Le 10 domande di Italia Nostra ai 4 candidati a sindaco di Lipari

È prossima la chiusura della campagna elettorale ed a breve si insedierà l'Amministrazione comunale vincitrice.

I quattro candidati a Sindaco provengono da mondi diversi, sia per quanto concerne la professionalità che per quanto concerne la carriera ed il percorso intrapreso nella pubblica amministrazione.

Di seguito riporto le 10 (dieci) domande che formulerei ai Candidati:

1) Siete coscienti della carenza dei servizi essenziali delle Eolie, iniziando dalla Sanità per finire ai Trasporti?
2) Siete coscienti della situazione finanziaria dell’Ente e delle problematiche che insistono nel bilancio comunale? Avete contezza altresì dei rilievi sollevati dalla Corte dei Conti sui rendiconti negli ultimi 10 anni? Ritenete che il Piano di riequilibrio finanziario, allo stato attuale, sia una strada obbligata? Oppure intendete perseguire la politica di “rimandare a domani il problema”?
3) Quale sarà la politica che adotterete per il recupero delle imposte e tributi non onorati dai contribuenti? Vi limiterete solo all'invio di diffide ad adempiere per non incorrere nelle prescrizioni ex lege?
4) Quale sarà l’impegno e quali saranno gli obiettivi atti a contrastare l’evasione? L'obbiettivo, se previsto, sarà sempre fissato nell'1% come avvenuto negli ultimi anni?
5) Siete coscienti che l’organico messo a disposizione di una amministrazione è ridotto per effetto di pensionamenti, di bandi non avviati tempestivamente e per effetto dello sforamento del Patto di Stabilità avvenuto in anni precedenti?
6) Siete coscienti della mancanza assoluta di strumenti di pianificazione e di programmazione? Come intendete intervenire sul punto? Ritenete che sia opportuno modificare gli attuali strumenti di programmazione del Territorio, in quanto non adeguati alla realtà del momento (PRG,PUDM etc etc)? Come intendete valorizzare i beni comunali di proprietà e/o in concessione?
7) Quali saranno le attività da attuare sul Parco Nazionale e l'Area Marina Protetta e sul Piano di gestione UNESCO ad oggi inapplicato e con il rischio concreto di perdere il riconoscimento avuto nel 2000? Intendete confermare e portare avanti i progetti Isole Verdi di 53Milioni predisposti da questa amministrazione uscente? In quanto tempo stimate di realizzare le opere previste?
8) Quali eventi, legati al Paesaggio e al Patrimonio Artistico Culturale, intendete organizzare alle Eolie?
9) Ritenete fondata la crisi presente sul territorio dal punto di vista economico (reddito medio dipendenti 13mila euro; reddito medio da partecipazioni 11mila euro, etc etc)?
10) Quale spazio dedicherete alle Associazioni e quale coinvolgimento potrete garantire su tematiche come la Sostenibilità, l’Ambiente, il Sociale, la Solidarietà etc etc.

L’Associazione ITALIA NOSTRA ISOLE EOLIE, indipendentemente da quale schieramento politico vincerà le prossime elezioni, sarà sempre aperta al dialogo e alla ricerca di soluzioni volti allo sviluppo e al progresso della Comunità Eoliana.

Carnevale ai giovani e agli eoliani: “Siate gli artefici del vostro futuro”


COMUNICATO STAMPA

Cresce l’entusiasmo ed il consenso intorno al candidato sindaco Emanuele Carnevale e alla sua squadra. Lo dimostra la sempre più crescente partecipazione agli incontri che l’ingegnere e i suoi, hanno tenuto, in questi giorni, nelle isole e nelle frazioni del Comune di Lipari. Ricco di partecipazione e di significati è stato l’incontro con i giovani, tenutosi domenica sera a Lipari centro.


Giovani che hanno evidenziato, nel corso degli interventi, di credere nel nostro candidato sindaco e nel come la sua visione, i programmi sul futuro delle nostre isole sia l’unica via percorribile e concreta per uscire fuori dal grigiore di questi ultimi anni, per un rilancio socio- economico e per consentire loro di non abbandonare l’arcipelago.

Carnevale, nell’evidenziare che crede fermamente nel rilancio delle isole del Comune, ha rimarcato “di voler fare tesoro delle doti e delle potenzialità dei giovani eoliani” e li ha invitati “a votare senza condizionamenti”.

“Voi – ha affermato il nostro candidato sindaco – avete la possibilità di essere artefici del vostro futuro. Un domani di crescita sia sociale che economica perché il nostro obiettivo è fare stare bene tutti, riconquistando anche i diritti persi o fortemente ridimensionati. Il vostro slancio, il vostro entusiasmo che, sicuramente, trasferirete alle vostre famiglie, ci dice che siamo sulla strada giusta. Insieme si può".

