Cardiologie aperte “Per il tuo Cuore” 2021, anche l’A.O. Papardo partecipa alla campagna per la prevenzione delle malattie cardiovascolari

Anche l’Azienda Ospedaliera Papardo di Messina parteciperà all’iniziativa “Cardiologie aperte 2021” promossa per incentivare la prevenzione cardiovascolare gratuita. In tutta Italia più di 500 cardiologi saranno disponibili per consulenze gratuite dall’8 all’16 febbraio al numero verde 800 05 22 33 nelle seguenti fasce orarie: dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 16:00.

La fondazione per il Tuo cuore - HCF Onlus promuove questa importante iniziativa in seno ai vari reparti di cardiologia degli ospedali italiani. Anche l’Ospedale Papardo di Messina parteciperà all’evento con la sua Unità Operativa Complessa di Cardiologia con Utic diretta dal Dr. Giovanni Consolo, nei giorni 11 e 12 febbraio e dalle 10.00 alle 12.00. Altre informazioni sulle iniziative della campagna saranno disponibili su www.periltuocuore.it e sulla pagina Facebook dell’Azienda Ospedaliera Papardo.

Stromboli: Martedì prossimo seduta di tamponi antigenici rapidi

Si avvisa la cittadinanza che

MARTEDÌ 16 FEBBRAIO 2021 DALLE ORE 10:45 ALLE ORE 15:30 a STROMBOLI
si svolgerà l’attività di screening per la popolazione tramite l’effettuazione di
TAMPONI ANTIGENICI RAPIDI SU BASE VOLONTARIA E IN FORMA GRATUITA
nell’area antistante la Guardia Medica.

L’invito a partecipare a tale attività è rivolto a tutta la cittadinanza, così da poter monitorare e seguire l'andamento epidemiologico della pandemia Covid nel nostro territorio e potere, eventualmente, mettere in campo le necessarie azioni di prevenzione e controllo. Non è necessaria prenotazione.
Si ringrazia il personale USCA.

Lipari, 11/2/2021
L’Amministrazione Comunale

Ponte sullo Stretto, Musumeci: Sicilia e Calabria presenteranno richiesta congiunta al governo Draghi

Un documento congiunto per chiedere al nuovo Governo di riavviare il progetto per la costruzione del Ponte sullo Stretto. E’ quanto hanno deciso i presidenti di Sicilia e Calabria, Nello Musumeci e Nino Spirlì, nel corso di una riunione in videoconferenza organizzata da Lettera 150, l'associazione di professori universitari che sta elaborando proposte per il superamento dell'emergenza legata alla pandemia di Coronavirus e per la ripartenza del Paese.
«Con il governatore della Calabria – afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci - abbiamo concordato di predisporre un documento comune col quale riproporre al nuovo governo, tra le infrastrutture prioritarie, il collegamento stabile nello Stretto di Messina. Abbiamo bisogno di sapere – aggiunge Musumeci - se il presidente Draghi condivide l’esigenza di completare il corridoio transeuropeo includendo questa infrastruttura essenziale».

Fonti, Mollica, Pajno e Pellegrino: “Maggioranza consiliare in macerie. Opposizione determinante per lavori consiliari”

