Coronavirus, la curva torna a scendere in Sicilia: meno casi e ricoveri in calo

Sono 886 i nuovi casi di Coronavirus in Sicilia registrati quest'oggi su 24.130 tamponi processati (tra molecolari e test rapidi): il tasso di positività torna ad abbassarsi e si porta al 3,7%. Dopo l'impennata di ieri, con 1.000 casi sfiorati, si torna al trend delle giornate precedenti. I decessi odierni sono 34 mentre buone notizie arrivano dagli ospedali con 19 ricoverati in meno tra reparti ordinari e terapie intensive.

Gli attuali positivi sono 41.122, con un decremento di 491 casi rispetto a ieri. I guariti sono 1.343. Negli ospedali i ricoveri sono 1.510, 19 in meno rispetto a ieri, dei quali 193 in terapia intensiva, 9 in meno rispetto al giorno precedente. La distribuzione nelle province vede Catania con 186 casi, Palermo 345, Messina 123, Trapani 70, Siracusa 33, Ragusa 13, Caltanissetta 63, Agrigento 40, Enna 13.

Covid-19: scuole, dalla Regione 26 mln per tablet e interventi di edilizia leggera

Assegnati dalla Regione agli istituti siciliani 26,4 milioni per l'acquisto e l'installazione di attrezzature digitali (compreso il traffico dati) e per la riqualificazione degli ambienti scolastici, a garanzia della sicurezza e del distanziamento individuale.

«Abbiamo dato attuazione pratica a quanto previsto dalla Finanziaria 2020 a sostegno delle istituzioni scolasti-che – afferma l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla – confermando l'impegno del governo Musumeci per il potenziamento della dotazione informatica a supporto della didattica a distanza e per il miglioramento e la riqualificazione degli ambienti per la ripresa delle attività didattiche in presenza. Con la imminente erogazione di queste risorse intendiamo anche favorire l'acquisto, da parte delle scuole, dei dispositivi di protezione Ffp2 per i docenti di sostegno in ogni ordine di scuola e per gli insegnanti dell'infanzia, ma anche delle attrezzature di filtraggio dell'aria per l'utilizzo nei locali meno areati».

La dotazione di 8,4 milioni di euro, stanziati dalla legge regionale di stabilità per l'acquisto di tablet da consegnare in comodato d'uso agli studenti per la valorizzazione della scuola digitale, sarà distribuita a 468 istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della Sicilia, che hanno partecipato all'avviso pubblicato all'inizio di dicembre.

I 18 milioni di euro destinati agli interventi di edilizia leggera nelle scuole - per consentire il distanziamento interpersonale e l'acquisto dei dispositivi di protezione individuale - invece sono stati distribuiti a 410 scuole dell'Isola che hanno avanzato la relativa istanza.

Il 50 per cento delle risorse è stato suddiviso per il numero delle scuole partecipanti all'avviso pubblico, la restante metà in funzione del numero di alunni di ogni istituto. Ogni scuola riceverà una mail con la comunicazione dell'importo assegnato e dovrà caricare sulla piattaforma predisposta la tipologia
degli interventi programmati e il correlato progetto esecutivo.