Alagna (Asp 5) : “concorsi per Lipari andati deserti nella quasi totalità, Regione pensi a incentivi”

“L’ASP Messina non ha trascurato alcuna possibilità per coprire i posti vacanti in pianta organica, nelle differenti unità operative dell’ospedale di Lipari ma i concorsi, tempestivamente banditi,  nella quasi totalità sono andati deserti e in uno di questi il primo classificato ha anche rinunciato all’incarico”. 

Lo evidenzia il commissario straordinario dell’Azienda sanitaria, Bernardo Alagna. “Non demordiamo – afferma - e continueremo a cercare il personale che occorre ma, vista la realtà insulare, nell’ottica di perseguire la continuità assistenziale, la Regione dovrebbe pensare ad un forma di premialità, così come già avviene per la scuola e in altri settori, con una maggiore retribuzione o una migliore possibilità di fare carriera per incentivare la scelta di  Lipari, quale sede. Infatti, a parità di retribuzione e carriera, i più non prendono in considerazione di trasferirsi sull’isola”. 

Alagna, evidenziando il massimo impegno per garantire nelle Eolie i servizi essenziali di prossimità, rimarca come gli isolani debbono comprendere che “con l’attuale sistema sanitario, con regole non dipendenti dalla nostra azienda, alcune attività saranno da considerare fruibili solo in alcune strutture che non necessariamente, sarà possibile trovare sull’isola. Pur riconoscendo, dunque, la particolarità della condizione isolana, alcune scelte di logistica e politica sanitaria, non dipendono da libere scelte dell’Asp, ma sono condizionate dall’attuale piano sanitario che ha scelto il modello degli hub e spoke della rete ospedaliera, prevedendo, a Lipari, la presenza di alcune Unità Operative a Lipari, non di tutte”.

Nei giorni scorsi, con una nota indirizzata al commissario Alagna e all'assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, il presidente del consiglio comunale di Lipari, Giacomo Biviano, aveva chiesto chiarimenti a proposito dei concorsi banditi.

Si è spento il sorriso di Za Felicia

Lipari perde uno dei suoi fiori più belli. 

Si spenta la signora Felicia D’Ambra ved. Imbruglia.

Una donna buona e sempre con il sorriso sulle labbra e una luce radiosa negli occhi: nella vita di ogni giorno, così come nell'attività di famiglia.

Ed è con quel sorriso che ci ha accompagnato che vogliamo ricordarla.

Alla famiglia le sentite condoglianze della famiglia Sarpi e di Eolienews