Rifiuti a Varesana. Coscione: Assessore Taranto ha già avviato parziale pulizia

Volevo comunicare per correttezza che mi ha contattato l'assessore Taranto perché già nel pomeriggio è stato provveduto a parziale pulizia. Il completamento sarà realizzato domani. 
Grazie a Massimiliano Taranto che è sempre una persona gentile, educata e molto attenta ad ogni segnalazione. Conosco il suo impegno personale. Complimenti per questo e grazie.
Francesco Coscione

Ambiente: Potito Ruggiero ha incontrato i ragazzi di Lipari

Potito Ruggiero , il giovanissimo attivista italiano di 13 anni e portavoce, in varie scuole d’Italia, della crisi legata al fenomeno globale dei cambiamenti climatici, questa mattina ha incontrato a Lipari, nella chiesa dell’Immacolata,  gli alunni della media del comprensivo Lipari. L’iniziativa è stata promossa da Blue Marina Foundation e dal Comprensivo Lipari, con il patrocinio del Comune di Lipari. 
Potito si è soffermato sulle urgenze ambientali e possibili soluzioni attraverso scelte ed azioni individuali. 

Eolie ed Egadi, 31 associazioni chiedono la revoca dei bandi in autotutela sui collagamenti marittimi

L’associazionismo delle Isole Eolie e delle Isole Egadi compatto e in forma plebiscitaria chiede a gran voce la revoca in autotutela dei bandi quinquennali sui collegamenti marittimi a mezzi veloci e navi ro-ro per i comparti Egadi ed Eolie.

Sono ben 31 le associazioni che in pochissimo tempo hanno aderito ad una richiesta formale - indirizzata al Presidente Musumeci e all’Assessore Marco Falcone - di revoca dei bandi in autotutela per "consentire un recepimento delle osservazioni prodotte o da produrre a stretto giro da parte degli stakeholder …. per tentare di rendere più aderenti i servizi alle esigenze locali di mobilità, continuità territoriale e sviluppo socio-economico per i quali sono stati concepiti e ai quali devono concorrere".

Una richiesta che scaturisce dalla delusione per gli avvisi pubblici pubblicati dalla Regione a fine luglio (in piena stagione turistica) e in scadenza il 19 novembre. Questi, recepirebbero solo in minima parte istanze e osservazioni prodotte durante le consultazioni da associazioni e pubbliche amministrazioni locali. Si evidenziano: l’omissione di alcuni scali importanti su alcune tratte; buchi in fasce orarie fondamentali per l’utenza insulare; una mancata ottimizzazione delle miglia disponibili; l’assenza di penali e il mancato recupero delle corse omesse; la mancata previsione del mezzo di riserva; e, addirittura, uno spreco di miglia su una tratta mai richiesta ed anzi dichiaratamente non ritenuta utile, la Cefalù-Eolie.

Criticità tali, si legge, da prefigurare “gravi disagi per l’utenza ed evidenti svantaggi per i territori interessati oltre che inefficienze ed aggravi di spesa per la pubblica amministrazione” il mondo dell’associazionismo insulare chiede di porvi rimedio attraverso una “revoca del provvedimento amministrativo in autotutela così come previsto dalla L. 241/90 (modificata dalla L. 164/2014)”.
La richiesta si conclude lanciando un appello alle pubbliche amministrazioni locali, anch’esse destinatarie della missiva, affinché adottino un’ulteriore e importante presa di posizione nei confronti della Regione per supportare tale richiesta.

La palla adesso è nel campo della politica che dovrà dimostrare di essere davvero in grado di recepire e dare seguito in modo concreto alle istanze dei territori che rappresenta.

Urge intervento immediato a Varesana, in ballo la pubblica incolumità(di Francesco Coscione)

L'attribuzione di colpe e lo scarico di responsabilità lo lascio a chi ha queste capacità, io da cittadino e da residente chiedo di intervenire immediatamente in località Varesana, per liberare la sede stradale (in parte l'ho fatto io) da rifiuti e oggetti che costituiscono serio pericolo per la circolazione in quanto si è costretti a transitare al centro della carreggiata per evitarli.
Francesco Coscione

Collegamenti con le isole minori, De Luca (M5s): «Isola di Salina fortemente penalizzata»

Il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca ha firmato una interrogazione indirizzata al presidente della Regione Musumeci e al’assessore regionale alle infrastrutture e Mobilità Falcone

«Il Comune di Santa Marina di Salina fortemente penalizzato ed i suoi residenti trattati come cittadini di serie B». A dirlo è, senza mezzi termini, il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca, che contesta il contenuto dei bandi relativi ai   collegamenti marittimi integrativi con le Isole Minori/ Lotto Eolie.

