Ospedale. Non arriva l’anestesista per il cambio. ASP5 partita la vaccinazione anti-Covid dei sanitari ma a Lipari no

L'anestesista (l'unica rimasta) in servizio all'ospedale di Lipari (h.24 dal 1° gennaio) doveva ricevere il cambio ma il collega che doveva sostituirla si è messo in malattia. 

Per la professionista, alla quale è dovuto il più che meritato riposo, resterà "prigioniera" nel nosocomio o, come sarebbe logico, arriverà il sostituto?

Intanto oggi in tutta (o quasi) l'Asp di Messina è partita la campagna vaccinale anti-Covid per il personale sanitario.

Abbiamo scritto quasi perchè per Lipari ancora, da quanto apprendiamo, non ci si è organizzati e si assisterebbe ad un rimbalzo di responsabilità tra direttore sanitario e ufficio igiene

IL DOTTORE BALDANZA: “NON SONO AFFETTO DA COVID19, NÉ SONO RICOVERATO IN ALCUN OSPEDALE E GODO DI BUONA SALUTE. INVITO A VACCINARSI””

Riceviamo e pubblichiamo: 

Per un caso di probabile omonima, gira da qualche ora la notizia che il sottoscritto sarebbe ricoverato in ospedale a Milazzo o altro nosocomio perché colpito dal Covid19 e addirittura con necessità di casco per grave compromissione respiratoria.

Onde evitare inutili e pericolosi allarmismi,SMENTISCO CATEGORICAMENTE LA VOCE CHE STA CIRCOLANDO SUL MIO CONTO. Mi dispiace, si fa per dire, per quei miei 4 nemici, ma godo buona salute e sono regolarmente in servizio in ospedale a Lipari come ogni giorno. Ho effettuato di recente per mia tutela e su base volontaria sia il tampone, sia il test sierologico e sono negativo a entrambi. Sono in attesa di potermi vaccinare, questo si, ma è altra cosa rispetto alla voce che da qualche ora sta girando sul mio conto.
Qualora per disgrazia dovessi contagiarmi, non solo non avrei alcuna difficoltà o remora a informare chiunque anche pubblicamente perché essere covid positivi non è una vergogna e farlo sapere a più persone sarebbe un atto di alto senso civico per aiutarci tutti a contenere la pandemia attuale. Ieri a Salina circolava la voce che un altro collega in servizio a Lipari sia positivo al covid19, notizia totalmente falsa. Quindi invito chiunque a non mettere in giro voci false e che possono creare pericolosi quanto falsi allarmismi. Comprendo che siamo più o meno tutti stanchi e stressati in subordine alla pandemia in corso, ma stiamo attenti a non autoesasperarci di più con notizie false che posso solo fare danno.
Colgo l'occasione per invitare le persone di buonsenso a vaccinarsi appena sarà possibile perché vaccinarsi è un atto di responsabilità individuale e collettiva.

Cardiologia: Comitato “L’ ospedale di Lipari non si tocca” ricorda scadenza convenzione e sollecita reperibilità notturna e servizio nei giorni festivi

Una pec è stata inviata oggi dal comitato "L'ospedale di Lipari non si tocca" all'ASP5, questo il testo:
Con la presente,  si desidera ricordare l'imminente scadenza ( 17 gennaio p. v.) della convenzione tra l'Asp di Messina e l'ospedale Papardo, per le prestazioni di cardiologia presso il P. O. di Lipari. 
Con la stessa si desidera ribadire la necessità di estendere la suddetta convenzione, con reperibilità notturna dei cardiologi e servizio nei giorni festivi. 
Si ricorda, inoltre, che il nostro nosocomio è ancora in attesa delle attrezzature (promesse) per l'esecuzione delle "prove da sforzo", e l'esecuzione dell' holter pressorio. 
Certi di un vostro celere riscontro Porgiamo distinti saluti

Scuole superiori, Lagalla: “Anche in Sicilia rientro in presenza l’11 gennaio”

Gli studenti degli istituti secondari di secondo grado della Sicilia e dei corsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) non torneranno in classe in presenza prima del prossimo 11 gennaio. Lo ha stabilito l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, Roberto Lagalla, uniformandosi alla nuova disposizione del Consiglio dei ministri, che ha differito a lunedì prossimo la data di attivazione della didattica in presenza negli istituti superiori del Paese. Ne consegue che gli istituti superiori che riprenderanno le attività dopo le vacanze natalizie a partire dall’8 gennaio continueranno per alcuni giorni a operare in modalità “didattica a distanza”. Stessa cosa per la formazione professionale in obbligo scolastico.

