Vigili del Fuoco : Esercitazione nazionale di colonna mobile dal 23 al 26 novembre 2021.



Insieme a tutti i Vigili del Fuoco della Sicilia anche i Vigili del fuoco del Comando di Messina hanno partecipato alla terza esercitazione nazionale di colonna mobile. Sono stati simulati scenari emergenziali come la ricerca a persona, interventi USAR, interventi SAF, interventi NBCR. 
Il Comando di Messina è stato impegnato anche nell’esercitazione provinciale che ha simulato un operazione di estinzione di un autovettura in fiamme con metodi innovativi, presentati per la prima volta alla scuola di formazione di base di MONTELIBRETTI (Roma). 
In particolare le prove simulate hanno visto coinvolgere un’autovettura e l’intero equipaggio in un incendio. L’estinzione del rogo è avvenuta utilizzando attrezzature di soccorso e tecniche di antincendio innovative. Il tutto all’interno del Distaccamento di Milazzo e con la collaborazione della Croce Rossa Italiana, con la quale i Vigili del fuoco vantano una storica sinergia. 
L'esercitazione, che si è ripetuta nelle quattro giornate, è sicuramente servita per mettere a frutto e perfezionare quelle che saranno le tecniche di intervento migliori in termini di performance ed efficienza.

Borse di Studio C&T: premiati 47 neodiplomati meritevoli del Nautico Caio Duilio

COMUNICATO STAMPA

Messina - 26/11/2021 - Sono 47 (9 dei quali con borsa di studio) i neodiplomati del Nautico Caio Duilio premiati da Caronte & Tourist nel corso della cerimonia svoltasi stamane presso la Sala Borsa della Camera di Commercio di Messina.

Sono le studentesse e gli studenti dell’anno scolastico 2020/2021 più meritevoli, quelli diplomatisi con i più voti più alti dopo un percorso scolastico di eccellenza.

I ragazzi hanno frequentato diversi indirizzi - “Conduzione del mezzo navale”, “Conduzione di apparati ed impianti marittimi”, “Logistica”, “Costruzione del mezzo navale” - e adesso hanno la possibilità di affacciarsi sul mondo del lavoro, a partire dalla possibilità di imbarco di almeno due mesi sulle navi della flotta Caronte & Tourist in qualifica di allievo per i diplomati di coperta, macchine e logistica nonché dagli stage in cantiere per i diplomati costruttori.

Alla cerimonia, giunta alla sua undicesima edizione, presieduta dalla dirigente scolastica dell’Istituto Nautico Caio Duilio Maria Schirò, erano presenti la Dirigente dell’ITET di Milazzo Stefania Scolaro, la Vicepresidente dell'Accademia Mediterranea della Logistica e della Marina Mercantile Brigida Morsellino, l’assessore alle Politiche del Mare Dafne Musolino, l’assessore all’Istruzione Francesco Gallo, il comandante della Marina Militare Giancarlo Lauria.

A rappresentare il Gruppo Caronte & Tourist, il consigliere d’amministrazione Pietro Franza e il responsabile del personale e comunicazione Tiziano Minuti.

“Le borse di studio - ha dichiarato quest’ultimo - non sono un mero atto di mecenatismo, ma sono nate e vivono per un mix di attenzione e riconoscimento delle eccellenze. Già oggi le nostre navi hanno bisogno di professionisti del mare che governino adeguatamente le complesse normative che vanno viepiù stratificandosi, anticipino le innovazioni tecnologiche galoppanti, siano proattivi sui temi della tutela dell’ambiente e in particolare della risorsa mare.  Domani, ciò che oggi si presenta come un requisito imprescindibile, sarà anche un vantaggio competitivo. In questi ragazzi insomma noi premiamo le competenze fondamentali e quelle solo apparentemente accessorie, a partire dalla sensibilità e l’attenzione all’ambiente.”

 “La nostra società - ha invece ricordato Pietro Franza - è fin qui cresciuta parallelamente a intere generazioni di specialisti nautici che oggi si trovano in ogni parte del mondo. Quello dei trasporti marittimi è un settore in crescita, ed è un mondo che richiede professionalità sempre più specifiche. Anche per questo il nostro rapporto con il Nautico di Messina e quelli dei territori in cui facciamo impresa è sempre stato solido e si dimostra duraturo. I nautici sono una fucina e una miniera di professionalità e di competenze delle quali abbiamo bisogno anche noi del Gruppo Caronte & Tourist per affrontare le sfide del futuro. “

 Ecco i nomi dei ragazzi premiati con le borse di studio C&T:

Roberto Impalà; Antonino Bonfiglio; Marco Bozzo; Alberto Battaglia; Antonino Fiorentino; Giovanni Battaglia; Andrea Passalacqua; Domenico Cucinotta; Rosa Pia Farsaci.

