Comitato Eolie 20 – 30 chiede modifica tempi di erogazione del contributo nascite isole minori.

Danilo Conti
(presidente Comitato Eolie 20 - 30)
 
Al Presidente della Regione Sicilia

(con delega ad interim sulla sanità )

On. Nello Musumeci

Al Presidente dell’Assemblea Siciliana

On. Gianfranco Miccichè

Al Presidente della Commissione Sanità

On. Margherita La Rocca Ruvolo

E.p.c. Al Sindaco del Comune di Lipari

Rag. Marco Giorgianni

E.p.c. Assessore alla Sanità del Comune di Lipari

Tiziana De Luca

E.p.c. Presidente del Consiglio Comunale di Lipari

Giacomo Biviano

OGGETTO:Richiesta modifica tempi di erogazione contributo nascite isole minori.

Recentemente abbiamo appreso  dagli organi di stampa che all’ARS è stato approvato un emendamento a firma dell’On. Lo Curto, grazie al quale il contributo per le partorienti delle isole minori sale dagli attuali Euro 3.000,00 a Euro 5.000,00.

Il tema della sanità ed in modo particolare quello relativo ai punti nascita è molto sentito nelle isole minori della Sicilia.

Negli anni, infatti, in tanti hanno provato politicamente a restituire il diritto di nascere nella propria terra, in deroga a tutte le nuove norme nazionali, compreso il decreto Balduzzi che riconosce le difficoltà di vivere in un isola e prevede la possibilità di poterci partorire, ma ad oggi si registra soltanto un contributo a saldo dei disagi causati dalla mala politica.

Come Comitato Eolie 20-30 sentiamo il dovere di accodarci  alle lotte che negli ultimi anni sono state portate avanti dalle associazioni nate per la difesa del punto nascita e crediamo fermamente che oggi la soluzione del percorso nascita sia la più attuale ma riteniamo anche,  entrando nel merito della questione, che al danno subito di non poter nascere nella propria terra, non si possa e non si debba aggiungere la beffa di dover anticipare ingenti somme nella gestione della gravidanza fuori sede.

La diagnostica prenatale in specie tra la 12° e la 14° settimana di gestazione necessita di dover eseguire metodiche come il Bi-test, lo SCA test o ancor piu’ il DNA fetale per pazienti con eta’ superiore a 35 anni, con un aggravio economico non indifferente per le famiglie eoliane.

L’ecografia morfologica e l’ecocardiofetale sono metodiche ormai imprescidibili per una ottima metodologia gravidica e vanno eseguite tra la 22° e la 24° settimana di gestazione.

Tutta la normale condotta clinica comporta per le pazienti e per le famiglie ulteriori disagi e spesso alla gioia di vivere un lieto evento si antepone l’ansia di rimanere sole fuori sede e la preoccupazione, già dai primi mesi di gravidanza, di accantonare le risorse necessarie per affrontare un percorso di nascita in totale serenita’.

Tante pazienti necessitano un ricovero ospedaliero per minaccia d’aborto ed ancor piu’ per minaccia di parto pretermine quindi prima della 36° settimana.

Per tali ragioni, noi riteniamo che si debba lavorare ulteriormente alla legge che regolamenta la concessione dei contributi, prevedendo la possibilità di ottenere il contributo entro la 28° settimana per le gravidanze non a rischio ed entro la 20° settimana per quelle a rischio.

Crediamo inoltre si debba infine riaprire il dibattito con tutte le parti coinvolte (compresa l’associazione mamme in gravidanza) per definire il percorso migliore per partorire in sicurezza.

Lipari 07/04/2021                                                

Ass. Comitato Eolie 20-30

f.to Il Presidente

Danilo Conti

Fonti e Mollica: “E’ necessario discutere in consiglio comunale il Piano regolatore portuale”.

La nota inviata dai consiglieri comunali di Forza Italia, Gesuele Fonti ed Eliana Mollica al presidente del consiglio comunale Giacomo Biviano :

Oggetto: convocazione del Consiglio Comunale giorno 15 Aprile 2021 – tra gli argomenti da trattare: O.d.G. Piano Regolatore Portuale.

