Filicudi. Presunta violenza su una turista spagnola, indagini in corso

Una trentenne spagnola, in vacanza a Filicudi, sarebbe stata abusata sessualmente, nelle prime ore di stamane, all’esterno di un locale in zona Rocca di Ciavuli, da un ventunenne senegalese che si trova sull’isola, in attesa del permesso di soggiorno: i due stavano prendendo parte ad una serata danzante. 
Il condizionale è d’obbligo poiché le versioni della presunta vittima e del presunto stupratore non coincidono. 
La giovane, in vacanza nell’isola eoliana, unitamente alla mamma e a due sorelle, parla di essere stata costretta ad un rapporto sessuale; l’uomo, dal suo canto, sosterrebbe, invece, che si è trattato di un rapporto consenziente. 
La spagnola, che avrebbe riferito alle due sorelle della presunta violenza subita, è stata visitata nella locale guardia medica ma, ovviamente, nulla trapela su quanto le è stato riscontrato. 
I carabinieri dell’isola, di concerto con l’autorità giudiziaria, hanno avviato le indagini del caso per fare piena luce sulla vicenda e, in queste ore, stanno procedendo a tutta una serie di accertamenti, compresa l’audizione dei diretti interessati. 
Al momento non è stato emesso alcun provvedimento di fermo.