In diminuzione oggi i casi Covid in Sicilia ma ci sono 35 deceduti

Scendono a 1.439 i nuovi casi di coronavirus in Sicilia (ieri erano 1.954) e questo anche a fronte di un numero altissimo di test (molecolari e antigenici), 44.700. Il tasso di positività dunque scende dal 7,8 al 3,2%.
I morti nelle ultime 24 ore sono 35. 
Dodici persone in più risultano essere ricoverate negli ospedali. I dimessi/guariti sono 431.

Questa la divisione dei nuovi contagiati per provincia: 431 a Catania, 388 a Palermo, 245 a Messina, 192 a Siracusa, 59 a Caltanissetta, 53 a Ragusa, 44 a Trapani, 22 ad Agrigento, 5 a Enna.

Ricordando… Gianni Conti


Ricordiamo che le foto vengono pubblicate in modo casuale e a titolo gratuito dal direttore e non su richiesta dei lettori. Anniversari, ricordi, commemorazioni con foto a vostra scelta non sono a titolo gratuito

Alessandro La Cava su fb: “Rimuovere La Paglia e sostituirlo con Paino”

Scrive La Cava:

Condivido l’azione del sindaco di Messina De Luca nel chiedere la rimozione del direttore Generale Paolo La Paglia non solo per evidente incapacità politica nella gestione della pandemia (fatti evidenti anche agli occhi della commissione sanitaria regionale ) ma anche perché ha dimostrato di non essere all’altezza di gestire tutte le esigenze e le emergenze che provengono dagli ospedali che ricadono nel territorio di sua competenza.

A Lipari,ad esempio,ha sulla coscienza (insieme ad altri ) un morto ed a distanza di mesi di battaglie è riuscito a mandarci soltanto 1 nefrologo e 7 infermieri.
Non sappiamo ancora nulla dei concorsi ( post mortem) banditi per rimpinguare una pianta organica utile solo a chi specula sulla sanità e non certo alla salute degli eoliani.
Per le emergenze mancano ancora 4 anestesisti su 5,i malati oncologici continuano a viaggiare,i due posti di terapia sub intensiva promessi rimangono solo sulla carta,mancano i cardiologi e c’è una porca graduatoria di OSS ed infermieri che nessuno vuole fare scorrere quindi a Lipari si può ancora morire per colpa di La Paglia e di tutti quelli che lo difendono.
Queste sono le ragioni per le quali anche io sostengo che La Paglia vada rimosso subito e,se possibile,sostituito con
Mario Paino
Spero che l’amministrazione comunale di Lipari ed il suo assessore alla sanità facciano la stessa richiesta

Eolie, diffida e messa in mora su obbligo di mascherine a scuola

Riceviamo da Francesco Finocchiaro e pubblichiamo:

Con la presente si informa la cittadinanza che è stata inviata ai dirigenti scolastici delle isole Eolie formale diffida e messa in mora riguardo l’obbligo di tenere le mascherine a scuola durante tutto l’orario di lezione.
L’iniziativa sta avvenendo in tutta Italia grazie ai legali dell’associazione l’Eretico, ed ha l’obiettivo di tutelare le famiglie e i bambini, ma anche le figure dei dirigenti scolastici che spesso sono indotti ad adottare misure non necessarie, rischiando poi di risponderne personalmente.

E’ ampiamente dimostrato infatti che un uso prolungato delle mascherine, specie in soggetti fragili come i bambini, possa arrecare danni anche gravi alla salute, a fronte di un beneficio epidemiologico ancora non dimostrato.
Nello stesso decreto ministeriale non vi è alcun obbligo di ricorrere a tale misura se vengono fatti salvi i protocolli di sicurezza ministeriali,  e per di più sono necessarie motivazioni epidemiologiche piuttosto forti per procedere ad una tale norma, motivazioni che indubbiamente nel nostro territorio al momento non sussistono.

Restiamo a disposizione di quanti abbiano necessità di supporto informativo o legale, e di tutti coloro che vogliano conoscere le motivazioni scientifiche più nel dettaglio potete scriverci alla mail     calmorespiro@protonmail.com