Nel corso della riunione di Consiglio Comunale tenutasi in data 15 Marzo c.a., l’organo collegiale ha votato all’unanimità l’inserimento all’ordine del giorno della seduta del documento in oggetto indicato, presentato dal gruppo consiliare di Forza Italia e sottoscritto anche da altri consiglieri.

L’ordine del giorno sottoposto all’attenzione del civico consesso evidenzia l’urgenza di redigere per il territorio comunale un Piano Regolatore Portuale, indispensabile strumento di programmazione e di sviluppo del territorio.

Il documento, non ancora discusso dal Consiglio Comunale, invita l’Amministrazione ad intraprendere un confronto con l’Assessorato Regionale del Territorio e dell’Ambiente per definire le fasi preliminari all’avvio delle procedure finalizzate alla stesura del Piano Regolatore Portuale del Comune di Lipari, ad operare in sinergia con tutti i soggetti istituzionali preposti all’adozione dell’atto di pianificazione portuale e ad avviare il necessario confronto con tutti i soggetti che hanno competenza nella gestione delle aree portuali del Comune di Lipari.

Il Piano Regolatore Portuale è lo strumento di programmazione e realizzazione delle opere portuali, un documento indispensabile per lo sviluppo e la crescita del territorio di cui ancora il Comune di Lipari non è dotato.

Ad oggi, a distanza di un mese dall’inserimento del punto all’ordine del giorno, il Consiglio Comunale non ha analizzato il documento sebbene allo stesso fosse stata data priorità collocandolo in una posizione utile tra gli argomenti da trattare.

La S.S. ha convocato la prossima riunione di Consiglio Comunale in data 15 aprile p.v., dopo più di tre settimane di inattività e di silenzio, sebbene i sottoscritti consiglieri comunali abbiano ritenuto necessario, in data 23 marzo 2021, inviare una nota al Sindaco, al Segretario Comunale, al Responsabile del Settore Finanziario, al Responsabile del Settore Tecnico, all’Organo di Revisione Finanziario – Contabile, al Commissario ad acta per il bilancio e anche alla Presidenza del Consiglio per evidenziare il mancato inoltro al Consiglio Comunale delle proposte di deliberazione degli atti propedeutici e/o connessi all’approvazione del bilancio di previsione, che come disposto dal Commissario ad acta dovrà essere approvato dalla Giunta municipale entro e non oltre il 30/4/2021.

Il cronoprogramma, indicato dal Commissario ad acta per il bilancio, determinava infatti entro e non oltre il 31/3/2021 l’approvazione da parte del Consiglio Comunale sia del PEF Servizio smaltimento rifiuti 2020/2022 e 2021/2023 sia del PEF Servizio idrico 2020/2022 e 2021/2023. Il programma relativo all’iter approvativo del bilancio di previsione 2020/2022 indicava, altresì, entro e non oltre il 31/3/2021 l’approvazione da parte del Consiglio Comunale del Regolamento del Canone Unico Patrimoniale.

E’ forse superfluo evidenziare che la Presidenza del Consiglio, anche a seguito della richiamata nota datata 23 marzo a firma dei consiglieri di Forza Italia, avrebbe dovuto chiedere all’Amministrazione chiarimenti in merito al mancato invio al Consiglio Comunale dei documenti finanziari propedeutici all’approvazione del bilancio di previsione.

E’ altresì evidente che il bilancio di previsione 2020/2022 non sarà approvato nei termini previsti dal cronoprogramma indicato dal Commissario ad acta, costringendo il Comune di Lipari a “galleggiare” ancora per lungo tempo. Il verbo “galleggiare”, da Lei utilizzato più di una volta in Consiglio comunale, ci appare il più appropriato per presentare l’attuale situazione dell’Ente e il sacrificio a cui tutti indistintamente siamo chiamati.

Le indicate proposte di deliberazione (PEF Servizio smaltimento rifiuti, PEF Servizio idrico e Regolamento del Canone Unico Patrimoniale) non sono presenti neppure tra gli argomenti del prossimo Consiglio Comunale, allorché l’ordine del giorno relativo al Piano Regolatore Portuale è invece scivolato inspiegabilmente all’ottavo punto dell’ordine del giorno.