Costone di via Rocche ad Acquacalda. La famiglia Capitti replica ad Ersilia Pajno, assessora designata

Gentilissimo Direttore, 
la ringrazio per lo spazio che mi vorrà dedicare.
Mi rivolgo alla designata assessora Ersilia Pajno che appoggia il candidato sindaco Orto. 
Nell'incontro, tenutosi ad Acquacalda, nella serata del 06 giugno c.m., la stessa ha affermato che secondo lei Acquacalda non è una frazione bistrattata, elencando tutta una serie, a suo dire, di interventi, tra cui la messa in sicurezza del costone di via Rocche. 
Parla degli abitanti di quella casa che, tra l'altro, hanno un nome e cognome: Antonino Capitti ed Annamaria Luca dicendo, sue testuali parole: "Gli abitanti di quella casa non dovrebbero dimenticare". 
Ricordo che gli abitanti di quella casa non devono ringraziare Nessuno. 
Quello è stato un finanziamento richiesto dall'allora amministrazione Bruno, a seguito del primo cedimento del 16 settembre 2008 al Ministero dell'Ambiente. 
Ottenuto il finanziamento ma, come asserisce la designata assessora, la burocrazia ha i suoi tempi e quindi i lavori sono partiti anni dopo con la nuova amministrazione Giorgianni. 
Sono stati lavori per garantire tutta la viabilità dell'isola e salvaguardare l'impianto di sollevamento dell'idrico. 
Ricordo ancora che il paese, a seguito di quell'evento, è stato spaccato in due per oltre 6 mesi e gli abitanti costretti a fare il giro dell'isola su una provinciale poco sicura e ad elevato rischio caduta massi. Inoltre si sarebbe dovuto intervenire per rendere il costone sicuro al 100% con un secondo intervento via mare verso Porticello. Così non è stato. 
Le parole della designata assessora ci hanno molto amareggiato per cui ci chiediamo che cosa non dovrebbero dimenticare gli abitanti di quella casa? 
Forse c'è stato fatto un favore e adesso dovremmo sdebitarci? 
NO, così non è, i tempi sono cambiati siamo nel 2022 e non nel 1926. 
Cordiali saluti gli abitanti di quella casa. 
Antonino Capitti Annamaria Luca

Trasporti Isole minori, conclusa gara Regione per concessioni navi e aliscafi. Falcone: «Obiettivo raggiunto, garantiti servizi da oltre 300 milioni»

 Si è chiusa lo scorso fine settimana la procedura aperta di selezione di operatori a cui affidare la concessione 2022/27 dei trasporti marittimi per le Isole minori siciliane. A darne notizia è l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Marco Falcone. Nei prossimi giorni il Dipartimento Infrastrutture procederà all'apertura delle buste e all’assegnazione dei servizi via aliscafi e via nave.

«Avevamo messo in campo dei bandi che - dichiara Falcone - dopo un’approfondita e complessa fase di studio, tenevano conto sia degli equilibri di mercato che soprattutto delle concrete esigenze e aspettative di comunità locali, commerci e turismo verso le Isole minori. Oggi raggiungiamo l’obiettivo di assicurare altri cinque anni di stabilità ai collegamenti marittimi da e per la Sicilia, grazie a una programmazione da ben 335 milioni di euro a cui il Governo Musumeci ha dato priorità assoluta, a difesa di un servizio vitale per la nostra Regione».

Per quanto riguarda l’affidamento dei trasporti veloci, la Regione ha ricevuto offerte per tutti i cinque lotti messi a gara da parte della sola società Liberty Lines spa: Isole Eolie, Isole Egadi, Ustica, Pantelleria, Lampedusa e Linosa. Per le concessioni dei collegamenti via navi ro-ro, invece, la società Sns ha formulato offerte per i lotti Eolie, Egadi, Lampedusa e Linosa. Per i lotti Pantelleria e Ustica, in ogni caso, i servizi via traghetto non si interromperanno poiché è ancora vigente la proroga dei precedenti affidamenti, emanata dalla Regione nei mesi scorsi, con scadenza a settembre 2022 e potenzialmente prorogabile a marzo 2023.

«A breve - specifica l’assessore Falcone - rimetteremo a bando anche i lotti che il mercato non ha giudicato appetibili». Le concessioni quinquennali, dal valore complessivo di 67 milioni l’anno erogati dalla Regione a compensazione finanziaria, prevedono il trasporto marittimo in regime di servizio pubblico di passeggeri, merci e veicoli via nave, di soli passeggeri attraverso mezzi veloci.

«Dopo un lungo passato di disagi e incertezze - sottolinea Falcone - si conclude un quinquennio durante cui la continuità territoriale verso le Isole minori non ha mai subito interruzioni: la Regione ha sempre garantito la mobilità marittima, scongiurando gravi ripercussioni sociali ed economiche per arcipelaghi e isole».

