Vulcano, la Regione affida la messa in sicurezza del porto. Falcone: «Strategico anche per affrontare i rischi naturali»

Comunicato
Sono stati affidati i lavori di messa in sicurezza del porto di Vulcano, nelle Isole Eolie. Lo rende noto l’assessore regionale Marco Falcone, a seguito della formalizzazione dell’appalto da parte del dipartimento Infrastrutture. A eseguire l’opera sarà l’impresa Ca.ti.fra srl di Barcellona Pozzo di Gotto (Me), sulla base di un’offerta di ribasso del 10,120% sull’importo a base d’asta di 2.257.300,85 euro.
«Siamo soddisfatti - dichiara l’assessore Falcone - per aver affidato i lavori nei tempi che ci eravamo prefissati, anche perché l’isola vive una complicata fase vulcanologica che conferma l’urgenza, anche nell’ottica di potenziali rischi naturali, di attrezzare Vulcano con un porto finalmente sicuro, moderno ed efficiente. Quando ci siamo insediati, il pontile aliscafi era in abbandono e nessuno avrebbe creduto nel positivo epilogo del lungo iter di questo progetto, per due anni fermo al Ministero dell’Ambiente. Il governo Musumeci - conclude Falcone - ha lavorato con la consueta attenzione per sbloccare questo cantiere strategico e così, confidiamo entro dicembre, i lavori saranno consegnati, per poi posare la prima pietra. Un ringraziamento, infine, al sindaco Giorgianni e al vicesindaco Orto per la proficua collaborazione sulla vicenda». L’appalto prevede la messa in sicurezza del molo foraneo e il collegamento tra le banchine portuali e la radice del nuovo pontile per gli aliscafi. Quest’ultima opera verrà realizzata demolendo il vecchio attracco danneggiato e in disuso dal 2015.

Stromboli: Continua il trabocco lavico sulla Sciara

Continua il trabocco lavico dall'area nord della terrazza craterica dello Stromboli. Al momento il flusso lavico rimane circoscritto nella parte alta della Sciara del Fuoco (vedi foto di Antonio Costa) e dal fronte si staccano blocchi lavici che rotolano lungo la Sciara del Fuoco raggiungendo la linea di costa. 

Permane una ordinaria attività stromboliana da entrambe le aree crateriche Nord e Centro Sud.

Vescovi siciliani riuniti a Roma, confermata la sospensione delle processioni

Niente processioni in Sicilia. I vescovi delle diocesi di Sicilia, riuniti a Roma per la sessione della Conferenza Episcopale Italiana, hanno svolto anche una seduta straordinaria della Cesi, presieduti da mons. Salvatore Gristina. Le processioni sono state l'unico argomento trattato ed eventuali modifiche dell’attuale normativa. 
Dopo ampia discussione - come spiega una nota della Cesi - allargata anche ai Vescovi assenti, è stato deciso con voto unanime di confermare la sospensione permanendo peraltro lo stato di emergenza.

Aggiudicati i lavori di “messa in sicurezza del porto di Levante e di Ponente nell’isola di Vulcano”

 COMUNICATO STAMPA 

Così come preannunciato nei giorni scorsi, si rende noto che, con Decreto del Dirigente Regionale del Servizio 8 – Infrastrutture Marittime e Portuali n. 3651 del 24/11/2021, è avvenuta l’aggiudicazione per l’affidamento dei lavori di “Messa in sicurezza del porto di Levante e di Ponente nell’isola di Vulcano con la sistemazione del molo foraneo e collegamento tra le banchine portuali e radice pontile attracco aliscafo” alla ditta CA.TI.FRA. S.r.l. di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), che ha presentato un’offerta di ribasso del 10,120% sull’importo a base d’asta di € 2.257.300,85.