Comunicato Stampa Consiglio Comunale. “E’ crisi di maggioranza. Le opposizioni determinanti.” È dato incontrovertibile che i gruppi consiliari all’opposizione dell’Amministrazione Giorgianni occupano, oramai, la metà esatta dei seggi in Consiglio Comunale. Si può dunque parlare di una posizione paritetica delle opposizioni che cambia, di fatto, tutti i delicati equilibri consiliari. La distanza di visione politica e programmatica tra le “macerie” della maggioranza - che ancora sostiene, o fa finta di sostenere, l’Amministrazione in carica - e le forze politiche di centro e di destra che animano le opposizioni in seno al predetto civico consesso è stridente.Nell’ultimo biennio l’organo collegiale è stato costretto a rallentare considerevolmente i ritmi della sua attività, addirittura sovente non è nemmeno riuscito a costituirsi, proprio a causa dell’assenteismo dilagante tra i componenti della maggioranza e ciò a discapito esclusivo degli interessi della Comunità. In tale clima, la presenza costante delle opposizioni è stata invece determinante, garantendo la prosecuzione dei lavori – sistematicamente rinviati alla seconda convocazione in ragione delle difficoltà di reperire il numero legale di 9 consiglieri – e, quindi, rendendo possibile la trattazione degli argomenti, importanti ed urgenti, all’ordine del giorno.Innanzi al vuoto progettuale, ad un bilancio politico negativo su tutti i fronti, all’incertezza amministrativa per la mancata approvazione del Bilancio di Previsione 2020/2022 entro i termini previsti dalla legge (ed anche oltre) ed alle divisioni interne, non si può non ammettere la fine di una stagione politica a dir poco controversa.Il nostro Paese è chiamato ad affrontare oggi una situazione di criticità che, lungi dall’essere riconducibile in toto agli effetti della crisi sociale ed economica conseguente all’emergenza sanitaria da Covid-19, affonda le sue radici in un passato recente e non. La condizione di squilibrio finanziario dell'Ente, aggravata da una esposizione debitoria in crescita, preoccupa oltremodo gli scriventi consiglieri comunali.La Giunta comunale non ha ancora provveduto all’adozione della proposta di bilancio di previsione da sottoporre al Consiglio comunale per l’approvazione. La mancata adozione di uno strumento finanziario entro il 31.10.2020 ha determinato la nomina di un Commissario ad acta, chiamato – decorsi i termini di legge – a sostituirsi all’Amministrazione inadempiente e, qualora non dovessero concretizzarsi le entrate ausiliarie auspicate dal primo cittadino, a dichiarare il dissesto economico dell’Ente con tutte le nefaste conseguente in termini di aumenti di balzelli e di tagli alle spese per servizi.Senza tralasciare che si è di recente insediato anche un Commissionario delegato ad affrontare l’altrettanto annosa questione della gestione del settore idrico. In tal senso ci verrebbe da dire che non tutte le colpe sono addebitabili all’inerzia dell’ATI, come si vorrebbe fare credere dagli alti Palazzi, ma anche da discutibili scelte amministrative locali.Ad ogni modo, a mezzo la presente si intende rendere noto che nel corso dell’ultima seduta del Civico consesso, in data 05 febbraio 2021, è stato approvato dalla maggioranza dei consiglieri presenti in Aula un ordine del giorno che impegna in modo vincolante l’Amministrazione ad adottare, entro il 28 febbraio p.v., la proposta di deliberazione già redatta e trasmessa dal Ragioniere generale al Sindaco ed avente ad oggetto la presa d’atto e le misure necessarie a fronteggiare la situazione di squilibrio finanziario dell’Ente, nonché, conseguentemente, ad inviarla al Consiglio Comunale per gli adempimenti di propria competenza.Si tratta di un atto che rappresenta una decisa presa di coscienza ed un forte segnale diretto alla riappropriazione delle prerogative di un organo consiliare che è spesso stato privato del proprio ruolo istituzionale.Resta fermo che i sottoscritti consiglieri, pur essendo pronti ad affrontare le conseguenze di un eventuale dissesto, si augurano vivamente che le soluzioni indicate dall’Amministrazione comunale possano concretizzarsi entro i tempi dalla stessa indicati e, quindi, consentire l’approvazione di uno strumento finanziario adeguato.Lipari 11 febbraio 2021 Consiglieri Comunali Erika Pajno 

Eliana Mollica 

Fulvio Pellegrino 

Gesuele Fonti

Benvenuta, Luce!

 


E' nata 

LUCE MANFRE'

figlia di Angelo e Sarah Greco.

Dalle famiglie Sarpi e Favaloro, alla piccola l'augurio di ogni bene.

Felicitazioni per i genitori, i nonni e i parenti tutti

Lettere al direttore. I tanti perchè di una liparese che rivendica il diritto alla salute

Riceviamo e pubblichiamo:

Gentile direttore,
sono Liliana Rapisarda.
Scrivo questa lettera da mamma, da donna, per esprimere il mio rammarico per come ci avete abbandonato a livello sanitario. Tante promesse e pochi fatti, anzi, ogni giorno ci viene tolto sempre di più.Tutto questo e' vergognoso e poco umano .

Giorno 22, porto mia figlia di 11 anni, in ospedale per un dolore di pancia, localizzato al lato destro, il chirurgo mi dice che e' appendicite ma che, purtroppo, loro non possono intervenire, non possono operare e devo recarmi al Policlinico di Messina.

Tutto questo e' assurdo, abbiamo uno splendida struttura, dei chirurghi bravissimi e mi chiedo, quindi, perché nel 2021 non si può effettuare un semplice intervento a Lipari?

Perché chi di dovere non fa niente per risolvere il problema? Perché ci avete tolto il diritto alla salute ?

Io ho 34 anni, 24 anni fa, quindi a soli 10 anni, sono stata operata a Lipari e mi chiedo e vi chiedo perché, dopo 24 anni, l’ospedale non può più fare semplici interventi.

Perché non si può più fare nascere i nostri figli a Lipari? Perché non fate niente? Soprattutto in questo momento di pandemia e' assurdo e vergognoso che per qualsiasi piccolo problema dobbiamo viaggiare per curarci.

Spero che inizierete a prendere sul serio lo problematiche dell 'ospedale di Lipari.

Spero che ci ridiate il diritto alla salute che ci avete tolto e che continuate a togliere sempre di più. Anche noi abbiamo diritto di essere curati, di avere un cardiologo H24, di non morire per cose banali .

Distinti saluti

Liliana Rapisarda