PIETRO FRANZA È IL NUOVO PRESIDENTE DI SICINDUSTRIA MESSINA

Messina, 09 dicembre 2021 – Pietro Franza è il nuovo presidente di Sicindustria Messina. Eletto oggi all’unanimità dall’Assemblea dei soci, guiderà la delegazione messinese per i prossimi quattro anni. Cinquantadue anni, laureato in economia e commercio, Franza è ai vertici del Gruppo imprenditoriale di famiglia (Gruppo Franza), che opera nelle seguenti aree di business: trasporti marittimi, ospitalità, real estate, industria e telecomunicazioni.

In Confindustria è presente dal 1999, quando è entrato a far parte per due mandati biennali consecutivi della Giunta di Confindustria Messina. Dal 2003 al 2009 ha ricoperto la carica di vicepresidente dell’associazione territoriale e dal 2009 al 2015 è stato componente del Consiglio Direttivo di Confindustria Messina.

Con lui sono stati eletti i componenti del Consiglio di delegazione: Francesco Farilla (A2A Energie Future Spa); Nazzareno Foti (Bisazza Gangi Srl); Marco Bommarito (Fire Spa); Mariano Perroni (Gestam Srl); Sebastiano D’Andrea (I.E.E. Iniziative Energetiche ed Edili); Maurizio Rocco Maiorana (Impresa Maiorana Srl); Carmelo Giuffrè (Irritec SpA); Flora Mondello (La Flora Snc); Alessandra Iuculano (Opus Residential Srl); Luca Amoruso (Raffineria di Milazzo Scpa); Mauro Scurria (Sicilferro Torrenovese Srl); Giovanni Vinci (Vinci F.lli & C. Srl).

Pianificazione strategica, sviluppo e promozione del territorio, formazione, attrazione degli investimenti e sblocco delle opere pubbliche anche in vista dei fondi in arrivo del Pnrr, le priorità del neopresidente. Che non ha mancato poi di sottolineare la necessità di riportare in Sicilia i giovani già formati che hanno poi scelto di spostarsi oltre i confini regionali. “Dobbiamo puntare sui nostri giovani – ha sottolineato Franza – facendo rientrare le migliori energie che hanno dovuto lasciare la nostra regione, ma che aspettano solo di avere una opportunità per farvi ritorno”.

Un ringraziamento particolare Pietro Franza lo ha poi rivolto a Ivo Blandina per il lavoro svolto finora alla guida dell’associazione. “Eredito una associazione coesa e piena di energia – ha concluso – e sono davvero orgoglioso di rappresentare una classe imprenditoriale che ogni giorno dimostra di saper andare avanti nonostante le enormi difficoltà”

Congratulazioni a Franza sono giunte da Gregory Bongiorno, presidente di Sicindustria, e da Alessandro Albanese, presidente di Confindustria Sicilia.