Rinnovando i ringraziamenti al Governo Musumeci, in particolare all’Assessore Marco Falcone, e agli Uffici del Dipartimento delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, non possiamo che auspicare in una pari rapida conclusione delle giuste operazioni di verifica e conseguente sottoscrizione del contratto d’appalto vista l’importanza strategica dell’opera per l’isola di Vulcano e per l’intero territorio, che ancor più si avverte in questo attuale momento emergenziale ma che, indipendentemente da tale aspetto, da anni è attesa e che è frutto di un intenso lavoro da parte di questa Amministrazione perché sia finalmente realizzata una portualità efficiente e adeguata alle necessità dell’isola.

                L’Amministrazione Comunale

25 Novembre 2021: Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (di Tiziana De Luca)



Il 25 novembre corrisponde al giorno del brutale assassinio, nel 1960, da parte del dittatore della Repubblica Dominicana, di tre attiviste politiche, le sorelle Patria, Minerva e María Teresa Mirabal, che furono rapite, stuprate, torturate e uccise mentre si recavano a far visita ai mariti in carcere, per poi essere gettate in un precipizio, a bordo della loro auto, simulando un incidente.
Inoltre il 25 novembre segna l’inizio dei 16 giorni di attivismo contro la violenza di genere che precedono il 10 dicembre, Giornata Mondiale dei Diritti Umani.
Tenendo accesi i riflettori su ciò che genera la violenza contro le donne, lottando contro una mentalità di diseguaglianza e abuso, dalla violenza domestica ai crimini sulle donne afghane e di tutto il mondo, e generando azioni positive individuali, sociali ed istituzionali possiamo contribuire affinché l'oggi acquisti un senso concreto nel tempo.
Grazie alle iniziative del Soroptimist Isole Eolie Francesca Sparacino, Fabiola Famularo, Luana Biviano, Anna Spadaro, MariaGrazia Longo, di I.Dee Associazione culturale, Emanuela Mondiello, Silvia Azzurra e di coloro che personalmente hanno partecipato ad "accendere d'arancio" il Comune: Giuseppe Biancheri, Giovanni Mollica, Concetta Russo e Isabel Francesco Famularo che ogni anno ci tiene a lasciare un segno in Piazza Mazzini e a Marina Corta.
Grazie alle scuole, dirigenti scolastici e docenti, che stanno attenzionando la tematica con i piccoli alunni, con iniziative in classe.
Assessore
Tiziana De Luca

Trabocco lavico sullo Stromboli e da Ginostra sollecitano sopralluogo dopo la frana

COMUNICATO
L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che a partire dalle ~07:00 UTC (le 8 in Italia) dalle telecamere di sorveglianza si osserva un modesto trabocco lavico dall'area nord della terrazza craterica dello Stromboli che al momento rimane confinato in area sommitale ad una quota di circa 750 metri slm .

Il fronte del flusso lavico brecciandosi causa rotolamento di materiale lungo la Sciara del Fuoco.

Non si segnalano specifiche variazione per ciò che riguarda l'attività esplosiva.

Dal punto di vista sismico non si evidenziano particolari variazioni rispetto alle ultime 24 ore.

Le stazioni clinometrica e GPS non registrano variazioni di rilievo

NDD di Eolienews - Da Ginostra, intanto, anche in considerazione dell'attività vulcanica, sollecitano un sopralluogo degli enti competenti, dopo la frana dell'altro ieri. L'unico sopralluogo, sinora, è stato fatto dai carabinieri di Stromboli

Vulcano: Veglia di preghiera. Stamane vento di scirocco crea qualche problema (video)

(Ansa) A Vulcano, nelle Eolie, veglia di preghiera per invocare la cessazione delle esalazioni dal cratere. E’ stata promossa dal parroco Lio Raffaele nella Chiesa dei Santi Angeli Custodi. Sono intervenuti un centinaio di fedeli. Tutti a invocare il ritorno alla normalità nell’isola. “C’è stata una grande partecipazione da parte della gente – confessa monsignor Raffaele - ed è l’unità che sta distinguendo la popolazione di Vulcano. Ora speriamo che le nostre preghiere possano sortire l’effetto che tutti auspichiamo”. (Ansa)

Intanto stamattina il vento di scirocco sta spingendo i fumi provenienti dalla sommità vulcanica verso il basso, creando qualche difficoltà a livello respiratorio.