia dcl Demanio - Direzione Regionale Sicilia. 

Sulla vicenda è stato convocato, con urgenza, per il 26 settembre, dal presidente Nuccio Russo, il consiglio comunale di Lipari per “manifestare unitariamente ed in maniera condivisa, anche quale titolo congiunto di indirizzo politico-amministrativo, la netta contrarietà ed opposizione del Comune di Lipari alla consegna a soggetti privati di aree ed immobili demaniali a Marina Corta e, precisamente, quelli elencati nel verbale di consegna n° 58 del 14/09/2022 dal Dipartimento Regionale dell'Ambiente Area 2° “Demanio marittimo'' per la realizzazione di "attività di ristorazione e resort''.