Il parlamentare pentastellato ha firmato una interrogazione indirizzata al presidente della Regione Nello Musumeci e all’assessore regionale alle infrastrutture e Mobilità Marco Falcone, evidenziando numerose criticità e ribadendo che «la continuità e l’efficienza dei collegamenti marittimi costituiscono fattori essenziali per la vita quotidiana, studentesca e lavorativa di chi risiede in queste isole».

«I suddetti bandi- spiega l’on. Antonio De Luca – prevedono un inaccettabile taglio delle corse, comportando enormi disagi ai pendolari ed ai turisti che si spostano da e verso le isole Eolie e le altre isole minori anche in periodi di bassa stagione».

«Come denunciato dal sindaco di Santa Marina Salina – scrive il deputato pentastellato nell’interrogazione -  la frequenza dei collegamenti è stata infatti ridotta da 7 a 5 giorni da e per Milazzo e addirittura a soli 3 giorni da e per Palermo, con le corse dimezzate e orari mal distribuiti. Qualche esempio: l’ultima corsa da Milazzo è prevista tra le 17 e le 17.30 e sono state cancellate le due partenze attualmente previste alle 18.15 e alle 19.10; e ancora il previsto collegamento Eolie/Messina interessa solo le isole di Lipari e Vulcano, escludendo qualsiasi collegamento da Salina. Inoltre non è stato previsto un aliscafo che faccia base a Santa Marina Salina».

«I collegamenti a mezzo nave con direzione Alicudi – continua nel documento il parlamentare regionale  - fanno scalo esclusivamente nel porto di Rinella, e non anche a Santa Marina Salina, riducendo da 5 a 4 la frequenza della prima partenza da Milazzo  e creando disagi anche al trasporto commerciale, che è di fondamentale importanza per il Comune di Salina».

Secondo l’on. De Luca  «alla grave disorganizzazione tra i collegamenti marittimi  si aggiunge l’ulteriore penalizzazione per i pendolari dovuta ai costi elevati dei biglietti, con una evidente disparita rispetto ai collegamenti statali».

Alla luce delle criticità evidenziate e anche  considerato che nei giorni scorsi i sindaci dei Comuni delle isole Eolie hanno sollecitato il potenziamento dei collegamenti marittimi,  il deputato pentastellato Antonio De Luca  interroga il presidente Musumeci e l’assessore Falcone per sapere «se ed in che maniera l’assessorato  intenda intervenire al fine di assicurare un adeguato collegamento per le isole Eolie minori tenuto conto dei disagi e delle penalizzazioni che subisce quotidianamente la popolazione ivi residente».  

La lucertola delle Eolie in un francobollo celebrativo di Europa 2021.

La lucertola delle Eolie, rettile in via d'estinzione, è da oggi in un francobollo celebrativo di Europa 2021. Lo ha comunicato Poste Italiane. 

E' stato emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico con tariffa B pari a 1,10 €. 

Il francobollo ha una tiratura da cinquecentomila esemplari ed è stato emesso insieme a quello dedicato all’Orso bruno marsicano (tariffa B 50g pari a 2,60 €).

La lucertola delle Eolie, endemica dell’arcipelago eoliano, è lunga fino a 25 centimetri, tendenzialmente più scura, rispetto alle sue "sorelle" ed è nsettivora. Si nutre di coleotteri ed imenotteri, variando in estate con alcune componenti vegetali. 

Si riproduce da due a tre volte l’anno con la schiusa delle uova deposte che possono essere da quattro a otto. 

Le aree in cui vive sono: l’isola di Vulcano, in particolare la zona di Vulcanello,  e tre piccoli isolotti: Strombolicchio (Stromboli), La Canna (Filicudi), Scoglio Faraglione (Salina).