I nomi dei ragazzi che avranno l’opportunità di imbarco sulle navi della compagnia o uno stage in cantiere:

Davide De Benedetto; Orazio Parisi; Saverio Campolo; Lorenzo Berenato; Giuseppe Bonaventura; Giuseppe Bertè; Sergio Bilardo; Angelo Guglielmino; Francesca Mele; Antonino Mignemi; Annamaria Giannetto; Giuseppe Andronico; Vincenzo Caruso; Giovanni Cucinotta; Antonio Neri;

Andrea Trischitta; Gabriele Vita; Nicole Squillaci; Enrico Barbera; Dario Iurato; Rachid Khayran; Gabriele Rollo; Cosimo Gulletta; Maria Mazzù; Irene Bardetta; Manuel Ilie; Deborah Portas; Davide Russo; Francesco Zona; Belen Bacsa; Martina Bertucelli; Gabriele Costantino; Claudio Irrera; Gaio Mantineo; Emanuele Mento; Alessandro Cucinotta; Anthony Baxa; Matteo Giuffrè.

Bandi sul trasporto marittimo. Assessore Falcone convoca sindaci e stakeholder

L’assessore alle Infrastrutture, mobilità e Trasporti della Regione siciliana, Marco Falcone,  unitamente ai dirigenti dell’assessorato, incontrerà, martedì prossimo a Palermo, i sindaci delle isole minori siciliane e gli stakeholder per fare il punto sui bandi per l’ affidamento, quinquennale, in concessione, senza esclusiva, del trasporto marittimo passeggeri, in regime di servizio pubblico con compensazione finanziaria, fra le isole minori e la Sicilia. Bandi che, come si ricorderà, sono andati già deserti, in quanto nessun armatore ha ritenuto di dover partecipare, e che sono stati, comunque, oggetto di vibrata contestazione sia da parte delle amministrazioni isolane, di Federalberghi Eolie e isole minori di Sicilia, così come di trentacinque associazioni delle Eolie e delle Egadi. 
All’incontro parteciperà anche la società T Bridge che ha formulato i bandi.

Stromboli: flusso lavico ancora ben alimentato sulla Sciara

Non si arresta il trabocco lavico, prodotto dall'area nord della terrazza craterica dello Stromboli, iniziato ieri.

Il flusso lavico appare ben alimentato e la parte più avanzata si attesta nella porzione intermedia della Sciara del fuoco; dal fronte si distacca materiale che raggiunge la linea di costa.

Persiste, inoltre, una ordinaria attività stromboliana da entrambe le aree crateriche Nord e Centro Sud. Il tremore vulcanico si è mantenuto su livelli medi. Solo occasionalmente in concomitanza di esplosioni lievemente più energetiche si è portato su valori medio - alti.

Il comitato spontaneo “L’ ospedale di Lipari non si tocca” replica ad Alagna

Riceviamo e pubblichiamo: 

La nostra replica all'intervista di ieri rilasciata dal Direttore Generale dell'ASP Alagna al giornale "La Sicilia". Grazie fin d'ora per la condivisione. 
Il comitato spontaneo "L'Ospedale di Lipari non si tocca"

Quando cominciò il processo di smantellamento dell'Ospedale di Lipari (unico in tutto l'arcipelago Eoliano), nessuno poteva immaginare che saremmo arrivati alla situazione odierna.

Il primo reparto che venne smantellato fu il reparto Ostetricia e Ginecologia con la conseguente chiusura del nido.
Da quella data tutte le scelte fatte in seguito sono state improntate al depotenziamento riducendo drasticamente i posti letto, non sostituendo il personale che andava in pensione o che veniva trasferito.

L'attività chirurgica è stata ridotta alle sole "emergenze" e l'attività di ricovero ridotta e via via limitata alla sola cura dei pazienti cronici.

Il Direttore Generale dell'Asp di Messina, in un articolo su "La Sicilia", reitera le promesse di coprire le posizioni sanitarie scoperte, Ostetriche comprese per "eventuali" parti in sicurezza, compatibilmente agli iter tecnici e burocratici.

Ma in questi anni avete tenuto conto della nostra sicurezza? Siete consapevoli che la nostra sicurezza dipende unicamente da un volo di elicottero e da un posto letto libero in un altro presidio che spesso deve essere elemosinato?

Tanti piccoli Ospedali soprattutto quelli delle piccole isole, hanno subito lo stesso "trattamento" senza assolutamente tenere conto del tipo di territorio.

Egregio Direttore Generale, chi vive sulla terra ferma può curarsi in sicurezza perché si può spostare, noi isolani NO!

La nostra sicurezza deriva dal rispetto dei Livelli essenziali di assistenza (che comprendono la gravidanza e la nascita).
Sono ormai quasi due anni che in piena pandemia, siamo costretti a non curarci con tutte le conseguenze che questo comporta.
Ci vogliono impegni seri e non promesse che vengono sempre disattese.
Gli Eoliani non vogliono più essere presi in giro