Con la presente rimarchiamo l’esigenza che argomenti vitali per l’Ente nonché importanti per lo sviluppo e la crescita dei territori vengano tenuti nella dovuta considerazione, sollecitando le necessarie ed opportune prese di posizione da parte del Presidente del Consiglio che è figura istituzionale di garanzia nello svolgimento delle attività del Consiglio ed ha autonomi poteri di direzione dei lavori e delle attività del Consiglio Comunale.

E’ indispensabile ed urgente superare le attuali carenze infrastrutturali del nostro territorio, è necessario quindi potenziare la portualità e la logistica marittima per agevolare l’accesso ai territori e ottimizzare il trasferimento di merci e passeggeri.

Le isole del Comune di Lipari attendono da troppo tempo un miglioramento infrastrutturale corrispondente alle caratteristiche dei territori e alle comuni aspettative di crescita economica e sociale. E’ inammissibile che un documento di strategica rilevanza per lo sviluppo e la crescita territoriale continui a languire bloccato in Consiglio Comunale per l’assenza di iniziativa del suo Presidente. Pertanto, si chiede alla S.S. lo sforzo di conciliare le diverse urgenze con la opportunità di discutere nella prossima seduta di Consiglio l’ O.d.G. Piano Regolatore Portuale, evitando così un ulteriore rinvio che non sarebbe giustificato.

7 aprile 2021

I Consiglieri comunali
Gesuele Fonti
Eliana Mollica

Covid: in Sicilia 998 nuovi casi e 16 morti

Sono stati 998 i nuovi casi di covid registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 783. I morti sono stati invece 16 e il totale delle vittime sale così a 4.746.

I dati che provengono dagli ospedali dicono che la pressione aumenta: il totale delle persone ricoverate è infatti di 1.282 (ieri erano 1.242) ma in rianimazione ci sono 157 pazienti (ieri erano 160) e in area medica ci sono 1.125 persone (ieri erano 1.182).

Le persone dichiarate guarite sono solo 88 e così il numero degli attuali positivi risale sopra quota 25 mila: sono 25.346 (24.064 dei quali in isolamento domiciliare).

Il numero dei tamponi processati è di 24.958 con la percentuale di positività che si attesta sul 3,99%.

Ricordando… Giuseppe Buttò


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito
Informiamo i lettori che questa rubrica, così come votato dalla maggioranza dei lettori stessi, da domani, giovedì 8 aprile, sarà pubblicata nella fascia 10 - 11,30

Intitolare il terminal aliscafi di Milazzo a Baldassare Catalano. Il giusto riconoscimento per un imprenditore lungimirante muove i primi passi in consiglio comunale a Milazzo

Il consigliere comunale di Milazzo Giuseppe Doddo ha presentato una mozione, sottoscritta anche da altri consiglieri, per intitolare il terminal aliscafi a Baldassare Catalano nella ricorrenza del quindicesimo anniversario della morte. Catalano, nato di Favignana, ma milazzese di adozione, si impegnò sin dal 1965 ad ottenere il potenziamento dei collegamenti tra Milazzo e le Isole Eolie con veloci aliscafi.

Il primo aliscafo PT20, chiamato “Freccia Azzurra del Sud”, effettuò il primo viaggio da Milazzo verso le Eolie nel 1966 dando notevole spinta ai collegamenti con aliscafi al posto della motonave.

Il legame con la città lo portò al coinvolgimento nella vita politica, assumendo la carica di segretario del Partito Repubblicano che lo designò componente del consiglio di amministrazione dell’ospedale di Milazzo, carica che ricoprì per quasi un decennio.

Nota del direttore di Eolienews

Sin qui il post pubblicato su milazzoincomune.it. 

A ciò vorremmo aggiiungere che il signor Catalano ha rappresentato, nel tempo, un importante punto di riferimento non solo per la "sua" Milazzo ma anche per le nostre isole.
Non bisogna, infatti, dimenticare che la sua lungimiranza, nel campo dei collegamenti marittimi, contribuì all'avvio di una nuova ed importante stagione per il turismo eoliano.