Pippo Rao: "Democrazia liberale crede in Gaetano Orto e al consiglio appoggeremo Giacomo Biviano"

(MESSAGGIO ELETTORALE AUTOGESTITO) 
Di Gaetano Orto abbiamo sempre apprezzato, nello svolgimento delle funzioni amministrative, la competenza, la capacità operativa, la sensibilità sociale, la serietà e l’onestà ’’intellettuale".
Requisiti, questi, che riteniamo indispensabili per governare, con successo, grazie anche all’esperienza maturata ed alla provata ed appassionata dedizione alla Comunità eoliana.
Lipari è un grande Comune, con una sua storia importante, che ha espresso, nel tempo, personalità amministrative di prim’ordine nella cui scia, secondo Democrazia Liberale, si inserisce l’avv. Gaetano Orto.
Ma è anche un Comune con annosi problemi che necessitano di un Sindaco la cui azione abbia la fermezza necessaria nei confronti dello Stato e della Regione Siciliana, spesso disattenti nei riguardi delle popolazioni eoliane.
A Gaetano Orto facciamo presente che ci sono alcune direttrici su cui lavorare per adempiere alle legittime aspettative dei cittadini che lui, peraltro, conosce benissimo.
Le prime due riguardano la sanità, le cui necessità abbiamo evidenziato in una lettera indirizzata, di recente, al Presidente Musumeci, ed i trasporti, ma non sottovalutiamo il problema lavoro, il problema scuola, i beni culturali, la carenza di personale negli uffici amministrativi.
E nessuno pensi, dopo la proroga, di chiudere il Tribunale di Lipari!
Orto sa quali sono i nodi da sciogliere e come determinare condizioni normali in una Comunità che è penalizzata dall’essere “isola” nell’Isola.
Noi liberali, ci auguriamo che i territori eoliani chiamati al voto per eleggere Sindaco e Consiglio comunale possano stringersi, come noi, attorno a Orto che rappresenta la speranza concreta del riscatto degli eoliani che subiscono mortificazionisi ingiusticate.
A Orto affidiamo anche la nostra speranza di disegnare e realizzare una realtà diversa.
A noi liberali, che siamo ritenuti soggetti scomodi perché non adusi ai compromessi, non interessa governare e per questo non abbiamo chiesto posti in giunta.
Noi governiamo sempre attraverso il controllo sul governo perché gli impegni assunti coi cittadini vengano rispettati. Ma con Orto, non avremo problemi!
Al Consiglio Comunale appoggeremo con forza e determinazione il candidato Biviano Giacomo detto Giacomone, che ben rappresenta gli ideali di Democrazia Liberale.
Viva Lipari, viva la lista, viva Giacomo Biviano e viva Gaetano Orto!

Prof. Pippo Rao
 

U Marmuraru di Bartolomeo Basile, artigiano in Lipari – Via Francesco Crispi (Marina Lunga)

Lavorazione di marmi, graniti, soglie, scale, rivestimenti in pietra, pulitura bocciardatura, lavori edili e cimiteriali di ogni genere.

Artista della pietra locale con la scultura come hobby.

"La natura crea, io la modello: la mia professione ed esperienza, acquisita negli anni, tramandatami prima dal nonno e, poi, da mio padre, si vede in ogni lavoro che eseguo usando mani, testa, cuore e passione.

Massima puntualità e serietà per soddisfare le vostre esigenze"

Alcuni dei lavori funerari realizzati di recente:


Contatti: 345 4239 640 - mail: bartolobasile74@gmail.com

Domani il confronto tra i candidati a sindaco di Lipari organizzato da Federalberghi

L’appuntamento per il confronto con i candidati alla carica di Sindaco del Comune di Lipari è stato rimodulato a mercoledì 8 giugno alle 9.15 presso il Gattopardo Park Hotel.

Inizialmente fissato per domenica scorsa, il confronto era stato rinviato per i motivi di salute di uno dei candidati.

L’incontro, organizzato da Federalberghi Isole Eolie, è riservato a tutte le Associazioni attive sul territorio eoliano e nasce dall’esigenza di ascoltare i candidati sui temi che maggiormente incidono sullo sviluppo del territorio.

Dopo una breve illustrazione dei programmi da parte dei candidati, si passerà ad alcune domande specifiche - integrate dalle Associazioni presenti in sala – con l’obiettivo di portare il confronto sui contenuti.


Le Associazioni che non dovessero avere la possibilità di essere presenti, anche attraverso uno o più delegati o associati, potranno comunque seguire la diretta Facebook (disponibile per tutti) su: https://www.facebook.com/federalberghieolie