“Da parte sua, il governo regionale si riserva di acquisire dal Cts regionale i necessari aggiornamenti tecnico-sanitari, al fine di assumere decisioni conseguenti sulla data di ammissione in presenza del 50% degli studenti che frequentano le scuole superiori – dichiara l’assessore Lagalla – Al tempo stesso, saranno verificati gli adeguamenti disposti a carico della rete regionale del trasporto pubblico”.
Resta, invece, confermata l’attività didattica in presenza, sin dal primo giorno di riavvio delle lezioni, per la scuola dell’infanzia, per la primaria e per la secondaria di primo grado”.

Eolie news 2021-01-15 09:21:00

Si ricerca una figura under 30 come collaboratore di segreteria per agenzia di viaggi tour operator. Verrà effettuato uno stage retribuito di due mesi al termine del quale vi sarà eventuale contratto a tempo indeterminato. Non sono richieste esperienze lavorative pregresse ma conoscenza della lingua inglese, entusiasmo, buona propensione al lavoro in team e al rapporto interpersonale.Si richiede invio del proprio curriculum vitae all'indirizzo info@leisoleditalia.com
Le candidature verranno esaminate con eventuale richiesta di colloquio.

Coronavirus Sicilia, oltre 1500 nuovi casi

Sono 1.576 i nuovi positivi al Coronavirus in Sicilia su 9.537 tamponi processati. Le vittime sono state 36 nelle ultime 24 ore che portano a 2564 deceduti dall’inizio della pandemia. I positivi sono 37.426, con un aumento di 848 casi. Negli ospedali i ricoveri di pazienti Covid sono 1388, 21 in più rispetto a ieri, 1.198 in regime ordinario (17 in più) e 190 in terapia intensiva (+ 4). I guariti sono 692. La distribuzione nelle province vede a Catania 396 casi, Palermo 383, Messina 222, Ragusa 47, Trapani 286, Siracusa 48, Caltanissetta 132, Agrigento 39, Enna 23.

“Saccheggiati gli agrumi nella nostra proprietà a Pirrera. Vergognatevi”. Lettera – denuncia di Alice Marra

Riceviamo e pubblichiamo: 
Cara redazione di Eolie News, vorrei che pubblicaste una mia lettera alla comunità, in merito a un furto subito in questi giorni di festa. Vi ringrazio anticipatamente per il lavoro che svolgete.

Cara comunità Liparota, non amo i riflettori, quindi mi costa molto espormi per denunciare quanto è capitato a me, e alla compagna del mio defunto padre, con cui condivido la proprietà a Lipari. 
Qualcuno della nostra gente, tra il 29 Dicembre e il 5 Gennaio, probabilmente approfittando delle limitazioni negli spostamenti e del conseguente calo di controllo sulla nostra proprietà a Pirrera, o forse convinto che la proprietà non sia controllata affatto, ci ha sottratto la stragrande maggioranza degli agrumi dagli alberi. Un vero e proprio saccheggio, un furto in piena regola, con violazione della proprietà privata per giunta. Cedri, pompelmi, arance e limoni; guardati maturare nel corso dell’anno, innaffiati, potati e curati con grande amore e pazienza, completamente saccheggiati da prepotenti figuri, che non hanno avuto la decenza di chiedere, o di ringraziare per quanto preso. 
Questa è una vera vergogna, che non vale la pena di essere commentata, ma questo non vuol dire che debba cadere il silenzio sulla vicenda. 
È importante parlare di queste ingiustizie, per i moltissimi come me, che non possono sorvegliare il proprio terreno h24. Ai ladri di agrumi dico solo una cosa: Vergognatevi.

Alice Marra