Allevamento, domani on line il bando della Misura 13 del Psr Scilla: «In arrivo 75 milioni di euro per la zootecnia siciliana»

In arrivo aiuti per il settore zootecnico siciliano. Domani sarà pubblicato sul sito del Psr Sicilia 2014/2020 e su quello dell'assessorato regionale dell'Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea il bando della Misura 13 per la campagna 2021 “Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici” – operazione 13.1.1 “Pagamento compensativo per le zone montane” ed operazione 13.3.1 “Pagamento compensativo per le altre zone soggette a vincoli specifici”.
A darne comunicazione è l’assessore all’Agricoltura, allo Sviluppo rurale e alla Pesca mediterranea, Toni Scilla. «Il governo Musumeci mantiene gli impegni assunti nei confronti del comparto agricolo siciliano. Con questo bando, la cui dotazione finanziaria presunta è di 30 milioni di euro - afferma l'assessore Scilla - diamo risposte a un settore che riteniamo centrale, quello della zootecnia siciliana. Settore, già fortemente provato dall’emergenza pandemica, che necessita di aiuti concreti. Noi siamo pronti a metterli in campo».
A breve sarà pubblicato anche il bando riguardante la Misura 14 del Psr “Igiene e benessere degli animali” con una previsione di impegno economico di ulteriori 30 milioni di euro, mentre 15 milioni di euro saranno previsti per i Progetti integrati di filiera (Pif) lattiero/caseari.
«Previsti quindi – ha concluso l’assessore Scilla – ben 75 milioni di euro per i nostri allevatori. L’agroalimentare siciliano è un pilastro qualificante dell’azione politica del governo Musumeci».

Vicenda “Cartour Delta”. Nave rientrata in linea la stessa sera, dopo il disco verde delle Autorità competenti. C&T: “Grande sollievo per l’esito negativo dei tamponi molecolari per i membri dell’equipaggio. Protocolli di sicurezza hanno funzionato”.

Messina - 7/4/2021 - “Abbiamo preso atto con sollievo dell’esito dei tamponi molecolari cui sono stati sottoposti tutti i membri dell’equipaggio della Cartour Delta e del conseguente disco verde giunto dalle Autorità competenti, che ci ha permesso di rimettere in linea, la sera stessa, la nostra nave”.

Così Caronte & Tourist ha comunicato la negatività al Coronavirus dei marittimi dell’equipaggio della Cartour Delta che - al contrario dei loro cinque colleghi - non mostravano alcuno dei sintomi tipici da infezione da SARS-CoV-2 ma sul cui stato di salute c’era ovviamente grande apprensione.

Ricordiamo che i marittimi risultati positivi erano stati immediatamente sbarcati e trasferiti in due diverse strutture protette a Messina mentre la nave aveva subìto due diversi radicali interventi di sanificazione.

“Il nemico - dice Caronte & Tourist - si conferma subdolo e infido. Non l’abbiamo mai sottovalutato, tanto è vero che già nei primi giorni dell’emergenza, a marzo 2020, ci siamo dotati di un rigidissimo protocollo di sicurezza insediando un nostro “Covid Team” che ha assunto spesso decisioni perfino più drastiche di quelle previste nei provvedimenti governativi. Stamattina abbiamo concordato con l’Ufficio di Sanità Marittima procedure specifiche per la linea Messina/Salerno che, tra l’altro, prevedono la tracciabilità dei passeggeri, l’intensificazione degli interventi di sanificazione della nave e l’effettuazione di almeno due tamponi alla settimana per i membri dell’equipaggio. Continueremo a vigilare e operare a difesa della salute e del benessere dei nostri equipaggi e dei nostri passeggeri”.

Lipari: Nomina garante comunale dei diritti della persona disabile. CittadinanzAttiva Eolie si rivolge alla Procura

Al Sig. Sindaco del Comune di Lipari Rag. Marco Giorgianni

e P.c. Alla Procura della Repubblica Presso il Tribunale di Barcellona P.G.

Oggetto: Nomina “Garante Comunale dei Diritti della persona Disabile”.


