Trasporto Isole minori, da mercoledì rincari linee ex Siremar. Falcone: «Ministro Giovannini indifferente alla Sicilia, la Regione ha fatto la sua parte»

«Da mercoledì 22 giugno entreranno in vigore aumenti tariffari del 20 per cento sui collegamenti marittimi statali per le Isole minori della Sicilia«. Lo dichiara l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, a seguito della comunicazione da parte della Società navigazione siciliana circa l’adeguamento delle tariffe relative alla Convenzione «ex Siremar» sui trasporti marittimi per le Isole minori a sostegno statale.
«È una notizia che purtroppo non ci sorprende - prosegue Falcone - alla luce dell’indifferenza del Governo nazionale di fronte alle reiterate richieste di intervento per arginare le ricadute del caro carburanti sui costi delle linee ex Siremar. Secondo i calcoli della concessionaria Sns i rincari peseranno sulla convenzione statale per almeno 15 milioni di euro nel 2022, un peso che mette a repentaglio la sostenibilità di un servizio che, peraltro, si regge solo grazie ai contributi pubblici».

«Di fronte a tale difficile congiuntura - continua Falcone - la risposta del ministro Giovannini è stata il silenzio. Avevamo registrato lo stesso, grave, disinteresse a proposito della continuità territoriale via aereo per Pantelleria e Lampedusa. Adesso anche su navi e aliscafi per le Isole minori, il Ministero si volta dall’altra parte, ignorando le esigenze di migliaia di siciliani. Il caro carburanti, però, resta un problema per tutti. Per quanto di nostra competenza, il Governo Musumeci, ha stanziato ben 20 milioni di euro garantendo l’equilibrio finanziario dei collegamenti marittimi per gli arcipelaghi pagati dalla Regione Siciliana. Lo Stato deve fare lo stesso, e se il ministro Giovannini insisterà nel suo immobilismo - conclude l’assessore Falcone - ci rivolgeremo direttamente al presidente Mario Draghi».


Ginostra: Consegnati alla presenza di Gullo i lavori per il consolidamento del costone roccioso e scogliere, fronte mare

Trasferta nella piccola Ginostra per il sindaco di Lipari, Riccardo Gullo che ha presenziato alla consegna dei lavori, ed al contestuale sopralluogo, per il consolidamento del costone roccioso e scogliere, fronte mare, oggetto di numerose frane che, oltre a poter causare rischi a residenti e turisti, corre il rischio di bloccare l’accesso al porto, l’unica via di fuga del borgo. 

I lavori, finanziati dal Dipartimento della Protezione civile, nel contesto dell’emergenza Stromboli 2019, sono stati consegnati alla ditta Vi.d.r. di Catenanuova (Enna) che si è aggiudicata la gara indetta dal Genio Civile di Messina.

Agroalimentare, bando Psr per certificazione prodotti di qualità. Scilla: «Disponibili 400 mila euro»

«Sarà pubblicato oggi il bando del Programma di sviluppo rurale (Psr) Sicilia 2014-2022 per sostenere la certificazione dei prodotti agroalimentari siciliani di qualità. Sono stati resi disponibili 400 mila euro per sostenere la partecipazione degli agricoltori e delle associazioni di agricoltori ai sistemi di qualità. Il governo Musumeci continua a sostenere così il settore economico più importante per la Sicilia». Lo dichiara l’assessore regionale all’Agricoltura, allo Sviluppo rurale e alla Pesca mediterranea, Toni Scilla, annunciando una nuova misura di sostegno ai produttori, che sarà pubblicata sulla pagina internet del dipartimento dell'Agricoltura della Regione. Gli interessati potranno presentare la domanda dal 4 luglio all'8 agosto.
«La partecipazione degli agricoltori ai sistemi di qualità alimentare – aggiunge Scilla - consente di appropriarsi di un valido strumento per promuovere il miglioramento della qualità delle produzioni agroalimentari o dei processi produttivi. Tutto ciò a garanzia dei consumatori e a supporto della competitività delle imprese agricole e agroalimentari, con positive ricadute di sviluppo sui territori».


In particolare gli obiettivi sono quelli di migliorare le prestazioni economiche delle aziende agricole al fine di incrementarne il valore aggiunto; potenziare e sviluppare le produzioni agroalimentari di qualità; assicurare maggiore garanzia per i consumatori su prodotti e metodi di produzione; migliorare la competitività dei produttori primari all’interno della filiera agroalimentare.
Le produzioni oggetto di sostegno sono quelle registrate in Ue e riconosciute a livello nazionale, ottenute sul territorio della Regione Siciliana, secondo i requisiti previsti dai “regimi di qualità” indicati: prodotti ottenuti con metodo biologico; prodotti Dop e Igp; vini Dogc, Doc e Igt; Sistema di qualità nazionale zootecnia (SQNZ); Sistema di qualità nazionale produzione integrata (SQNPI); Qualità sicura garantita dalla Regione Siciliana (QS).

Vip sotto il sole delle Eolie: Splendida come sempre è tornata la Hunziker


Scrive Michelle su Instagram:
Dove ci sono i vulcani , la terra, a mio parere sprigiona un’energia molto potente…mi immergo completamente e sento il suono delle pietre che si spostano in un movimento perpetuo …i punti dove l’acqua si scalda notevolmente mi cullano e mi riportano in uno stato di equilibrio bellissimo….La natura è meravigliosa….❤️#eolie #sicilia #girlpower

Nella foto in basso a Panarea con Don Giovanni Longo che scrive "Solarità e Sorriso due qualità che fanno di te, una brava e coinvolgente Donna dello Spettacolo".

Tutela ambientale. A Filicudi "barriera" impedirà accesso alla Grotta del Bue Marino


Scrivono sul gruppo fb di Filicudi Wildlife Conservation - Pronto Soccorso Tartarughe Marine


Oggi abbiamo effettuato la messa in sicurezza della Grotta del Bue Marino con una cima e delle boette che impediranno l'ingresso di imbarcazioni a motore al suo interno.
Grazie al supporto del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera di Lipari e alla collaborazione d Filicudi diversuno dei siti marini più importanti dell'arcipelago Eoliano verrà protetto e maggiormente tutelato per tutto il periodo estivo.
Ricordiamo che le grotte marine sono habitat di nidificazione dei rondoni migratori e potenziali aree di riproduzione per la foca monaca Mediterranea e dunque in prossimità di questi siti bisogna evitare rumori, urla e scarico di rifiuti o acque di sentina.