Iacolino: “C’è chi |”avvelena i pozzi|” con presunti complotti

(di Gianni Iacolino) É difficile comprendere ( o forse no ) come sia possibile che notizie di cronaca o anche scientifiche vengano sempre più spesso manipolate per cercare di ottenere consensi - oggi si dice like, credo - a discapito di una corretta informazione.
Ma il risultato nefasto che si ottiene con tanta faciloneria, è quello di avvelenare i pozzi, rendendo difficile se non impossibile il confronto.
Chi non prova empatia per un medico preparato ed altruista, il prof. De Donno , spentosi , leggo nelle notizie di oggi, " nel silenzio dei media e della stampa tradizionale" ? In questa stampa , definita tradizionale e silenziosa , che io scorro giornalmente , ho seguito puntualmente le cronache del funerale e , nei mesi precedenti, anche l' impegno professionale del ricercatore nel cercare valide terapie contro il virus SARS-CoV-2. Quindi nessun tentativo di oscurare la figura del defunto , nè tantomeno voglia di nascondere alcunché sulla immunoterapia o sulla sua ricerca. Tutti i giornali ne hanno parlato e tutti si sperava nella sua efficacia. La sperimentazione portata avanti a Mantova con la collaborazione degli ospedali di Padova e Pavia è giunta, alla fine , a risultati che il primario di malattie infettive del San Matteo di Pavia affermò con chiarezza davanti alle tv Tv2000 :" la terapia non è sicuramente la soluzione del problema, ma un ulteriore aiuto nel cercare di combattere questa malattia." Nel corso del 2020 circolava voce ( bufala) che con l' immunoterapia si fossero azzerati i decessi c/o l'ospedale di Mantova, ma la notizia risultò , su precisazione dello stesso ospedale, del tutto falsa.
L'altro collaboratore di De Donno , Massimo Franchini, ematologo e primario del centro trasfusioni dell'ospedale di Mantova, a proposito dell'efficacia della terapia, ne sottolineava i limiti ( donatori compatibili ed arruolabili )ed aggiungeva , inoltre, che la si poteva praticare solo con i pazienti meno gravi.
Tutti noi medici conosciamo bene l'immunoterapia perché si basa su dati scientifici che concettualmente sono alla base di nuove terapie più raffinate e molto più semplici ed efficaci .
È stata provata in collaborazione fra centri di eccellenza pubblici con risultati purtroppo non lusinghieri, come spesso succede. L'errore che tante volte si commette è quello di dipingere o di presentare terapie come cure definitive solo per tifoseria, anche quando l'evidenza scientifica non le sorregge . Giocare poi sempre sugli stessi argomenti dei costi, dei grandi interessi, di complotti è diventato ridicolo.
Sono complottisti , in questo caso, anche i collaboratori del dott . De Donno che hanno evidenziato i limiti del loro stesso lavoro ? La nuova malattia è quella di non valutare l'evidenza scientifica , ma di scovare complotti dappertutto.
A chi serve rivangare argomenti già tanto trattati e superati dalle evidenze? Tutta la stima ad un medico serio e preparato come il dr. De Donno, ma farne un martire dell'invidia o di sporchi interessi , prima che al buon senso, fa un torto allo stesso De Donno. c

Lipari: Maria Cusolito è la nuova assessora della giunta Giorgianni

La cinquantenne strombolana  Maria Cusolito è la nuova assessora alla Sanità e alla Pubblica istruzione del Comune di Lipari, subentra alla dimissionaria Tiziana De Luca. 

Ad otto giorni dall’inaspettata fuoriuscita dalla compagine amministrativa della De Luca, quindi, il sindaco Marco Giorgianni ha proceduto a reintegrare la giunta del componente mancante.

La Cusolito, che dall’agosto 2019 è il delegato municipale per l’isola di Stromboli, dovrebbe mantenere anche le altre deleghe della De Luca, ovvero:  Edilizia scolastica, Cultura e beni culturali, Pari opportunità, Associazionismo, Solidarietà  e Edilizia popolare.

Potrebbe giurare già domani

Il sottosegretario alla Salute, Costa in visita istituzionale a Lipari su invito del vice- sindaco Orto e dell’ex assessore De Luca

COMUNICATO STAMPA

Come annunciato nell’ultima seduta di Consiglio Comunale, desideriamo comunicare che lunedì 13 dicembre il Sottosegretario di Stato alla Salute Andrea Costa sarà in visita istituzionale a Lipari.

Su invito dell’Amministrazione, in particolare del Vicesindaco Gaetano Orto e dell’ex Assessore Tiziana De Luca che lo avevano incontrato a Roma alcune settimane fa, il Sottosegretario incontrerà nel primo pomeriggio il Sindaco e la Giunta e, successivamente, la Commissione Consiliare Sanità e i rappresentanti dei cittadini che ne vorranno fare richiesta.

Pur essendo la sanità di competenza regionale, abbiamo ritenuto doveroso, viste le fortissime e croniche criticità che investono il nostro ospedale e, più in generale, le condizioni dei servizi sanitari delle nostre isole, intraprendere un nuovo percorso di dialogo col Governo nazionale a che possa prevedere misure specifiche e calibrate per un territorio disagiato come il nostro che ben sono rappresentate, ad esempio, nella proposta di legge per le isole minori, la cui indispensabile approvazione in tempi celeri rappresenterebbe il vero punto di svolta per l’assistenza sanitaria e ospedaliera (prevedendo altresì l’apertura in deroga del punto nascita) ma anche per tutti gli altri aspetti fondamentali quali l’economia, la fiscalità di sviluppo, il turismo, l’istruzione, la gestione dei servizi essenziali come l’idrico o i rifiuti, la protezione civile rispondendo alle effettive esigenze di questi territori che non possono e non devono continuare a subire i gap legati all’insularità. 

L’Amministrazione Comunale