Sindaco In riferimento alla questione in oggetto, riteniamo che il comportamento della Sua Amministrazione, con a capo la Sua persona, è quantomeno offensivo nei confronti dei soggetti a cui fa riferimento, nonché all’Associazione scrivente, la quale da decenni si batte per tali argomenti con il “ Tribunale per i Diritti del Malato”. Non staremo qui ad elencare le Leggi, i Decreti e gli articoli violati, per la totale indifferenza dell’Amministrazione, destinataria delle nostre, ad oggi, copiose missive, nonostante di fatto essere il Sindaco figura primaria della Sanità del Comune che rappresenta .

Si ritiene inqualificabile ed inaccettabile tale comportamento, se non altro per il delicato argomento trattato, Ella non ha ritenuto opportuno altresì delegare alcuna figura della Sua Amministrazione per un accenno di cortese riscontro alle nostre note ripetutamente inoltrate, come si conviene Istituzionalmente; rispettivamente del: 1^) 21.10.2020, 2^) 19.01.2021 prot. 772, e 3^) 25.02.2021 prot. 2871

Verosimilmente si paleserebbe un’avversione alla nomina in oggetto, per chissà quali motivazioni, probabilmente motivata dai Suoi comprensibili e molteplici impegni, che ad onor del vero, anche con tutta la buona volontà, non riusciamo a comprendere, considerato che la corrispondenza con la Sua persona, e la Sua Amministrazione, inizia risalente al lontano mese di Ottobre 2020.

Vero è che il nostro si riferisce unicamente ad un impegno Sociale non che morale, manifestando l’esigenza di un più significativo e collaborativo coinvolgimento dell’Amministrazione Comunale, come modus operandi della nostra Associazione.

Si direbbe che Ella sconosca le norme sull’handicap e dei relativi mezzi di tutela, strumenti giuridici previsti, e diretti a facilitare l’esistenza e l’autonomia delle persone con Disabilità. Potremmo anche considerare un’altra ipotesi, riconducibile alla frattura tra il mondo degli interessi spiccatamente umanistici, e il mondo degli interessi propriamente umani e dell’individuo, ai noi, oggi predominante, avendo perso, l’essere umano, vecchi principi e valori, che ferveva per le compagini Sociali più disagiate, in mancanza di spirito di Carità e servizio verso il prossimo. E’ sotto gli occhi di tutti, il grande sforzo di codesta Amministrazione per i lavori in atto, nel ripristino dell’area Portuale di Lipari, per l’opera ambiziosa della messa in sicurezza del magnifico lungomare della Frazione di Canneto e quant’altro…., opere naturalmente necessarie per il benessere della nostra collettività, ma attenzione, della nostra collettività, fanno parte anche gli sfotunati soggetti in questione, dette opere, sono, come ut supra, degli interessi propriamente umani e dell’individuo, da cui l’argomento in oggetto, per ovvi motivi, evidentemente esula.
Sindaco, nell’eventualità che Le sfuggano, i casi di persone con Disabilità, dei quali Lei dovrebbe esserne a conoscenza, nel territorio Eoliano, sono tutt’altro che trascurabili, anche se dal Suo comportamento si evincerebbe il contrario; e per la precisione, ammontano a circa TRECENTO (300) unità, di cui: Disabili GRAVISSIMI fra ADI Geriatrica, ADI Paliativa ed ex Art.26; noi tutti, abbiamo il DOVERE di intervenire la dove necessiti, a tutela di tali sfotunati soggetti. 
PER QUANTO SOPRAESPOSTO ai sensi delle innumerevoli ed ignorate disposizioni normative , sia Nazionali che Regional; D.L., Leggi, Decreti Ministeriali, Convenzioni Internazionali e ONU; 
SI CHIEDE CON FORZA E SENZA ULTERIORE INDUGIO Che la Sua persona si attiVi, nella qualità di Primo Cittadino, nonche Autorità Sanitaria superiore del Comune di Lipari, in tempi rapidi, alla nomina del : “ GARANTE COMUNALE DEI DIRITTI DELLA PERSONA DISABILE” Come previsto dalle Leggi vigenti.
Tanto Le era dovuto.
Benedetto Marcello Tedros (CittadinanzAttiva Eolie)